la scelta di rimanere autonomi, di non presenziare in tutto e per tutti in copia, ha i suoi lati positivi ma anche sui lati negativi. Oggi ucciso di godermela, pertanto sulla tunica ci attacco la pacht del passivo bisex e minore altro nei meandri della perversione. Raggiungo in fretta un paio di stanze però troppo piene  di persone, e mi soffermo a spiare tutti questi bei maschi intenti a fare sesso. Lo stimolo è enorme. Poi trovi una stanza dove tre uomini si stanno godendo i propri corpi stimolandoci a vicenda. Entro, ed in penombra vedo questi tre maschiacci nudi. Non appena volgono lo sguardo verso me, lascio cadere la tunica ai miei piedi, e rimango nudo come loro. Ho il cazzo in tiro. Non faccio in tempo a pensare il da farsi che uno dei tre si avvicina il cazzo turgido. Per farlo, si piega 90° ed ecco che uno degli altri due arriva e dolcemente gli si infila nel culo iniziando a pomparlo. E poi come fossimo d'accordo, ci lasciamo un attimo… Giusto quell'attimo per arrivare sul lettone dal lenzuola rosse, sdraiarsi ed avvinghiarsi con il nostri corpi. Bellissimo e sensuale l'effetto di queste lingue che tiravano la bocca, che poi salgono scendono verso il cazzo, una succhiata poi ennesimo bacio in bocca e poi una succhiata all'altro cazzo per poi tornare a baciarti… La sensazione di sentire il sapore dei corpi, dei cazzi diversi… Una eccitazione incredibile. Purtroppo il gioco dura poco in quanto in una decina di minuti a vicenda, uno viene dentro l'altro sborrando nel culo altrui. Qualche minuto di riposo e poi una bella doccia, si torna ad indossare la tunica e si prosegue il giro del castello… Facendo mente locale sul pezzo che mia moglie oggi ha  attaccato al proprio abito, cerco di trovarla nelle varie stanze del piacere. un flash..Mi viene in mente il simbolo dell'ingranaggio… Simbologia inequivocabile dei giochi meccanici. Quindi mi avvio verso la sala preposta. Come impone la regola entro in silenzio, senza toccare nulla limitandomi a guardare. Ci sono vari corpi femminili, chi sdraiati a gambe spalancate, chi messi  a pancia in giù, chi messo a cavallina, chi legato ad una sorta di argano... tutti questi corpi sono continuamente penetrati da enormi cazzi di materiale plastico più o meno morbido. Sono falli enormi, che ti portano a pensare dove il corpo femminile possa nasconderlo dentro di sé. Poi vengo rapito dalle sommesse urla godereccio o sofferenti, a seconda del caso specifico. Una donna dai capelli rossi sta facendo il pompino al suo compagno mente una sorta di macchina pneumatica comandata dal marito, la penetra con un doppio fallo sia nella fica che nel culo. Il marito un'imposta la velocità ed anche la dilatazione  sino a farla soffrire... altre donne a carponi si fanno penetrare da questa sorte di cavallino meccanico, godendo all'infinito. In questa stanza vi sono donne e uomini che pur non conoscendosi paiono essere collaboratrici dei giochi… Si incontrano gli sguardi senza alcuna vergogna anzi si possono notare quei sorrisini goderecci che stimolano la compagna di giochi a provare anche lei… Al centro della sala quella sorta di carrucola con una donna che è legata a gambe e braccia spalancate a mo' dell'uomo vitruviano di Leonardo. Vi sono logicamente dei supporti che fanno appoggiare i piedi ed altri supporti che fanno appoggiare i gomiti in caso di necessità… Mi avvicino sommessamente e mi accorgo che la puttana in questione altri non è che mia moglie Valeria. E lei è intenta a godere, e gli occhi sono praticamente sempre chiusi… Quei pochi attimi che li spalanca stanno ad indicare che sta godendo follemente. In questo momento è quasi seduta a terra. Questo vuol dire che il membro fallico artificiale tutto dentro nel corpo. Le sue ginocchia sono piegate ed essendo legata non riesce a spalancarsi di più come sembra vuole fare per farsi smembrare. Poi lentamente  il ragazzo addetto al gioco, la fa risalire. Lentamente vedo fuoriuscire questo cazzo enorme. È un cazzo delle dimensioni cavalline. Il mio primo pensiero è che quando la scoperò io la prossima volta andrò a farlo con un braccio oppure non mi sentira' neppure entrare dentro se. L'attrezzo sale fino ad estrarsi  completamente. In questo momento vedo fiotti di liquido  uscire dalla figa di mia moglie. La mia cagna deve avere goduto come non mai. Poi piano piano torna a scendere e farsi penetrare prima volta. A questo punto, facendo cenno con la testa, comunica al tecnico a volontà di venire entrambi. Ed infatti l'uomo, limita la penetrazione in profondità in non più di una ventina di centimetri, ma imposta una velocità elevata tanto che mia moglie non riesce nemmeno più ad ansimare... è un miagolio continuo… Poi ad un certo punto attrezzo rallenta quasi a fermarsi e dalla cappella, fuoriesce uno spruzzo di liquido bianco che poi scoprirò essere latte, poi velocemente rientra nella sua fica e la inonda. Quando torno ad essere strato, dal corpo "sventrato" a colpi di cazzo di mia moglie, cola tantissimo liquido in questo preciso istante alcuni uomini prima intenti a manovrare i giochi alle proprie donne, si mettono sotto e si fanno lavare e bevono il liquido... poi vengo invitato ad uscire e soddisfatto, mi indirizza verso la porta non prima di aver mandato un bacione a mia moglie.la mia stupenda cagna infoiata. Non vedo l'ora arrivi sera per farmi raccontare le sensazioni provate.

Visualizzazioni: 1 192 Aggiunto: 10 mesi fa Utente:
Categorie: Bondage e Sadomaso