Con Roberta abbiamo continuato a frequentarci fino a luglio 2018 (abbiamo iniziato a dicembre 2017). I nostri incontri prevedevano spesso un po’ di esibizionismo e molto spesso giochi bdsm piuttosto hard. Il suo corpo aveva segni di frustate e morsi e a lei piaceva averli.


Ogni tanto parlavamo delle esperienze passate. Ricordo che lei mi ha detto che ha partecipato a incontri sessuali con più persone. Faceva di frequente sesso con 2-3 ragazzi insieme, qualche volta le è capitato di fare sesso con 2 uomini e una donna. Al che ho drizzato le antenne: le ho chiesto se le è piaciuto fare sesso con un’altra donna. Ha subito stroncato le mie fantasie dicendo che non ha provato nulla, né piacere né fastidio. In compenso mi ha detto che, se volevo provare, lei comunque non avrebbe problemi a coinvolgere un’altra donna nei nostri rapporti qualche volta.


Inutile dire che da quel giorno avevo un tarlo in mente. Passavo ore a pensare se avevo qualche conoscenza femminile che poteva essere interessata. La risposta era “no”, anche perché non è che frequentassi altre ragazze in quel periodo. La mia fortuna ha girato verso maggio. Ero andato da lei venerdì per passare tutto il weekend insieme. La sera mi ha detto che due sue amiche volevano conoscermi e ci hanno inviato a uscire a cena il giorno seguente. Ho accettato con piacere, ci tenevo a riprendere a conoscere altre ragazze.


Sabato sera siamo andati in una paninoteca poco fuori Rivanazzano. Li ho conosciuto Maria e Anna. Maria era un donnone col fisico da camionista. Circa 30-35 anni, alta quasi come me (sono 1,80), larga il doppio di me e massiccia. Voto 4. Anna, circa (45-50 anni) era una gran bella donna. Alta circa 1,60, fisico snello, capelli mori lunghi, un discreto seno che spuntava dalla camicetta che indossava. Voto 7+.


Entriamo nel locale e ordiniamo. Nel mentre le ragazze mi fanno le classiche domande di rito: che lavoro fai, anni, sei stato sposato, hai figli, come vi siete conosciuti, ecc… Una volta soddisfatta la curiosità hanno iniziato a parlare tra loro. Anna, in particolare, raccontava della sua vita stressata. Ho scoperto che era divorziata ed aveva un figlio ,che viveva con lei, di 20 anni. Dopo una birra si è lamentata che non trovava il tempo per avere una nuova relazione e che le mancava il sesso. A quel punto ho seguito con maggiore interesse i loro discorsi.


Alla seconda birra sembravano ubriache tutte e tre. Roberta e Maria lavorano nello stesso settore così hanno iniziato a raccontarsi aneddoti che erano capitati. Io ne ho approfittato per chiacchierare con Anna portando, piano piano, il discorso sul sesso. In realtà ha cominciato lei a chiedere di me e Roberta e poi commentando che vorrebbe anche lei una relazione non impegnativa. Le ho messo una mano sulla gamba, le ho fatto dei complimenti e le ho detto che se volesse avrebbe frotte di uomini disponibili. Mentre parlavamo le ho accarezzato la gamba, salendo lungo la gonna. Lei ha aperto le gambe e ha iniziato a fremere. Io ne ho approfittato per accarezzarla tra le gambe e le ho detto che la desideravo. Lei era troppo eccitata per parlare.


Verso le 23 Maria se ne va perché deve lavorare anche domenica. Rimaniamo noi tre. Anna è imbarazzata perche vede Roberta che ci guarda ma nota anche che non reagisce quindi si lascia toccare. Al che la bacio sulla bocca e lei ricambia con passione. Mentre è eccitata le dico di venire a casa con noi. Anna inizialmente rifiuta ma, dopo altre carezze tra le gambe, cede. Partiamo per Rivanazzano e io salgo in macchina con Anna. Mentre guida continuo ad accarezzarla e le dico che io e Roberta abbiamo una relazione aperta e che ci fa piacere farla partecipare. Lei ha qualche dubbio ma è sempre eccitata e si lascia convincere.


Quando entriamo in casa, Roberta ci accoglie già nuda. Anna resta un attimo stordita. La bacio subito sul collo e la accarezzo sotto la maglia e si eccita ancora. Poi la sollevo a la porto in camera da letto sempre baciandola. La poso sul letto e inizio a spogliarla mentre sento che Roby spoglia me. Mi metto su Anna e le bacio il corpo e mi fermo a lungo sui seni. Lei impazzisce e geme. Il mio pene è durissimo e la sua fica è fradicia. Le infilo il cazzo dentro e comincio a cavalcarla. Lei urla di piacere e dolore. E’ bagnata ma molto stretta, quindi spingo piano. Quando sento che entra agevolmente aumento il ritmo. Sento le sue gambe che si agganciano ai miei fianchi e i suoi gemiti sempre più acuti. Io sono ormai al limite, do ancora qualche colpo e poi la riempio di sperma. Lei ha delle contrazioni per l’orgasmo e rimane agganciata a me. 


Rimaniamo abbracciati uno sopra l’altra. Roberta raramente si lancia in effusioni ma non aveva scopato ed era vogliosa. Così si avvicina a noi, mi gira il viso e mi bacia. Io ricambio ma poi le prendo il viso e lo avvicino a quello di Anna e impongo loro di baciarsi. All’inizio non sono particolarmente felici ma le accarezzo per eccitarle e si lasciano un po’ andare. Anna, poi, ci prende gusto e la bacia con passione. Mi sfilo da Anna, prendo Roby per il collo e le sposto il viso sulla fica di Anna e le dico di leccare. Lei sente il mio odore e questo la spinge a leccare la fica piena di sperma. Anna geme forte, segno che apprezza. Il mio pene apprezza anche lui perché torna duro. Mi porto dietro l’enorme culo di Roby, le dico di allargare le gambe e lo spingo dentro nella fica.


Roby inizia subito a godere e alza la testa per gemere e grugnire, ma Anna le spinge la testa tra le gambe. La scena che ho davanti mi eccita molto. Do qualche sculacciata forte al culone e sento Roby che geme per il piacere. La cavalcata va avanti così fino a quando non vengo. Ci sdraiamo tutti e tre vicini. Bacio Anna mentre infilo due dita nella fica di Roby per prendere un po’ del mio sperma. Poi lo porto alla bocca di Anna che succhia avidamente. Infine impongo loro di baciarsi ancora per assaporare insieme il mio sperma. Infine rimaniamo abbracciati per molto tempo.


Finora è stata la mia unica esperienza di sesso a tre. Purtroppo Anna non è più riuscita a venire a Rivanazzano e, dopo qualche mese, ho lasciato Roberta.


Nota: se vi piacciono i miei racconti mettete un voto positivo, così ne scriverò di nuovi. E seguitemi su Instagram  per vedere le modelle di cui parlerò: https://www.instagram.com/kaasphoto73/


 


Attenzione: questi racconti sono protetti da copyright. E’ vietata la riproduzione, anche parziale, se non dietro mia autorizzazione scritta.

Visualizzazioni: 3 359 Aggiunto: 6 mesi fa Utente:
Categorie: Trio Lesbo Etero