Siamo andati verso la tenda, abbiamo preso le cose per farci la doccia e siamo andati in doccia.. io mi sono infilato nella doccia insieme a Francesca.


Mentre la vedevo che si lavava con cura la vagina e l’ano mi sono eccitato pensando a quanto l’avevano penetrata e mi è venuto di nuovo duro.. lei vedendo che ero in erezione mi ha subito detto che le bruciavano sia la vagina che l’ano e che non voleva assolutamente più voglia  di fare sesso..io allora le ho chiesto come fosse finita girata a pancia in giù e come fosse successo che avevano iniziato a metterglielo nel culo.. 


Lei era imbarazzato e sembrava infastidita dalla mia domanda e mi ha risposto.. “e che ne so.. è successo.. non ero io che decidevo cosa mi facevano.. e tu dove eri.. avresti potuto aiutarmi ad evitare che me lo facessero..”


Da come diceva sembrava quasi che fosse colpa mia che era successo.. se avesse saputo che ero stato io a provocare tutto quello non so come avrebbe reagito ma credo proprio che non avrebbe reagito bene..


Io ho insistito con le domande.. volevo che mi raccontasse come era andata.. o meglio come lei aveva vissuto quel momento.. e insistendo un po’ aveva iniziato a raccontarmi la sua versione


“A un certo punto mi hanno girata.. ma subito non mi sono preoccupata, anzi lo sai quanto mi piace quando lo facciamo a pecora.. poi mi sono sentita aprire le natiche con le mani e sentivo che mi toccavano con le dita dietro.. e fino a quel punto andava bene, lo sai che mi piace.. poi uno mi ha infilato un dito dietro e mi ha fatto male.. in quel momento ho capito che si metteva male e ho cercato di farmi lasciare ma mi continuavano a tenere e poi uno mi ha infilato il cazzo nel culo.. mi faceva malissimo e gridavo di lasciarmi e di non farlo.. quelli intorno gridavano di farmi il culo.. sti bastardi più gridavo per il male e più li sentivo gridare eccitati.. di li in avanti me lo hanno messo dietro in tanti.. e poi a un certo punto ti ho visto, tu eri lì e hai visto.. porco potevi fermarli..”


Io le ho detto che quando ero arrivato non si stava lamentando anzi mi sembrava che le stesse piacendo.. che c’erano in fila anche i nostri amici e che ero stupito nel vederla così perché con me non aveva mai voluto farlo malgrado le avessi detto tante volte che mi sarebbe piaciuto provare.. poi le ho confessato che mentre pensavo di mettermi in fila anche io era arrivata la polizia e che mi ero perso una cosa che da anni volevo provare con lei.. quando le ho detto che sembrava piacerle lei mi ha risposto che non era vero che le piaceva.. e che se ansimava e gemeva non era di piacere.. ero tentato di dirle  che l’avevo inculata anche io e che mentre lo facevo la sentivo gemere e ansimare e che erano chiaramente gemiti di godimento.. ma ho preferito non farlo.. poi finita la doccia siamo andati a dormire anche se ormai era quasi l’alba.


Siamo crollati in un sonno profondo e abbiamo dormito quasi fino a mezzogiorno.. poi il sole e soprattutto uno dei nostri amici ci avevano svegliati.


Era uno dei single, quello che la sera prima, quando è arrivata la polizia sulla spiaggia , aveva appena iniziato a godersi il culo di Francesca.. 


Io e Francesca dormivamo nudi e lui quando è arrivato ci aveva chiamati da fuori della tenda, poi aveva aperto la tenda e si era infilato dentro senza farsi problemi per il fatto che noi fossimo nudi…..anche noi ormai non ci formalizzavamo più visto tutto quello che era successo fra di noi nei giorni precedenti e sia io che Francesca siamo rimasti così come eravamo senza farci nessun problema… io però godevo della situazione, la mia fidanzata restava completamente nuda di fronte ad un amico e questo mi eccitava da impazzire. subito ci ha chiesto se eravamo riusciti a sfuggire alla retata della polizia.. anche lui era scappato in mare.. si era coricato anche lui ed era vicino a Francesca che era naturalmente ancora tutta nuda in mezzo a noi due.


