Dopo la scopata con Carla la nostra vita tornò quasi normale, io ripensavo a mia moglie con un altro, da una parte mi rendeva geloso, dall'altra orgoglioso perchè aveva messo in atto i miei insegnamenti, ed un'altro uomo che non ero io l'aveva trattata da puttana. Passate le vacanze mia moglie tornò ad uscire con le amiche una volta alla settimana, mi accorsi che tutte le volte che rientrava, ovviamente alla sera tardi, aveva voglia di scopare e le sue mutandine erano bagnate, mi venne il dubbio che le sue amiche fossero una scusa per scopare con un'altro. Un sabato che eravamo a casa affrontai l'argomento chiedendo


"Dove siete andate ieri sera"


Lei "in birreria a parlare"


Io "posso sapere di cosa avete parlato o è un segreto"


Lei "di cose da donne e di coppie" si fermò un attimo poi riprese a parlare 


"ho scoperto un pò di cose sulle mie amiche e sui loro mariti, aspettavo a parlartene per dirti qualcosa in più"


Io "sei sicura non è che stai facendo esperienze con un'altro uomo?"


Lei mi guardò e scoppiando a ridere disse "pensi che vada a scopare con la scusa dell'uscita con le amiche? Ma sei scemo il tuo cazzo mi basta e mi avanza, anzi mi sembra di non fare abbastanza. Ho scoperto che fanno scambio di coppia e che Carla appena può si inserisce come terza"


Io "sei sicura o è solo una scusa per tenermi buono"


Lei "ma che cazzo dici, quella puttana di Carla ha parlato alle altre di te e così ho scoperto che ognuna si è scopata il marito delle altre, ed ognuna sa quello che è successso"


Io "da quanto ho capito frequenti delle belle amicizie"


Lei "pensa che la prima sera che siamo uscite dopo le ferie, Carla si è vantata di averti scopato, le altre si sono complimentate, hanno chiesto e lei ha dovuto spiegare cosa avete fatto"


Io "e tu come ti sei sentita?"


Lei "all'inizio non l'ho presa bene e cercavo di interrompere il racconto, poi hanno cominciato a farmi i complimenti per lo stallone che sei e mi sono cominciata a vantare"


Io la guardavo allibito, la mia mogliettina che prima del matrimonio non faceva certe cose perchè si sentiva puttana, in un'estate si era fatta sbattere da un altro e si vantava con le amiche dei nostri rapporti intimi, mentre pensavo a queste cose lei continuò il racconto della serata


"Carla ci ha detto che un paio di giorni prima era andata a letto con tre uomini e li aveva fatti godere tutti, io ingenuamente le ho chiesto cme avesse fatto, si misero tutte a ridere e poi mi spiegò che mentre ne sucava uno gli altri due si davano da fare con il suo culo e la sua figa"


Rimanemmo in silenzio poi le mi disse


"pensa che mi hanno chiesto, se quando sei libero ti faccio andare da loro così provano la verità di quello che ha detto Carla, ma Carla le ha bloccate dicendole che la punizione che le avevo dato per quella scappatella era stata pesante ed ha raccontato cosa abbiamo fatto"


Io "non si vergogna proprio di niente, quindi io avrei dovuto dare la prova che quello che abbiamo fatto con Carla, era la verità, tu cosa hai risposto e mica gli avrai raccontato di quello che è successo al mare?"


Lei "no ma sei matto non devono saperlo che per una volta ho fatto la zoccola con un'altro e che mi ha fatto godere, la loro idea di matrimonio è molto aperta, infatti mi hanno spiegato che mentre tu vai a letto con una di loro io posso fare lo stesso con i loro mariti"


Io la guardavo pensandola in ginocchio alle prese a succhiare un cazzo e a prenderne un'altro da dietro, mia moglie si accorse che ero pensieroso e mi disse


"cosa pensi?"


Io "niente ma non mi immaginavo che le vostre serate fara amiche fossero così piccanti, per quello quando arrivi sei tutta bagnata"


Lei "scusami ma mi eccito a sentirle parlare, poi quando Carla ha parlato della sua ultima avventura capisci....."


