Ho voglia di sborrare


Vengo lì e ti suono il campanello


Apre lui


Convenevoli e vengo vicino a te


Mentre parlo con lui allungo una mano sul tuo collo


E scendo lentamente verso il seno


Tu non sai che fare


E tuo marito continua a parlarmi come se non vedesse


ti infilo la mano dentro la maglia...e scendo fino al capezzolo... lo strizzo.


tu, basita, lasci fare...scendo all'orecchio e ti sussurro di allargare le cosce: lo fai, e, anzi, alzi un po' la gonna


ti piace farti guardare


tuo marito continua con i suoi discorsi, è dall'altra parte della poltrona, alla tua sinistra, ma sembra che non capisca cosa sta succedendo


io avvicino il bacino al tuo viso, alla tua destra...sono molto vicino...


lentamente apro i bottoni dei jeans


ti giri e vedi cosa sto facendo, mi guardi in faccia, ti giri verso tuo marito, che non ti degna di uno sguardo, e torni ai miei pantaloni


noti il gonfiore nelle mutande, capisci che sono eccitato


ti spingo la testa verso di me e tu apri la bocca


cazzo che bocca... la arrotondi già


tiro fuori il cazzo: duro, grosso, di media lunghezza, con una bella cappella gonfia, rossa ovviamente...punta dritto verso di te e tu non te lo fai scappare


te lo infili in bocca tutto intero, lo vuoi sentire subito in gola


e inizi a muovere la testa su e giù, su e giù...quanto ti piace il cazzo in bocca


con la mano scendo e ti allargo le cosce, alzo la gonna fino a scoprirti le mutande, le scosto e ti tocco la figa


mi piace masturbare la lei che mi spompina, mi piace quando per un attimo lascia il cazzo per mugolare di piacere, mi piace quando diventa rossa e perde ogni inibizione


mi piace quando ne vuole ancora e ancora e ancora


ti faccio alzare, ti spoglio dalla vita in giù e ti porto alla finestra


è giorno, l'affaccio è su una piazzetta e intorno ci sono altri palazzi, finestre di fronte.


ti piego in avanti, mi appoggio alle tue natiche nude, apro le tende e ti bacio il collo


sei ritrosa, ma poi ti giri a limonarmi, un bel bacio lungo e profondo


sento la tua figa bagnata, ci infilo il cazzo e ti spingo il busto in avanti


mi muovo, lentamente, per fartelo sentire tutto strusciare su ogni millimetro della tua vagina...quindi accelero un po'...allunghi una mano dietro stringendomi a te...a questo punto partiamo...scopiamo, scopiamo come ci piace, senza più freni...


allungo una mano e ti tiro fuori un seno, è nudo al vento, ti palpo, ti sbatto...ti sfondo


ti guadano da una finestra ma tu te ne freghi


il cazzo che ti sta sfondando ti fa godere troppo...


ora siamo al culmine, lo senti che sta per sborrare, chiedi l'ultima impalata forte, profonda, e godi, quasi urli…poi non perdi un attimo ti giri e lo prendi in bocca


lo fai sborrare a più non posso, più e più volte...vuoi tutta la sborra per te, vuoi svuotargli i coglioni... succhi avida e ci riesci, lo spompi... 

Visualizzazioni: 6 549 Aggiunto: 5 mesi fa Utente:
Categorie: Etero