Poi dopo averci raccontato che anche gli altri erano sfuggiti, ha detto a Francesca.. “ sai che ieri sera quei bastardi sono proprio arrivate nel momento sbagliato.. ti ricordi casa stavo facendo con te quando sono arrivati..?” Francesca lo sapeva benissimo cosa lui stava facendo.. era arrossita in viso e ha risposto un po’ imbarazzata che lo sapeva.. e lui ha proseguito dicendo che era un momento fantastico.. e ha iniziato a descrivere dettagli.. Francesca era rossa in viso dalla vergogna.. lui le stava dicendo che il suo culto era fantastico che stava godendo a metterglielo da dietro e che lo aveva eccitato da impazzire sentirla godere mentre lui la penetrava nell’ano.. e mentre raccontava i dettagli aveva il pene duro.. diceva a Francesca “guarda come mi è venuto solo a pensare a ieri sera.. promettimi che mi fai riprendere da dove ci siamo fermati.. dai promettimelo…” 


Francesca era rossa in viso e imbarazzatissima.. con me, mentendo, aveva detto chiaramente che non aveva goduto.. 


Non sapendo quello che io avevo visto e quello che avevo fatto nel suo culetto pensava che io ci avessi creduto e ora il nostro amico stava rovinando tutto… Francesca mi guardava e provava a dire a lui che in realtà a lei non era piaciuto.. lui era scoppiato in una risata.. “ ma dai che dici.. ti vedevamo come te la stavi godendo..” 


Io intanto mi ero infilato il costume e avevo proposto il caffè ed ero uscito dalla tenda per prepararlo.. la tenda era aperta, Francesca era sempre nuda e lui che, eccitatissimo, continuava a parlare a Francesca aggiungendo particolari di quel momento.. Francesca provava a cambiare discorso.. era imbarazzata e non sapeva come uscirne.. lui era chiaramente eccitato e tra un particolare e l’altro che aggiungeva sul culo di Francesca continuava a dire a Francesca di guardare come lui fosse eccitato al ricordo e che voleva completare quello che avevano iniziato e continuava a chiedere a Francesca di promettere che lo avrebbero fatto.. Francesca diceva che non sapeva.. che era stata la sua prima volta da dietro e che forse non avrebbe voluto rifarlo.. ma lui insisteva.. diceva che aveva un culo fantastico.. e che per essere la prima volta era stata fantastica.. e da come la aveva vista godere sicuramente le sarebbe piaciuto rifarlo.. 


Passando davanti alla tenda vedevo lui che si era tolto il costume e abbracciava Francesca mentre le diceva che aveva una voglia da impazzire di fare l’amore con lei.. poi vedendomi mi ha chiesto.. “Carlo posso fare l’amore con Francesca..?” Io ero già eccitato e speravo che succedesse e gli ho risposto che non doveva chiederlo a me.. ma a Francesca.. 


Francesca gli diceva che aveva ancora tutto in fiamme dalla sera prima.. ma lui insisteva e Francesca a un certo punto ha ceduto dicendogli.. “ ok dai ma il culo no.. assolutamente no..!!”


Mentre preparavo il caffè sentivo soprattutto lui che ansimava eccitatissimo poi ho sentito Francesca dire “ no.. mi fa ancora male.. dai li no..” e lui ribattere “ solo un po’ il dito.. dai ti metto solo un po’ il dito..” 


Ecco che stava succedendo quello che speravo lui stava cercando di farle anche il culo.. Il caffè era pronto ho preparato anche le loro tazzine e mi sono affacciato alla tenda.. Francesca era coricata sul fianco lui era dietro di lei e la stava penetrando nella vagina ma al tempo stesso le stava mettendo un dito nel culo.. 


Gli ho chiesto se volevano il caffè e Francesca ha accettato subito.. forse per prendere tempo e per farsi togliere il dito dal culo.. mentre si bevevano il caffè lui commentava come il dito fosse scivolato dentro al culetto di Francesca senza opporre resistenza.. Francesca non aveva commentato quindi probabilmente non le era dispiaciuto.. poi lui mi ha detto dai.. vieni anche tu.. ma io volevo vedere cosa succedeva.. e così ho detto che mi sarei fumato una sigaretta.. 


Lui si era ributtato su Francesca che si era rimessa nella posizione di prima e mentre prendevo le sigarette dalla tenda lui stava già di nuovo penetrando Francesca.. mentre ero fuori ho sentito Francesca dirgli di fare piano che le faceva ancora male… ecco che stava di nuovo mettendo qualche cosa nel suo culo.. probabilmente ancora il dito.. poi dopo poco ho sentito Francesca dire “no dai mi fa ancora male” e poi ho sentito Francesca lamentarsi “fai piano.. piano.. mi fa male piano…” e poi subito dopo lui che diceva..” Francesca hai un culo fantastico.. mi fai godere..”


Ecco che era successo quello che speravo.. lui la stava inculando.. a quel punto avevo finito la sigaretta e per esserne certo mi sono affacciato alla tenda.. Francesca era sempre coricata sul fianco un po’ rannicchiata e lui dietro.. aveva il cazzo infilato per metà nel culo di Francesca che aveva una smorfia mista tra godimento e dolore.. lui con la saliva cercava di lubrificare il cazzo che tirava un po’ fuori e poi provava a rinfilarlo… lui era eccitatissimo e Francesca continuava a dirgli di fare piano.. vedevo il suo pene lentamente infilarsi sempre di più e vedevo sul viso di Francesca disegnarsi sempre di più una smorfia di godimento.. lui continuava a mettere saliva sul pene e vedevo che scivolava sempre più facilmente.. poi ha preso Francesca e l’ha fatta mettere a pecora le ha messo di nuovo una bella quantità di saliva sul suo buchetto e lo ha infilato di nuovo dentro.. questa volta ho visto il suo pene scivolare dentro senza resistenza e ha iniziato a fare su e giù.. vedevo il suo pene entrare e uscire nel culo di Francesca che iniziava ad ansimare e a gemere.. Francesca con la mano si toccava da sotto.. non capivo se si stava facendo un ditalino nella vagina o se si toccasse il clitoride.. così mi sono coricato vicino per vedere da sotto… da quella posizione vedevo il suo pene che entrava nell’ano di Francesca, la vagina che era bella dilatata e mentre il pene scorreva nel culo la vagina palpitava.. si apriva e si chiudeva al ritmo delle penetrazioni anali, vedevo il dito di Francesca che stimolava il clitoride.


Francesca quando si tocca il clitoride viene molto velocemente, in un paio di minuti di solito raggiunge l’orgasmo e sentendo come gemeva era molto vicina a godere. 


Pochi secondi dopo Francesca è venuta e lui non credo avesse capito che era venuta perché si sgrillettava ma aveva immaginato che fosse venuta per la penetrazione anale.. Sentendo Francesca che godeva lui si è eccitato ancora di più e ha iniziato a dare colpi forti e profondi al culo di Francesca e dopo un attimo è venuto anche lui.. è rimasto appeso al culo di Francesca anche per un po’.. si stava svuotando tutto il cazzo con movimenti lenti e si stava godendo il culo di Francesca e intanto con le mani la toccava tutta.. le accarezzava il culo le prendeva le tette e le strizzava poi le passava le mani sulla schiena e la prendeva per i fianchi e la faceva muovere lentamente per farla scorrere ancora sul suo cazzo che rimaneva ancora nel suo culo.


Francesca ansimava ancora e gemeva, i sui gemiti seguivano il ritmo del pene che ancora la penetrava lentamente.. poi quando lui lo ha tirato fuori Francesca si è coricata sul fianco.. io ero lì coricato vicino a loro e avevo la faccia molto vicina al culo di Francesca.. vedevo la sua vagina ancora dilatata e il suo ano bello aperto… mentre vedevo lo sperma iniziare ad uscire dall’ano di Francesco vedevo la vagina che si richiudeva mentre il suo ano restava ancora aperto.. poi anche quello ha iniziato lentamente a richiudersi.. io ero con il pene durissimo e avevo iniziato ad accarezzare Francesca.


