Non ho capito cosa le era successo, la sera è voluta andare subito a letto, abbiamo scopato tutta la notte, ha voltuto fare di tutto, nonostante fossi contrario da sempre, ha voluto essere penetrata anche nel culo, la mia lingua consumata a leccarle la figa, il mio cazzo ridotto ad una piccola ed insignificante protuberanza, io letteralmente spossato. La mattina ci è sfuggito anche il suono della sveglia, non l'abbiamo proprio sentita, mi sono svegliato, erano le 9,20 l' ho chiamata, dovevamo andare al lavoro:  -Lia svegliati è tardi- Ha appena aperto gli occhi -No telefona di che stiamo male, restiamo nel letto ho voglia di cazzo-  -Che cazzo ti succede? Non ti sei mai comportata in questo modo-  -Dai telefona e vieni sul letto ,voglio scopare-. -Io non riesco, sono stracotto- -Dai sbrigati a telefonare,ci penso io- Con tutta la vergogna possibile, ho chiamato i nostri capi ai quali ho inventato una puerile scusa, sono tornato a letto. Ha voluto subito che le leccassi la figa, ho provato, c'era ancora la sborra della notte, la nausea si stava palesando, non ce l'ho fatta. -Che ti succede?- -Lia sono distrutto, non riesco- - Telefona a papà, fallo venire-  -Allora ti senti poco bene, cos'hai?- -Voglio scopare con lui-  -Sei impazzita?-  -Dai telefona, fallo venire- L'ho chiamato, stava potando le rose, Lara mia suocera era al lavoro, Messineo, appunto mio suocero, controvoglia ha lasciato le rose per raggiungerci. Appena è entrato l'ho dovuto avvisare delle condizioni di Lia,  siamo andati in camera, lei era nuda distesa sul letto, appena ha visto il padre si è sollevata,ha preso la sua mano -Papà ho bisogno di te, voglio fare l'amore con te, voglio sentimi il tuo cazzone nella figa, Giorgio è scarico non ce la fa- Lui mi guardava come a chiedermi il consenso, in quel momento non capivo più nulla. Si è spogliato di sua iniziativa, aveva un cazzo mastodontico, in erezione, era sconvolgente, Lia l'ha preso per una mano. A quel punto l'ha penetrata, si è scatenata, ha voluto far mattere Messineo sotto con lei sopra per gestire la scopata, aveva orgasmi a ripetizione, mi stavo eccitando anch'io, vederli scopare in quel modo, era qualcosa di straordinario. Io che un'ora prima non riuscivo a scoparla, ora con una erezione mai vista, mi stavo masturbando  davanti a mia moglie e mio suocero che scopavano fra loro. Ero impazzito anch'io, non c'era altra spiegazione. Il loro orgasmo è stato violento, il mio ancora di più. Finalmente si è placata, ha voluto la colazione, aveva fame, mi hanno raccontato una storia sconvolgente, Per lei il padre è stato il primo uomo era innamorata di lui, era successo per ripicca, per fare dispetto alla madre Lara che l'aveva  tradito. Da quella volta non riusciva a fare a meno del cazzo del padre. Abbastanza incredulo per quella storia, deluso per il comportamento di Lia, dovevo mollare tutto ed andar via. Non sono stato capace, Assistere alla scopata di Lia col padre, mi aveva creato uno stato d'animo particolare, volevo vederli scopare ancora. La confessione è stata dilaniante, con me non aveva mai raggiunto l'orgasmo, aveva sempre finto, quella notte trascorsa a scopare era l'ennesima prova a stimolarmi in modo da farla venire, nulla da fare. Forse era da capirla, in fondo un cazzo come quello di Messineo era insostituibile. Siamo arrivati al punto che Messineo la scopava con una frequenza inaudita, io assistevo masturbandomi. Tutti soddisfatti.


 


 


 

Visualizzazioni: 7 254 Aggiunto: 6 mesi fa Utente:
Categorie: Incesti
Tag: Incesto