Mi ha detto... ecco sto quasi arrivando, dietro la porta apettavo ansimando, non era la prima ne l' ultima volta, ma certamente a 'sto giro era tosta, aveva la voce abbastanza alterata, non sarà certo una bella serata,pensai fra me che storia di merda, meglio ubriacarsi e la mente si perda.


Eccola entrare lo sguardo incrucciato,mi paro d'avanti e mi scosta di lato, blatera frasi più o meno sensate, aspetto zitto senza fare menate, poi piano piano la cosa s'aquieta,cala il silenzio tombale di pietra,parton gli sguardi di luci fiocate,e poi le bocche di baci assetate, le mani toccano la pelle ardente, tutto si offusca perfino la mente, affondo la lingua fra le umide cosce, sento i suoi gemiti mentre si contorce, mi spinge la testa...dai leccami ancora...mi giro e le infilo il mio cazzo giu in gola, un 69 con io che sto sopra, l' ho sempre visto come una gran cosa, le infilo due dita uno in fica e uno in culo,il cazzo diventa ora sempre più duro,sento i conati di vomito uscire, mentre mi grida ...dai non ti fermare, continuo ancora inarca la schiena, ma e' troppo presto si cambia la scena,le apro le gambe ed infilo l' uccello, mentre sussurra...si cazzo che bello...,succhio i capezzoli lecco un po' i piedi,... sto per venire...mi dice... non vedi...?si che lo vedo ma non e' il momento,girati a pecora senza un lamento, bagno le labbra della sua fica penetro piano senza fatica,stringo più forte le sue chiappe sudate, fino a vederle più gonfie e arrossate, aumento il ritmo con fare tosto lei ribadisce colpo su colpo, gli odori e umori impregnano l' ambiente penetran dritti fin dentro la mente, come all' unisono stiam per venire,ce lo gridiamo e già e' un mezzo godere, poi mentre ancora sussulta sdraiata la inondo con una abbondante sborrata.

Visualizzazioni: 2 556 Aggiunto: 6 mesi fa Utente:
Categorie: Confessioni Etero