Volevo farle il culo anche io.. così mi sono messo dietro di lei.. ho iniziato a strusciarmi con il pene sul suo culo.. Francesca ha iniziato a muoversi lentamente seguendo il mio movimento.. era il segnale che aspettavo.. così piano piano ho iniziato a spingerlo sul suo culo.. nel giro di pochissimo avevo il pene dentro il suo ano e la stavo scopando lentamente.. il nostro amico era ancora lì e accarezza Francesca che così si sentiva le nostre mani che la toccavano un po’ dappertutto e questo sembrava eccitarla molto.. mentre la penetravo lentamente Francesca ha iniziato a gemere e ansimare sempre più forte.. poi il nostro amico ha avuto di nuovo una erezione e prendeva la mano di Francesca e se lo faceva toccare.. nel frattempo avevo messo Francesca a pecora e la stavo penetrando sempre lentamente.. volevo godermi quel momento il più a lungo possibile.. poi il nostro amico ci chiede di mettersi sotto Francesca e si infila sotto di lei.. appena sistematosi sotto aveva preso per i fianchi Francesca e la stava tirando verso il basso.. voleva far mettere Francesca a cavalcioni su di lui in modo da poterglielo infilare nella vagina mentre io continuavo a incularla.. la mia eccitazione era cresciuta da impazzire sentivo che stavo per venire ma cercavo di resistere.. se Francesca si fosse messa giù avremmo provato la doppia penetrazione.. la cosa stava andando ben oltre le mie più sfrenate fantasie… Francesca dopo pochissimo aveva abbassato il bacino.. io l’avevo seguita senza uscire dal suo ano e lui da sotto aveva iniziato a strofinarlo sulla vagina di Francesca.. Francesca si muoveva lentamente e poi quando ha sentito il suo pene sulla vagina è scesa ancora un po’ facendolo infilare dentro…mentre il suo pene entrava nella vagina di Francesca lo sentivo salire su attraverso la sottile parete che separa la vagina dall’ano.


Francesca aveva iniziato ad ansimando e gemere fortissimo… stava godendo come non avevo mai visto prima.. poi ha iniziato a gridare come non aveva mai fatto.. ripeteva solamente “ si… si.. godo.. godo.. cosiiiii… siiiii.. e poi ha avuto un orgasmo fortissimo.. sentivo il suo culo stringersi e aprirsi sul mio cazzo e il nostro amico che le diceva che lo stava bagnando tutto.. io in quel momento sono venuto e da sotto il nostro amico muoveva velocemente il bacino la stava penetrando velocissimo.. Francesca continuava a gemere e a gridare come se il suo orgasmo non si fermasse.. il mio pene intanto era scivolato fuori e spostandomi in po indietro vedevo cosa c’era sotto Francesca.. sotto Francesca il lenzuolo e il materassino erano completamente inzuppati e vedevo le palle del nostro amico completamente bagnate.. lui stava ancora penetrando Francesca velocissimo e Francesca continuava a godere.. così ho messo la mano per toccare la vagina di Francesca e in quella posizione avevo anche il cazzo del nostro amico che mi scorreva nella mano.. Francesca stava ancora colando e sentivo che il suo godimento stava crescendo di nuovo.. aveva ricominciato a gridare forte e ha dire che stava godendo.. non l’avevo mai sentita gridare e annunciare un orgasmo in quel modo.. dopo un attimo urlava e gemeva ancora più forte.. in quel momento ho sentito sulla mano scendere un liquido caldo e viscido.. sembrava quasi che si stesse pisciando addosso.


In quel momento è venuto anche il nostro amico e dopo pochissimo Francesca si è accasciata esausta su di lui.. sotto di lei il lenzuolo era ancora più zuppo e si era formato un laghetto che il materassino non assorbiva.. poi Francesca si è rovesciata sul fianco il nostro amico si era sollevato e guardava il laghetto fatto da Francesca… mi guardava facendomi notare tutto quel liquido come se io non mi fossi accorto.. poi si è rivolto a Francesca.. “ Francesca ma lo sai che hai squirtato..?” Francesca era ancora ansimante aveva il fiatone e non parlava.. poi dopo un po’ ha detto… “ non so cosa ho fatto ma è successo qualche cosa che non mi era mai capitato… ho avuto due orgasmi pazzeschi..” 


Lui a quel punto ha dato un bacio a Francesca le ha detto che era stato fantastico e si era avviato verso le docce dandoci appuntamento direttamente alla solita spiaggetta che frequentavamo insieme al resto di quella strana compagnia…


Francesca era ancora distesa e nuda e sembrava voler rimanere lì per gustarsi ancora le sensazioni che aveva provato poco prima.


Francesca si era girata un po’ e guardava il laghetto che era rimasto… “ ma l’ho fatta io tutto quella roba..?” Si… aveva fatto tutto lei… nel giro di pochissimo aveva avuto due orgasmi incredibili e per la prima volta nella sua vita aveva squirtato… io fino a quel giorno credevo che questa cosa non esistesse realmente che fosse solamente una finzione dei filmati porno ma era successo veramente alla mia fidanzata.


Stavamo vivendo una vacanza in cui la nostra sessualità era cambiata drasticamente, io stavo vedendo realizzate le mie fantasie più nascoste e la realtà stava superando addirittura quello su cui avevo fantasticato fino a quei giorni.


Ho chiesto a Francesca cosa avesse provato.. aveva sentito crescere il piacere in un modo mai vissuto prima, sentiva un calore in tutto il basso ventre, sentiva dei brividi su tutto il corpo e un misto tra sensazioni come scosse e brividi nella vagina e nell’ano.. non riusciva a capire quale fosse il punto che le dava piacere.. poi ha sentito  aumentare il calore in tutto il basso ventre sentiva che stava per venire ma le sensazioni erano fortissime, molto più forti di quando sentiva arrivare l’orgasmo mentre stimolava il clitoride.. era una sensazione che era fortissima.. in quei momenti aveva perso il controllo, sentiva il calore salire dal basso ventre verso l’alto sentiva i seni caldissimi e aveva la sensazione che i suoi seni fossero gonfi quasi come se dovessero scoppiare e poi l’orgasmo.. aveva sentito un godimento fortissimo, sentiva pulsare la vagina e il suo ano sentiva i muscoli del ventre contrarsi e sentiva un calore incredibile nella vagina nel ventre sui seni e sul viso… poi la vagina ha iniziato a pulsare fortissima e veloce.. e in quel momento ha sentito che le usciva del liquido quasi come se stesse pisciando ma sentiva il liquido che le riempiva la vagina. Poi è arrivato il secondo orgasmo forse ancora più forte del primo.


Mentre raccontava io ero di nuovo eccitato e lei vedendolo così duro mi ha chiesto se volevo fare l’amore con lei.. però mi ha detto mi raccomando facciamo l’amore non sesso.. così abbiamo inizia a baciarci e coccolarci e lentamente abbiamo fatto l’amore come non facevamo più ormai da molti giorni.. Francesca in modo particolare ma anche io avevamo bisogno di ritrovarci come coppia che si amava e di interrompere almeno per un attimo quel turbinio di sesso che ci aveva avvolti in quei giorni di vacanza.


Finito di fare l’amore con dolcezza e affetto siamo rimasti lì ancora un po’ abbracciati e poi siamo andati insieme a farci la doccia.


Poi la fame ci ha assaliti e ci siamo mangiati qualche cosa e per qualche ora sembrava che fossimo di nuovo solo io e lei con il nostro affetto e con il nostro amore come eravamo sempre stati fino all’inizio di quella stranissima vacanza.


Poi ci siamo diretti verso la solita spiaggetta che si raggiungeva attraversando un po’ di roccia e passaggi difficili ma garantiva al nostro strano gruppo di amici tranquillità e isolamento.


Quando siamo arrivati alla spiaggia in nostri amici erano già tutti li a godersi il sole


Le due coppie erano al sole mette i tre single erano sotto il telo che tiravano su quattro pali che giocavano a carte.


Mentre stavamo arrivando ho detto a Francesca se secondo lei gli altri sapevano cosa era successo in tenda da noi al mattino.. Francesca era arrossita.. e mi aveva risposto.. “figurati se non lo sanno già tutti..” 


Anche io ero convinto che lo sapessero già tutti e questo mi eccitava molto…immaginavo che sicuramente anche gli altri volessero partecipare e godersi Francesca che squirtava… avevo molti pensieri.. chissà se Francesca avrebbe provato ancora orgasmi simili.. si era aperta una porta o era stato un caso singolo e unico.. se facendo sesso solo con me non avesse più provato una cosa così cosa avrebbe fatto.. si sarebbe “accontentata” di tornare a una sessualità normale o questo avrebbe messo in crisi il nostro rapporto..e adesso che arrivavamo sulla spiaggetta cosa avrebbero fatto gli altri ragazzi.. e cosa avrebbe fatto Francesca se loro volevano fare sesso penetrandola in due contemporaneamente.. ero pieno di questi pensieri che in un certo senso mi eccitavano moltissimo ma nello stesso tempo mi agitavano anche molto.


Appena arrivati gli sguardi dei tre ragazzi single dicevano tutto.. guardavano Francesca con occhi vogliosi e si parlavano fra di loro piano.. era chiaro che il nostro amico gli avesse raccontato tutto.. 

Visualizzazioni: 8 242 Aggiunto: 1 anno fa Utente: