Estate 2011, da oltre un anno sono fidanzata con Carlo, con lui sto vivendo una storia d’amore ai limiti della follia, sentimentale e sessuale. Io ho 23 anni, lui 31, ha esperienza da vendere ed è un vero amante del sesso e della pornografia. Con lui sto scoprendo piano piano la parte più porca di me, sto iniziando ad avere voglia di mostrarmi, di vivere esperienze eccitanti senza tabu. Sempre più spesso parliamo della possibilità di farlo in tre non appena ce ne fosse la possibilità con persone fidate.


Siamo a luglio, sabato sera, io e Carlo andiamo a mangiare un panino in un pub e poi andiamo sul lungomare per un caffè. Improvvisamente sentiamo chiamare, Giovanni un amico di Carlo che vive da anni a Mantova è in Calabria per una decina di giorni. Prendiamo un caffè tutti e tre, bellissimo ragazzo moro, abbronzato con capelli ricci corti e occhi nocciola scuro. Tra Carlo e Giovanni capisco ci sia gran feeling, vecchi compagni di scuola e di uscite parlano del passato e della loro passione per l’inter… bah io sono del Catanzaro rispondo! Giovanni poi ci racconta che da 3 mesi è single e non riesce ad avere altre storie, ma dai  un bel ragazzo come te non può non trovare una ragazza dai gli dico. Andiamo avanti a parlare un po’ e poi lui ci dice che nei giorni successivi farà un giro con una barca che ha noleggiato e sta da solo. Dediciamo di andare.


Martedì mattina alle 9 andiamo all’appuntamento, ho una canotta marroncina e degli shorts di jeans, sotto un costume bianco contenitivo, non voglio rischiare di essere troppo strabordante. Saliamo in barca, Giovanni ha una shirt stretta e un costume a slip nero, non posso non notare che credo sia ben messo.


Ho portato tramezzini, bibite, frutta, insomma siamo ben muniti. Partiamo in direzione Crotone per andare verso località Le Castella. E’ una bellissima giornata di sole, si sta veramente bene e si sa il sole in barca si prende alla grande. Non ho scelto il miglior costume per abbronzarmi, è troppo coprente ma vabbè dai forse meglio così. Raggiungiamo Le Castella, facciamo un gran bagno, si ride e si scherza tanto, mi sento a mio agio. Ora di pranzo, mangiamo tutto quello che ho preparato e durante il pranzo gli argomenti trattati si fanno piccanti, doppi sensi ecc. Ho portato anche la frutta, e Giovanni si fa intraprendente beh due pere enormi a quanto vedo, e il mio ragazzo corregge… beh io direi angurie! Non voglio essere da meno, le stringo e dico dai succo di meloni per tutti! Poi continuo beh ma ho anche altro da offrire eh… però per completare la macedonia in genere si usa anche la banana dice Giovanni. Finito di mangiare ci sdraiamo per prendere un po’ di sole, slaccio il reggiseno ma mi metto di schiena, cuffie nelle orecchie e un po’ mi addormento, siamo isolati in mare aperto. Riapro gli occhi credo dopo una decina di minuti e i ragazzi sono completamente nudi, Carlo beh lo conosco sui 18-19, Giovanni credo forse 20 e decisamente largo e duro, pieno di vene!  Mi viene da fantasticare, mi alzo per bere e patatrac mi sono dimenticata che ho il reggiseno slacciato e sono con le mie tette nude di fronte al suo palo!  Marina mamma mia che bocce, che latteria, beh dai Giovanni anche tu non scherzi hai un gran fisico e un bel pisellone. Carlo si avvicina, mi bacia e dice Mary scopiamo! Ok amore. Vado verso Giovanni, e senza parlare glielo prendo in bocca, le sue mani stringono le mie poppe sembra assatanato e per renderlo felice mi sposto in avanti piazzandogliele in faccia. Mentre sono con le mie poppe in faccia a Giovanni, Carlo mi inizia a penetrare la fica con le dita e poi dopo averla leccata inizia a scoparmi. Ho carlo che mi scopa e io mi alterno tra farmi leccare le bocce e leccare io il bellissimo cazzo di Giovanni. Sto scopando con due uomini sono eccitatissima. Carlo si stacca, mi fa alzare, credo per un attimo che voglia farmi scopare da Giovanni ma mentre sto per salirci su dice una cosa che non mi sarei aspettata e che poi abbiamo portato avanti durante tutti i nostri anni insieme… La fica è mia non si tocca! Sono ferma non so che fare, poi mi rimetto in posizione per prendere di nuovo in bocca Giovanni ma vengo fermata, ora ti apriamo il culo mary! Mi metto a pecora e Carlo mi versa dell’acqua sul culo, inizio io. Inizia a scoparmi il culo, mentre Giovanni non smette di toccarmi le bocce. Sono abituata a fare anale con il mio Carlo quindi piano piano mi abituo al suo ritmo e inizio a godere, poi si danno il cambio, la larghezza è diversa e appena Giovanni entra faccio un urlo, poi subito dopo un altro e un altro ancora, mi assesta due colpi violenti e mi costringe a piegarmi in avanti gridando ahiiiiiiiiiiiiiiiiaaaaa il culoooooooo. Sono piegata in due mi ha aperto il culo con 4-5 colpi, cerco di riprendermi, mi stendo e lui si piazza su di me iniziando a scoparmi di nuovo il culo ma con meno forza, lo  guardo negli occhi sembra proprio voglioso di violentarmi, gli dico di fare piano, aprimi piano per piacere piano. Carlo mi mette le palle in bocca e il suo pisello in faccia mentre Giovanni non smette di darmi colpi decisi, ma oramai sono aperta e non riesco nemmeno più a urlare, resto a bocca aperta con le palle di Carlo a tapparmela. Giovanni si ferma con tutto il suo cazzo dentro il mio culo e propone la doppia! Non l’ho mai fatta ma ci siamo mi tocca farla. Si stende e ci salgo sopra, cazzo mi sento totalmente aperta nel culo ora, carlo davanti a me mi scopa la fica, cerco di trattenermi, sento da subito che sto per venire ma sono quasi presa dalla vergogna, ma resisto poco, Giovanni ha un ritmo incessante e vengo, quasi contemporaneamente anche Carlo caccia dalla fica il suo cazzo e mi viene tra pancia e tette. Giovanni invece non si ferma ormai ha un ritmo assurdo che mi stravolge, mi sta massacrando il culo senza sosta, fermati cazzo fermati ti prego sto venendo di nuovo ed ecco il mio secondo orgasmo totalmente anale mentre anche lui finalmente viene nel mio culo. Mi tiene avvinghiata però e non mi dà la possibilità di alzarmi, anzi fa in modo che nel pieno della sua erezione io continui ad averlo totalmente dentro fino alle palle. Poi finalmente mi lascia e sconvolta e devastata, con lo sperma che esce dalla voragine del mio ano decido di tuffarmi in acqua per riprendermi e pulirmi

Visualizzazioni: 8 741 Aggiunto: 5 anni fa Utente:
Categorie: Trio Etero