Io "pensavo che tornassi bagnata perchè magari avevi conosciuto qualcuno che ti interessava sessualmente",ura, la mia non è stata così traumatica ma mi sono sentito in colpa, infatti la seconda volta con te è andata meglio"


Poi lei pensierosa mi dice


"sai di questa estate non ti ho raccontato proprio tutto"


Io "in che senso che hai scopato con altri?"


Lei "no e che non ti ho spiegato di come mi sentivo e di come sono sentita dopo"


Io "allora dimmi tutto"


Lei "dopo che mi ha invitata nella cabina, la mia testa diceva no perchè sapevo cosa sarebbe successo, ma il mio corpo voleva avere la prova dei miei pensieri, sono arrivata alla porta e dopo essermi guardata in giro sono entrata, lui era lì ad aspettarmi nudo e con la mazza dura, come sono entrata mi ha fatto inginocchiare e tenendomi per la testa me l'ho messo in bocca, io non ho opposto resistenza, convinta si accontentasse di un pompino, leccavo tutto il cazzo e poi mi disse di leccare anche le palle che per una pompinare come me doveva essere la normalità. Era lungo e duro, il tuo è più grosso, quando fu bello bagnato mi alzò e piegandomi sul tavolo mi tirò giù gli slip e appoggiò il cazzo che entrò subito per quanto ero bagnata, lei continuò dicendomi che avevo proprio voglia di cazzo e che l'avevo trovato, io avevo già goduto quando ero in ginocchio, ed ora avevo un orgasmo dietro l'altro, mentre lui mi scopava e mi trattave come una vacca tenendomi le mani sui seni, capii che stava per godere e gli chiesi di non venirmi dentro, si tolse in tempo e sborrò sulla schiena, quello che non ti ho detto che mi fece girare e rimettendomi davanti a lui mi prese la testa e mi obbligò a leccare tutto lo sperma rimasto sulla cappella, dicendomi che così andava meglio che le puttane come me devo ingoiare tutto, poi mi rivestii mentre lui mi diceva ci vediamo domani che ti rompo il culo, sono uscita e sono andata a fare la doccia"


Restai in silenzio io l'avevo sempre rispettata anche se le avevo insegnato tutto per farla diventare la mia puttana e un vecchiaccio schifoso si era permesso di trattarla come la peggiore puttana di strada.


Lei "bene ora sai tutto e quindi mi aspetto che mi dici qualcosa"


Io "pensavo di essermi comportato male per aver scopato Carla, ma non è stato così traumatico come il tuo tradimento, non è cambiato niente anzi il nostro rapporto è migliorato sappiamo che ci possiamo parlare liberamente di tutto e anche di sesso"  


Si alza dal tavolo mi viene davanti e facendomi girare si mette in ginocchio mi sbottona i pantaloni e tirandomi fuori il cazzo senza dire niente comincia ad accrezzarlo, è già duro, lo prende tutto in bocca e comincia a leccarlo mentre con le mani mi massaggia le palle, cerco di resistere ma mi sta facendo il più bel pompino di sempre, sto per godere le tolgo la testa in tempo perchè uno schizzo di sperma parte in alto, ricade sulla sua faccia, mentre con la mano continua a segarmi e l'altra continua a massaggiare le palle poi dice


"avevi proprio voglia di godere"


Senza aspettare la mia risposta riprende in bocca il cazzo leccando la sborra che è rimasta sulla cappella io la fermo e lei mi dice


"fa sempre schifo ma la sua era peggio"


Io "vedi almeno qualcosa ti ha insegnato e così puoi fare paragoni"


Lei "si ma è la prima e ultima volta preferisco che godi nel culo che in bocca" aggiunge "sono sempre la tua puttana il mio corpo è sempre a tua disposizione per farti godere"


Io "adesso andiamo a prendere il poi stasera si che ti faccio sentire troia"


Alla prossima.

Visualizzazioni: 3 610 Aggiunto: 10 mesi fa Utente:
Categorie: Confessioni
Tag: Porche