A 15 anni le seghe non mi bastavano mai, anche se me ne facevo un paio al giorno quando andavo a letto prima di addormentarmi me ne dovevo fare una.  Nel letto ero tranquillo che i miei non sospettavano come quando stavo troppo nel cesso e potevo godermi il piacere a lungo.  La sborrata non era un problema.....i calzini andavano benissimo, ci infilavo il cazzo quando stavo per venire e godevo, poi la mattina ormai secchi me li rimettevo.  Con gli anni le seghe notturne sono diventate un'abitudine. A volte mi svegliavo di notte col cazzo duro e allora senza persarci un attimo, mi abbassavo pigiama o mutande e mi masturbavo.  Da sposato inizialmente il numero di seghe notturne si era ridotto ma con il passare degli anni e la monotonia di scopare sempre lei, anche le seghe notturne sono riprese. Purtroppo la tecnica dei calzini non andava piu' bene e quindi molto spesso dovevo andare in bagno a finire la sega mentre lei dormiva.  Il piacere di sborrare tranquilli pero' veniva a mancare e negli ultimi anni, complice il fatto che lei lo sa che mi sego molto, mi tengo un piccolo asciugamanino vicino al letto cosi' quando mi masturbo posso sborrarci dentro. Lei ovviamente la mattina se ne accorge dell'asciugamanino sborrato ma se ne frega, basta che non le chiedo di scopare e tutto il resto non le interessa. A volte capita che anche lei si masturbi nel letto credendo che io stia dormendo e allora li l'eccitazione sale con l'attesa che lei raggiunga l'orgasmo e si rimetta a dormire. Quelle seghe sono le piu' eccitanti e le sborrate le piu' copiose. 

Visualizzazioni: 3 873 Aggiunto: 10 mesi fa Utente: