Quel Capodanno rimasi da solo, non potevo seguire i miei amici in montagna, pochi giorni prima però ero con una mia amica trans e lei sapendo che ero rimasto solo mi ha invitato di passare il capodanno con lei  e le sue due amiche.


Andai quindi il 31 a casa della mia amica Donatella, lei era già pronta ed era fantastica col suo abito rosso fuoco, salì sulla mia auto e andammo dalle sue amiche


"Ciao Rosy ciao Sonia, lui è un mio caro amico"


"Rosy era una vera pantera, capelli neri lunghoi loisci, un viso di una bellezza quasi animalesca, mi venne vicino e mi diede un bacio lussurioso poi salì in macchina Sonia, lei era una trans sbarazzina, capelli neri a caschetto un fisico longilineo, partimmo verso il ristorante prenotato.


Una volta arrivati vidi molti sguardi diretti verso le mie amiche e pure il cameriere era molto preso soprattutto da Rosy.


Cenammo in allegria ma Rosy volle eccitare il più possibile il cameriere che difatti per un pò non si fece più vedere.


 


Tornati a casa di Rosy ci mettemmo comodi, vedemmo un pò di televisione poi a mezzanotte brindisi e infine Rosy mi venne vicino, cominciammo a baciarci, mi avvicinò a lei e cominciò a palparmi il culo, le altre due sorridevano compiaciute, trovai i pantaloni per terra, Rosy mi mise un dito nel culo, poi un'altro


"Ma Donatella hai allargato bene il culo del nostro amico"


"Certo Rosy sono anni che ci conosciamo"


Rosy si abbassò la minigonna e apparve un cazzo strepitoso già duro, io ero in piedi davanti a lei, mi aveva denudato completamente


"Dai vieni tesoro infilati"


Puntai il suo uccello al mio culo e mi abbassai, sentirmi entrare quell'uccello nel mio culo mi devastò l'anima, quando scesi completamente ero convinto di avere rotto le pareti anali


"Tesoro ora ti monto per bene, poi ti scoperanno le mie amiche, ti sborreremo nel culo quindi alla fine sarai anche un pò nostro, va bene?"


"Rosy comincia"


Rosy cominciò lentamente, e profondamente, quando mi era tutto dentro mi sembrava che il suo uccello mi arrivasse fino al cuore, Roy aumentò il ritmo e pian pian entrai in trance


"Ohhh Rosy siiii mi piace daiii"


"Sei un tesoro"


"Siii scopami scopami"


"Ti terrei a casa mia per una settimana intera"


"Se vuoi vengo Rosy"


"Veramente! guarda che io ti scoperei più volte al giorno, ti effeminerei"


"Ed io voglio il tuo uccello nel mio culo"


"Donatella mi stò innamorando del tuo amico"


"Cara mia Ivano ha fatto prima innamorare me"


"Dai Rosy scopami scopami"


"Ohhh mio bel porcellino"


"Ohhhh siii siii che bello siiiiii Rosyyy daiiiiii"


Rosy mi sborrò nel culo con 8 fiotti di sperma, mi alzai e Rosy si tolse da me e al suo posto venbnbe Sonia, mi infilai subito, il mio culo era ben lubrificato


"Dai Ivano sai e scendi tu"


"Certo Sonia"


Il suoi uccello però era più piccolo e quindi quasi non lo sentivo, poi fù la volta della mia amica.


"Ivano hai fatto innamorare di te le mie amiche, sono contenta sai? però io sono la tua scopatrice ufficiale"


"Certo Donatella"


"Ivano senti se andassimo dsul letto?"


"Ora scopami quì dopo mi scoperete sul letto"


"Tesoro mio, tu hai sempre voglia vero?"


"Donatella  c'è chi si droga di certe cose, io mi drogo del vostro cazzo"


"Bravo"


Donatella era sempre lunga a venire, alla fine sentivo le gambe che mi facevano male e sentivo la pancia piena di sborra, andai in bagno e la emisi tutta


"Sono pronto a prendere altri cazzi amiche"


Andammo sul letto e mi misi supino, come prima a salire sul letto fù Rosy, mi venne vicina e ci baciammo, la sua lingua entrò nella mia bocca poi mi penetrò, cominciò a scoparmi e intanto ci baciavamo, mi scopava e mi baciava, il ritmo prese un tempo indiavolato ed io venivo sballottato ad ogni affondo


"Ivano mi verrai a trovare vero?"


"Certo Rosy col permesso di Donatella"


"Ivano loro sono le mie più csare amiche puoi venire senza permesso"


"Hai sentito Ivano"


"Si allora ti avviserò quando sarò vicino"


Rosy aumentò ancora io ritmo ed io persi ancora la testa


"Ohhhhh Rosy siiii siiii dsaiii daiii che bello daiiiiii"


Questa volta sborrai prima io poi Rosy venne ancora con una marea di sborra, poi fù la volta di Sonia e infine la mia amica Donatella.


Sentivo il culo in fiamme per cui andai in bagno, mi vuotai della sborra e mi rinfrrescai il culo, era tardi e mi rivestii, ci scambiammo i cellulari con Rosy e Sonia, baciai entrambe e Donatella e me ne andai.

Visualizzazioni: 7 690 Aggiunto: 1 anno fa Utente:
Categorie: Trans e Travestiti