Il giorno dopo passai da Anna a lasciare il dovuto e mi disse che Laura era stata molto contenta di com'era andata la giornata. Ovviamente mi chiese i particolari ed io le raccontai cosa avevamo fatto, ovviamente il racconto stimolò Anna che mentre raccontavo si masturbò davanti a me, godete ed io dovetti leccare tutto, uscii da casa sua che avevo il cazzo duro. Mentre salivo a casa incontrai mia zia che usciva da casa mia e mi disse "andiamo a fare un po' di scuola guida?" già sapevo come sarebbe finita ma risposi "si prendo solo il foglio rosa ed arrivo", entrai in casa presi il documento e dissi a mia madre dove andavo. Scesi e trovai mia zia già seduta in macchina dalla parte del passeggero, entrai e dissi "ma non è presto per andare a scuola?" lei rispose "comincia a partire poi vediamo" misi in moto e lei mi indicò dove andare, mentre partivo lei tirò su un po' di più la gonna che portava all'altezza dell'inguine facendomi capire che non indossava le mutandine, ovviamente ero già eccitato, infatti allungò la mano a toccarmi e dicendomi" passiamo a prendere una mia amica". Faceva caldo quindi finestrini giù, arrivammo dove ci aspettava la sua amica, che scoprirò poi sia una infermiera come mia zia, mi fece fermare lei scese e salì dietro, mentre la sua amica prese il suo posto a fianco a me. Partimmo e notai subito che anche lei tirò su la minigonna con la scusa del caldo, mia zia da dietro mi disse di prendere la strada per uscire dalla città, mentre guidavo loro due conversavano tranquillamente di cosa avevano fatto il mattino al lavoro, come se io non ci fossi, capii che quella mattina mia zia aveva dovuto fare un pompino e farsi inculare dal primario, mentre la sua amica raccontava che mentre faceva il giro visite con il dottore, in una camera dove c'era un paziente che doveva essere dimesso il dottore gli aveva detto di visitarlo e facendolo spogliare si accorse che aveva il cazzo duro, quindi il medico le disse di controllare lo stimolo inguinale più da vicino e finì col la bocca sul suo cazzo, mentre faceva il lavoretto, il dottore da dietro tirò su la gonna e spostato il perizona se la scopava, ovviamente fece godere tutte e due. Mentre loro parlavano io mi dirigevo in una zona industriale, ad un certo l'amica disse "ma è lui il tuo nipotino" lei "si che ne dici" lei mentre allungò la mano sulla mia coscia "carino e lui quello che ti scopi a casa?" lei "certo" nel frattempo mia zia mi indicò una zona in mezzo ai boschi piuttosto nascosta. Mi fece fermare la sua amica "bel posticino" intanto la sua mano mi toccava il cazzo, mia zia mi disse "tira giù il sedile e togliti la maglietta" io tolsi la maglietta ed abbassai il sedile e girando la testa mia zia che aveva tirato su la gonna restando a figa scoperta, la sua amica mentre mi accarezzava il petto mentre scendeva con la mano disse a mia zia "posso?" lei rispose "fai pure quello che vuoi" allora lei infilò la mano nelle mie mutande toccando tutto, mia zia nel frattempo si stava masturbando davanti alla mia faccia. Io mi stavo eccitando, poco dopo sentii che mi tirò giù tutto insieme lasciandomi completamente nudo, disse "un po' magro, ma un bel cazzo" mia zia "te lo avevo detto che ti saresti divertita" dopo un po' sentii la sua bocca cominciarmi a leccare, io per istinto infilai la mano sotto la gonna e cominciai ad accarezzare la figa per poi infilare un dito dentro, godette quasi subito. Nel frattempo mia zia si era messa in una posizione più comoda per farsi leccare, la sua amica ci sapeva fare ero duro come una pietra, ad un certo punto si staccò e disse a mia zia "ho voglia di scoparmelo ti dispiace se lo cavalco" mia zia "fai pure e tutto a tuo disposizione" lei allora, con un po' di fatica scavalcò il sedile è poi si mise sopra infilandolo dentro. Ovviamente io ero impegnato con la figa di mia zia, una mi scopava e l'altra mi faceva leccare tutto il suo godimento, mentre erano impegnate ad un certo punto cominciarono a limonare, se fosse passato qualcuno avrebbe due donne a seno scoperto che limonavano, non avrebbero visto di sicuro me sotto. Soprattutto stavano godendo come due troie, io stavo per godere e lo feci notare, la sua amica si sfilò in fretta e lo prese in bocca, mentre mia zia esausta si tolse dalla mia faccia e si sedette, io rimasi sdraiato, nudo, con lei che mi sucava per bene fino a farmi godere, venni abbondantemente e lei non si fece problemi ad ingoiare. Alla fine la scena finale era io sdraiato nudo col cazzo appoggiato sul mio inguine, la sua amica a cosce larghe seduta a fianco, mia zia dietro a cosce larghe, alzai il sedile e aperta la porta scesi per rivestirmi, loro due si risistemarono, io salii e dissi "torniamo a casa?" risposero in coro "si" ripresi la strada e nel viaggio di ritorno la sua amica chiese "ma quando posso scoparlo in un letto?" mia zia "adesso vediamo se fai la brava ti organizzo un incontro" lei rivolgendosi a me "verresti da me?" io guardando dallo specchietto mia zia stavo per rispondere ma mia zia mi anticipò "adesso vediamo" lei "perchè hai paura che faccia qualcosa di sbagliato e tu devi controllarlo" mia zia "no è perchè ha molti impegni" lei "ho capito scopi parecchio allora" io "abbastanza ma prima devo far godere lei" l'amica "ho capito il cazzo prima è suo e poi delle altre" mia zia "si è così" intanto arrivammo dove avevamo incontrato la sua amica, lei scese ringraziandomi per il divertimento, mia zia salì davanti e tornammo a casa. 

Visualizzazioni: 3 314 Aggiunto: 1 anno fa Utente:
Categorie: Sesso di gruppo
Tag: Cavalcate