Mia sorella ha pochi anni meno di me. Tutti e due ne abbiamo più di 50.
Abbiamo vite diverse: io ho famiglia, lei è divorziata e vive sola.
Non so da quanto tempo non abbia un uomo. Non sono affari miei, ma mi dispiace. Anche perchè mia sorella è tutto sommato una bella donna, e comunque meriterebbe di vivere momenti appaganti. Devo dire la verità: non mi dispiacerebbe fare l'amore con lei. Ma non credo ci sia trippa per gatti. Tanti anni fa, quando eravamo molto più giovani, le chiesi di spogliarci e vederci nudi. Rifiutò schifata.
***
Oggi sono andato a casa sua ad aiutarla a spostare dei mobili. Quando abbiamo finito lei è andata a farsi una doccia. E a me è venuta un'idea. Mi sono spogliato completamente, ho accarezzato un po' il mio amichetto che comunque non ne aveva un gran bisogno e sono entrato nel bagno. Il box doccia è trasparente, e lei mi ha visto subito e ha cominciato a urlare. Io mi sono fermato a guardarla. Una bella passera pelosa e due tettine ine ine. Lei cercava di coprirsi in qualsiasi modo e mi urlava di andarmene. Sono uscito dal bagno e mi sono rivestito. Quando lei è uscita aveva gli slip e una canotta. Mi ha chiesto cosa ci facevo ancora lì, che dovevo andarmene e non tornare mai più.
Perchè?, le ho chiesto. E me lo domandi pure, mi ha risposto. Pensavo che un cazzo dovresti averlo già visto, le ho detto. E lei: ma sei mio fratello! E con ciò? Siamo adulti e vaccinati, ho detto io. Vattene, continuava a dire lei. Bene, me ne vado, però voglio chiederti una cosa: quando hai scopato l'ultima volta? Non sono affari tuoi, mi ha risposto. Come vuoi, però mi dispiace. Credo che ti meriteresti ogni tanto dei momenti di felicità. E a me piacerebbe tanto regalartene qualcuno. Tu sei malato, vattene, continuava a ripetermi. Perchè malato? Non è da tutti i giorni fare l'amore con qualcuno che ti vuole veramente bene. Sei sicura di non volerlo? Era rossa in viso, di rabbia e di vergogna. Sei mio fratello, mi ripeteva. Mi sono avvicinato a lei. Mi sono fermato quando le punte dei nostri nasi erano a 10 cm. Vattene, lei diceva. No, dicevo io. Mi metto a urlare, diceva lei. Per venti secondi siamo rimasti in silenzio guardandoci negli occhi. Poi ho osato. Ho incollato le mie labbra alle sue. Mi aspettavo un ceffone che non mi è arrivato. Ci siamo staccati. Altri venti secondi di silenzio. Poi è stato il suo turno di baciarmi. Le ho messo la lingua in bocca. Non ha rifiutato. Me la sono tirata vicino, inguine contro inguine. Le ho tolto la canotta e le ho baciato le tette. sono sceso continuando a baciarle la pancia, sono arrivato agli slip e glieli ho abbassati. Ora era completamente nuda. Le ho baciato la gnocca col risucchio, godendomi la sua peluria. Ha emesso un gemito. "Allora, è un problema se siamo fratelli?" le ho chiesto. "Stai zitto e dammi il cazzo", mi ha risposto. "Non tanta fretta", ho detto. Volevo farle un servizio coi fiocchi. Le ho messo un dito dentro e ho ravanato godendomi i suoi gemiti. Quando è stata tutta bagnata mi son rialzato, lei mi ha sfilato la camicia e i pantaloni. Ora eravamo completamente nudi tutti e due. Siamo rimasti a guardarci l'un l'altro per alcuni secondi. "Sei bellissima", ho detto. "Sì, ma ora scopami" ha risposto. Si è seduta sul divano ed ha allargato le gambe.Io mi sono avvicinato con l'uccello in mano e le ho sfregato un po' la punta sulla fessura. Poi una piccola pressione è bastata a farlo entrare e a farla gemere fortissimo. Ho cominciato a muovermi avanti e indietro, i suoi urletti seguivano il ritmo del mio cazzo che la trapanava. Ora eravamo di nuovo bocca a bocca, le ho infilato un dito nel culo e ho detto "Ora ti sto chiudendo tutti buchi", "Taci e chiavami" ha risposto. L'ho fatta alzare e appoggiare al muro con le mani. L'ho presa da dietro, tenendola dai fianchi, ogni colpo che le davo la sconquassava. Le sue urla sono diventate sempre più forti, e quando mi è sembrata all'apice del godimento l'ho tirato fuori e la mia sborra le ha inondato la schiena. L'ho abbracciata, esausto. Lei ha detto "Grazie". "E di che?" "Di avermi aperto gli occhi, e non solo la figa. Ora voglio recuperare tutto il tempo perduto." Chi osa vince, ho pensato.

Visualizzazioni: 28 785 Aggiunto: 7 mesi fa Utente:
Categorie: Incesti
Tag: Incesto