Fin dai tempi dell’università ho avuto moltissima voglia di divertirmi e di godere della vita, mi sono sempre lasciata andare e ho sempre ottenuto ogni cosa che volevo. Quando ho conosciuto l’uomo che adesso è mio marito non mi sarei mai immaginata che in pochi anni avremmo avuto abbastanza soldi per godere davvero di tutto il lusso e il bello che avevo sperato fin da quando ero molto giovane. Oggi siamo una coppia davvero senza limiti, e come penso ormai avrete capito leggendo le mie confidenze, anche nella nostra vita di coppia siamo spericolati e senza troppi limiti…


Non sono solo io che mi prendo libertà in giro, anche lui si diverte parecchio, per fortuna a differenza mia mi racconta tutto e allora le conosco tutte le sue “puttanelle”, tutte quelle che a intervalli più o meno regolari gli fanno pompini in ufficio o lo accompagnano quando ogni tanto va in giro per le sue conferenze o a caccia di nuovi investitori e di denaro fresco.


Non mi importa più di tanto anche perché ci godo insieme a lui quando me le racconta e in molti casi poi me le scopo anche io… adoro quando queste ragazze si rendono conto che io e Mark siamo cosi complici.


Tra tutte queste senza dubbio la migliore è una giovanissima stagista italiana, 23 anni davvero molto carina, non direi sexy perché ha quello sguardo della ragazza di provincia molto per bene, ha voglia di arrivare e di fare carriera e allora forse per questo è facilmente caduta fra le braccia di Mark che in questo è proprio un maestro. Sonja ha un corpo ben scolpito, una bella terza taglia di seno e sa vestire con classe anche se in certe occasioni si vede che compra le cose in negozi non di marca e piuttosto scadenti. Ma la capisco anche io ero cosi alla sua età… essere donne non è sempre facile… ma bisogna sapersi arrangiare! E devo dire che lei forse aveva capito come fare, con mio marito aveva perso ogni inibizione e si era molto lanciata.


Mark non aveva certo tenuto la cosa per sé, lo sapeva che io desidero conoscere sempre chi si sbatte e cosa succede nella sua vita, io mi prendo qualche mia giornata da single senza dirgli niente ma lui ancora fa il bravo e riesco a tenerlo al guinzaglio corto, mi dice tutto.


Sonja ben presto arrivò a casa nostra, non poteva evitare di condividerla, lui ci gode troppo a farmi vedere e conoscere le sue conquiste, pensa in questo modo di dimostrarmi che è ancora il toro che ho conosciuto qualche anno fa, certo posso dire che mio marito mi smonta ancora quando mi prende forte, e sono sicuro che Sonja ha il culo tutto smontato se mio marito se l’è fatta come penso io, ma certo so anche che in qualche modo alla fine vinco sempre, ho delle mire su questa Sonja e adesso vi dirò bene quali nei dettagli.


Dopo qualche mese che Sonja veniva da noi una volta a settimana dopo il lavoro o per qualche occasione particolare tra lavoro e altro, io lei e Mark eravamo già molto affiatati, la prima volta che scopammo tutti e tre insieme fu una cosa da urlo, con lei scatenata sia con me che con Mark… una vera pantera altro che ragazzina di provincia. Ricordo benissimo che mi disse:


“i ragazzi della mia età non riescono minimamente a farmi uscire tutto quello che riesco a fare con voi! Siete perfetti per me”


Mi piacque il suo modo di fare e il suo stile, poi per fortuna era una amante del fumo e della donna con la sigaretta allora potemmo fumare senza problemi sia durante che dopo esserci scopate Mark a turno. Era davvero giusta per me sia durante il sesso, sia dopo quando iniziavamo a  parlare e a ridere, soprattutto sapeva stare al suo posto ovvero un passo dietro a me.


Decisi che io e Sonja avremmo potute fare qualche altra esperienza insieme e quindi iniziai a scriverle in privato su Telegram, e da li a poco riuscii anche a vederla di tanto in tanto fuori e finalmente senza Mark.


Al nostro primo appuntamento ci prendemmo un caffe in una pasticceria del centro, e parlammo come due vecchie amiche, fu li che mi disse che aveva un fidanzato, un ragazzo carino conosciuto alla triennale e con il quale aveva un bel rapporto ma il sesso non era buono come voleva lei, scopavano si ma lui aveva orgasmi veloci e poco profondi e non riusciva a soddisfarla fino in fondo. Anche per questo quando aveva provato Mark era rimasta scioccata che un uomo di 43 anni fosse molto più attivo di uno di 25. La consolai dicendogli che in giro ci sono tante donne che hanno relazioni con uomini perfetti per il cuore ma poco giusti per la fica… ma che le soluzioni ci sono come lei gia stava sperimentando con me e Mark. Dividere sesso e amore… oppure fare come faccio io la Hotwife!


Lei mi guardò divertita e mi disse: “tu e Mark non siete una coppia cuckold, lui è troppo alpha per farsi schiavizzare… io e il mio ragazzo ci guardiamo film su internet e ogni tanto vediamo questi film dove il lui cuck si fa le seghe mentre la moglie si fa sbattere da ragazzi e gode, ma voi non siete cosi, e Mark è davvero un toro!”


Si le dissi io, Mark è un toro, ma anche a lui piace vedermi sfondata e dominata da altri uomini, e gli piace anche che esca a caccia e che torni a casa piena di sborra in fica e in culo cosi che lui poi mi finisca di scopare infilando il suo cazzo in mezzo allo sperma di altri. Mi accorsi subito che il tono della nostra discussione la prendeva e che si stava eccitando e forse bagnando perché continuava a accavallare le gambe e non riusciva a stare ferma. Ci fumammo un'altra sigaretta e la temperatura della discussione sali ancora.


Continuai dicendole che forse avrebbe dovuto provare anche lei, magari potevamo uscire insieme una sera e vedere se trovavamo qualche bel ragazzo per farci smontare il culo e poi vedere quando tornava dal suo ragazzino che cosa provava al pensiero… sicuramente già adesso dopo le nostre scopate con Mark sarà stata eccitata di tornare dal suo ragazzo no?


Sonja mi fece una confidenza allora davvero privata: “Da quando scopo con voi, sto trascurando molto Andrea… si gli faccio qualche pompino, usciamo e ci divertiamo ma per il sesso ho un po’ paura, Mark mi ha sfondato il culo, ogni volta che ci infilo dentro il plug che mi ha regalato Andrea praticamente rischio di ritrovarmelo tutto dentro compreso il gioiello perché ormai è troppo piccolo per il mio culo… se Andrea mi vede cosi lo capisce subito che lo tradisco! Come faccio?”


“Sei ancora un po’ ingenua se dici cosi” le dissi allora io, “Scusami, lui mentre scopate ti fa vedere porno Cuckold e tu non hai capito che lui non aspetta altro che tu scopi in giro e glielo racconti?? Forse vorrebbe addirittura esserci lui sulla poltrona a guardarti o a segarsi mentre tu ti fai montare come una troia! Dai svegliati! Potresti aver trovato l’uomo perfetto per godere una vita da vera Queen!”


Lei rise e io con lei… adesso vedevo nei suoi occhi che presto sarebbe stata pronta a farmi da spalla nelle mie notti da troia, ci voleva ancora una piccola spinta, e poi l’avrei trasformata in una donna capace di tutto.


Finalmente un pomeriggio Sonja mi scrisse il messaggio che aspettavo da tempo:


“Ho parlato con Andrea, ha accettato che io e te usciamo insieme per una serata solo ragazze! Unica promessa che ho dovuto fargli, è che mi farai un video se troveremo un cazzo per me… adesso vuole farsi le seghe con me protagonista di un porno POV! Sono contenta sorellina… kiss kiss!”


Non persi tempo e le dissi che avrei organizzato molto presto una cosa molto carina per lei, A Milano avevo un amico che organizzava feste splendide e sapevo che una era in programma di li a poco, saremmo andate la! Mi raccomando le scrissi, fatti aiutare da Andrea a prepararti, calze autoreggenti e niente mutande, e il plug in culo fattelo prima succhiare con la sua bocca e poi mettere da lui in culo… vedrai come va in estasi… Le mutande alla fine prima di uscire mettigliele in bocca… sono sicura che gli piacerà. E cosi avevamo un appuntamento io e Sonja per una serata davvero hot.


Programmai tutto anche una super balla da dire a Mark, dovevo andare a trovare la mia amica a Treviso perché aveva rotto con il suo uomo e aveva bisogno di aiuto… Lui come al solito non proferì parola, chissà il porco che programmi già aveva nella testa per questi inaspettati due giorni liberi, ma io non volevo cazzi, volevo godermi la serata completamente anche fino alle 4 del mattino e poi magari il giorno dopo avrei avuto ancora tempo per qualche altra Réunion visto che avevo tempo!


Andai a prenderla a casa non scesi di macchina, ma intravidi dal balcone che Andrea la salutava con la mano e lei salì in fretta e mi dette un bacio, partimmo a razzo e subito lei si mise a raccontarmi della vestizione e del fatto che alla fine aveva dovuto fargli un pompino perché era super teso… Le dissi che in verità aveva sbagliato, meglio se fosse rimasto in tiro e con le palle piene fino a domani, cosi quando gli arriverà il primo video andrà davvero fuori di testa!


Lei mi guardò e mi disse “Ma sei cosi sicura che troveremo qualcuno a questa festa per fare questo video?”


Io sorrisi…e le feci capire che noi ci saremmo prese la ribalta a questa festa e che avremmo avuto tutti ai nostri piedi, anzi… saremmo state noi due ai piedi di tutti!!


Ci fermammo a fare scorta di sigarette perché quella era una serata da due pacchetti a testa, meglio avere le scorte! Poi andammo in questa villa vicino Milano dove avrei iniziato Sonja ai piaceri della libertà.


La festa era sontuosa come sempre, il padrone di casa era un vecchio porco ormai quasi in pensione ma amava avere per casa ragazzi giovani e un sacco di troie e a fine serata quasi tutte le ragazze o i trans che partecipavano gli regalavano un momento di gioia succhiandogli palle e leccandogli il culo tutte insieme in una super ammucchiata, tra le grida di tutti…


Fu chiaro fin da subito anche a Sonja che la serata poteva finire in una vera orgia e mi disse:


“forse è un po eccessivo per me come debutto in società… e non credo che Andrea si aspettasse questo!”


La tranquillizzai e le dissi che per noi avevo organizzato qualcosa di geniale… per farla sentire serena…


Ballammo ci divertimmo alla grande, bevemmo e fumammo molto e conoscemmo un sacco di ragazzi carini, io ne vidi anche un paio di colore che già avevano capito dal mio tattoo a forma di asso di picche sulla caviglia che avrebbero potuto osare. Poi a un certo punto le dissi:


“Andiamo di la ho bisogno di prendere un momento di relax ti va?”


Sonja mi segui in una stanza piu piccola con un letto e una luce più soffusa e ci sdraiammo un momento per rilassarci, avevo voglia di baciarla e lo feci senza nemmeno pensarci un istante e con la mano sentii che lei era davvero pronta e molto molto bagnata. Lei mi guardava da sopra di me, e all’improvviso si stacco e si tirò su in piedi e mi disse:


“Lisa! C’è un cazzo li” Dove chiesi io “nel… muro!” mi disse prontamente Sonja


Io iniziai a ridere… la guardai e le dissi: “Questo è il mio regalino per te, per questa sera io e te siamo chiuse in questo gloryhole e avremo a disposizione tutti i cazzi che vorranno provare l’emozione di infilarsi in un buco e vedere se dall’ altra parte c’è qualcuno pronto a succhiare o a farsi montare… che dici iniziamo con questo?”


Lei rise di gusto, mi bacio avidamente e poi ci mettemmo a spompinarlo a turno… Dopo un quarto d’ora piu o meno avevamo gia fatto schizzare almeno due cazzi a testa e lei all’improvviso mi disse:


“Cazzo! Mi sono dimenticata di fare il video per Andrea! Guardami sono gia tutta sporca di sperma!!”


Vieni qui ti ripulisco io bene di tutto intanto che i ragazzi si ricaricano… cosi al prossimo che appare ti faccio il tuo video ok?


Presi il cellulare di Sonja e sopra c’erano già almeno 10 telefonate di “Andrea Amore” che teneri!!


Quando ero pronta per farle il video da un buco della parete apparve un serpente nero… doveva essere uno dei due che avevo visto in sala da ballo prima, la guardai e lei mi guardò molto incerta… poi mi fece cenno di accendere la video e iniziò a succhiare quel cazzo da 25cm.


Era avida, e succhiava davvero bene, poi si girò verso il cellulare e disse: “Amore che dici? È cosí che ti immaginavi il mio essere troia? Non ti preoccupare che se me lo scopo gli faccio mettere il condom lo so che ti piace senza ma per questa sera non ti voglio fare arrapare troppo!”\E si mise a ridere con quel cazzo in bocca e le palle in mano… Anche io lo volevo, era davvero un cazzo quasi perfetto, non era circonciso come piacciono a me, scesi in ginocchio accanto a lei e la bacia e iniziai poi a leccarlo e presto mi fu in bocca pieno e davvero profumatissimo. Sonja si accese una sigaretta e mentre fumava leccava le palle del ragazzo, poi mi guardò e mi disse: “Ma questo perché non lo facciamo entrare qui con noi cosi mentre ci prendiamo cura di lui per bene magari il buco nel muro rimane libero per qualcun altro?”


Subito bussai tre volte nel muro e il ragazzo usci il cazzo, dopo un istante sentimmo la porta aprirsi e apparve questa statua nera super wow con un fisico da paura e alto quasi due metri.


Lo servimmo come se fossimo due schiave in calore, ogni cosa gli facemmo e lui ci fece felici in ogni modo desideravamo, nel frattempo un'altra decina di cazzi entrarono da quel buco e schizzarono i loro liquidi bianchi su di noi e nelle nostre bocche in alcuni casi, ma la nostra attenzione era tutta per quel nero che scoprimmo si chiamava Raul. Feci un altro paio di video a Sonja per il suo uomo e anche Raul ci aiutò facendo da cameramen quando io e Sonja eravamo ai suoi piedi a leccargli il culo e succhiargli il cazzo. Ma anche se ci facemmo scopare fica e culo senza perdere un istante del tempo che Raul ci dedicò di Condom non ne vidi mai uscire…


La prima di tante bugie che Sonja avrebbe detto a Andrea nei prossimi anni della loro vita insieme, una vita perfetta, sarebbe stato un uomo felice e molto amato, e lei come me una ragazza libera di vivere e di godere tutto quello che desidera… Libera e molto hot!


 


 

Visualizzazioni: 10 830 Aggiunto: 1 anno fa Utente: