Era un lunedì mattina come gli altri, ma io mi annoiavo più del solito così decisi di farmi un giro in macchina. Vagavo senza una meta precisa quando mi sono ritrovato dalle parti dello stadio della mia città. Lo stadio si trova in una zona abbastanza isolata con molti parcheggi dove molto spesso, quando non ci sono eventi sportivi, si incontrano coppie e ragazzi per consumare dei rapporti sessuali.
Una volta arrivato nella zona dei parcheggi vedo un via vai di macchine incredibile; per la maggior parte sono uomini che girano nella speranza di trovare qualche ragazzo disposto a fargli una pompa o magari qualcosa in più, le restanti macchine invece sono ferme ad aspettare che qualcuno prenda l'iniziativa avvicinandosi a loro. poco più avanti, nelle vicinanze di un rondò vedo un paio di prostitute, sicuramente africane, che siedono su delle sedie di plastica a bordo strada, ci passo vicino e una di loro mi fa segno, io sono titubante ma poi penso che la mia prima volta non voglio che sia con una prostituta, quindi tiro dritto. 
Mi ero praticamente convinto di andarmene quando, in uno di quei famigerati parcheggi, dietro una macchina, intravedo due uomini. "Chissà cosa stanno facendo?" mi chiedo tra me e me. Probabilmente la risposta la so già ma incuriosito ci passo vicino con la macchina e... la mia intuizione era giusta. Un uomo stava in piedi con la schiena appoggiata sulla fiancata della macchina mentre l'altro stava in ginocchio e glielo stava prendendo in bocca. Lo spettacolo non mi dispiace, quindi decido di parcheggiare in un posto un po più lontano ma da cui si vede bene. I due mi hanno visto me continuano senza sosta, anzi penso che li ecciti di più, infatti l'uomo che sta in piedi mi sorride e mi fa cenno di avvicinarmi ma io rimango in macchina.
Dopo un paio di minuti inizio ad eccitarmi anch'io, c'è l'ho duro come una pietra, inizio a toccarmi da sopra i pantaloni e penso che forse sarei dovuto andare, mi sarei divertito di sicuro ma proprio mentre stavo per scendere dalla macchina, l'uomo che stava in piedi sborra in bocca all'altro. cerco di vedere se lo sputa per strada ma non lo fa, l'ha ingoiato tutto e questo mi fa eccitare come non era mai successo prima, ma a questo punto non potevo più raggiungerli e godere con loro. Così mentre mi rammaricavo per l'occasione persa ripenso a quella prostituta che prima mi aveva fatto cenno, "Magari se costa poco..." faccio tra me e me e inizio a raggiungerla.
Sono arrivato e lei sta ancora la come se mi stesse aspettando, riguardandola meglio non è male, tette grosse, culo bello tondo che è messo in risalto dai pantaloncini, gambe magre, l'unico difetto è la faccia, non è bellisssima, ma non si può avere tutto dalla vita. Decido di accostare, abbasso il finestrino e le faccio
"quanto prendi?"
"15" fa lei
"e cosa fai?" replico io
"bocca fica" 
"e se facessimo solo bocca?"
"vabbe facciamo 10 bocca e fica" dice lei
dopo quest'ultima frase la faccio salire in macchina convinto di aver fatto un affare.
Lei mi indica la strada per un posto appartato e intanto inizia a toccarmi da sopra il pantalone e mi fa "sei già così duro?" e io rispondo "si, tutto merito tuo" e lei sorride. Continua con le indicazioni fino a portarmi in un casolare abbandonato da decenni, entro con la macchina e mi fa "vuoi fare dentro o fuori?" io scelgo per fare fuori. Usciamo entrambi e la raggiungo dal lato passeggero. Lei inizia a sbottonarmi i pantaloni mentre io le tocco le tette, sono grandi anche se un po appese, non sono male. Inizia a giocare con il mio cazzo e dopo poco si inginocchia e comincia a leccarmi la cappella, poi pian piano lo prende in bocca. Io sto impazzendo, con la bocca ci sa fare e dopo un paio di minuti sto già per venire con solo una pompa. Glielo dico così lei lo tira fuori in un attimo e si sposta mentre io vengo coiosamente. Non sono riuscito a trattenermi.
Pensavo fosse finita li ma il mio membro è ancora sull'attenti così la ragazza mi fa "sei ancora duro? non ti è bastato?" io le dico che anche per me era una sorpresa ma che se voleva potevo darle 5 euro in più se continuavamo; lei all'inizio ci pensa poi mi dice: "Non ti preoccupare ci eravamo accordati per 10 bocca fica e io ho fatto solo bocca". Così mi pulisce e dalla borsa prende un preservativo, lo apre e me lo mette senza troppi fronzoli. in quel momento penso "finalmente scopo, è da un sacco che aspetto questo momento", così lei si spottoma il body si gira e si mette a pecora appoggiandosi alla mia macchina; con la mano prende il mio cazzo e lo mette nella sua fica calda e bagnata. Inizio a spingere, faccio avanti e indietro, la schiaffeggio sul culo; in quel momento penso di essere rocco siffredi. Dopo pochi minuti decido che è arrivata ora di cambiare posizione; la prendo e la faccio stendere sul cofano della macchina, le alzo le gambe per metterle sulle mie spalle e ricomincio a scoparmela. Le sue tette fanno su e giù e d'aventi a tale scena non resisto più e strizzandole le tette le sborro dentro, "meno male che lei aveva il preservativo con se" penso.
Una volta finito mi toglie il preservativo, mi pulisce e rientra in macchina come se nulla fosse. una volta rientrato pure io la pago e inizio a riportarla dove l'ho caricata, ma mentre andavamo mi chiede: "è stata la tua prima volta?", io un po imbarazzato annuisco e lei replica "si era capito, però non è andata male come prima volta, altri non appena li tocco sborrano". Be almeno mi ha tirato su l'autostima. Arriviamo, la faccio scendere e decido che è ora di tornare a casa. Chissà se la prossima volta non sarà con una prostituta?   
Visualizzazioni: 14 168 Aggiunto: 5 anni fa Utente: