Alla fine sono riuscita a farlo uscire di casa e dal palazzo senza che nessuno si rendesse conto di ciò che era successo .


Più tardi tornarono i mie figli poi mio marito e io riuscii a fare finta che nulla fosse successo le giornate tornarono a passare come sempre il timore che ( vampiro ) mi cercasse o mi metesse in imbarazzo scemò piano piano e mi convinsi che veramente lui avesse mantenuto la promessa di non farsi più sentire 


Io continuai la mia vita da casalinga e il ricordo di quella pazzia però resto nella mia mente come una piacevole gratificazione che a volte mi riaccendeva la passione e rendeva più caldi i rapporti sessuali con mio marito , credo che anche lui se ne fosse reso conto visto che a volte si complimentava dicendomi che lo avevamo fatto da urlo e che c'era più passione fra noi 


Questa cosa mi fece riflettere e cancellare totalmente ogni senso di colpa che la mia giornata di trasgressione aveva lasciato , così passarono alcuni mesi in tranquillità e spensieratezza 


sul finire del estate con la mia famiglia decidemmo di passare alcuni giorni in una località di montagna non molto distante da Milano e affittammo una piccola baita per una breve vacanza rilassante , bellissime giornate scandite da passeggiate tra il verde, colazioni sul balcone, cenette in famiglia e serate con il camino acceso . poi  una mattina molto presto i mie tre uomini decisero che bisognava andare a fare un giro per boschi in cerca funghi io sinceramente quel giorno non ne avevo proprio voglia e mi limitai a riempire  uno zaino di panini tavolette di cioccolata e qualche bottigletti di acqua e bibite 


Dopo la loro partenza decisi che essendo sola sarei andata a fare colazione in un bar pasticceria che si trovava a poche centinaia di metri dalla baita in un piccolo borgo dove c'erano anche alcuni negozi alimentari macelleria e poco più 


Me ne stavo tranquilla sorseggiando un cappuccino e leggendo una rivista  nonna mi accorsi che in un tavolino vicino si fossero seduti 4 ragazzini anche lore per fare colazione ma una voce  giovanile mi distolse dalla mia lettura  <<Roberta buon giorno che piacere >> io mi voltai sorridendo ma restai di pietra quando vidi(vampiro) con fatica risposi <buongiorno> e non sapendo neanche il vero nome restai li con un finto sorriso stampato sul viso 


<A vedo che ti ricordi di me > e si avvicinò  dandomi un bacio sulla guancia sussurrò sono  michele


io mi ripresi un po'  cosa ci fai qui Michele   


be' vengo qui spesso con la mia famiglia loro sono amici che vengono come me da anni a fare le vacanze qui abbiamo tutti dei parenti in queste zone , tu piuttosto come mai qui e la prima volta che ti vedo 


si si e la prima volta sono qui per qualche giorno con la famiglia ora loro sono a fare una passeggiata in montagna , be' ragazzi vi lascio e senza perdere tempo mi alzo pago e mi avvio verso casa ero molto confusa anche preoccupata ma speravo che la situazione si sistemasse e non avesse un seguito 


dopo un breve tragitto però mi sento chiamare Roberta dai aspetta, mi volto e vedo che Michele si sta avvicinando e i suoi amici sono un po' più in dietro lui mi raggiunge dove vai così di corsa  


be' vado a casa sto qui vicino 


dai fermati un attimo 


io continuo a camminare , no mi spiace ma ho da fare 


ma dai sei in vacanza , un attimo!! 


mi fermo e veniamo raggiunti anche dai suoi amici 


ragazzi questa è Roberta Ve ne avevo parlato vero? 


loro mi scuadrano da cima a fondo e sorridendo , si si certo certo 


io mi sento sprofondare devo essere diventata rossa come un peperone 


vedi Roberta loro non mi credevano quando gli ho raccontato ora però ci crederanno 


e ridendo dice vero che ci credete e avete visto che bellissima donna e Roberta ? 


io mi rimetto a camminare verso casa e senza voltarmi ribatto non c'è nulla a cui credere ci siamo conosciuti per sbaglio 


si si un bellissimo sbaglio ragazzi Roberta e una donna stupenda è timida ma se vuole viene giù il mondo 


allungo un po' il passo manca poco a casa siamo sul sentiero nel prato e Michele mi cammina di fianco gli altri pochi metri dietro 


a bassa voce dico perché mi fai fare ste figure 


che figure ti sto solo facendo i complimenti i mie amici pensavano fossero mie fantasie ma già ti considerano un dea


ma che dea sono sposata ho figli mi dovete dimenticare andare a cercare ragazze della vostra età 


ma dai non puoi dimenticare quello che abbiamo fatto 


e invece lo dimenticato , senti io sono arrivata andate via o chiamo mio marito 


ma non è andato a camminare in montagna ? 


be' si forse ma ora torna 


dai Roberta mi spiace che lai presa male pensavo solo a ricordare quella volta e che ci avremmo riso su ........... CONTINUA 


 


 


 

Visualizzazioni: 3 536 Aggiunto: 1 anno fa Utente:
Tag: Amatoriale