Di solito al sabato e domenica si andava all'oratorio come gia scritto tempo fa a passare il pomeriggio tra giochi preghiere e quant'altro. una di quelle volte :era sabato alle 17.00 mi pare , ci si andava a confessare e tempo prima ( gia scritto in un altro racconto ,avevo fatto un pompino dentro il confessionale al mio confessore (tralascio di scrivere i dettagli per non ripetermi)quasta volta , invece di mettermi davanti sono andato di fianco dove c'è la grata e non vedo chi è dentro. I nizia  la cosa , come sempre chiede quali peccati ho commesso tra i vari , dico anche che ho commesso atti impuri, mi chiede se mi masturbo , rispondo di si , quante volte e io dico, tutti i giorni lui da solo? anche con altri , ragazzi e adulti .Insomma le solite domande e risposte.  mi dice di inginocchiarmi davanti a lui , sono entrato ha tirato la tenda dietro di me  e ho riconosciuto lui ( era lo stesso dell'altra volta)  ti dico cosa fare per essere assolto , si alza la veste  scopre il suo cazzo gia duro, mi dice prendilo in mano ,  lo prendo e gli faccio una sega nel mentre che lui tira fuori il mio e fa lo stesso. A un certo punto toglie dalla tasca delle ostie e  le mette su una mano mentre lo sego lui abbassa il cazzo sull mano  e ci sborra sopra , prende le ostie (3)coperte di sperma mi fa aprire la bocca le mette dentro e me la chiude dicendomi di ingoiare tutto e che mi da la seconda assoluzione :  fa sborrare anche  me sulle ostie e come prima , in bocca e ingoiare mi fa pulire con la lingua il cazzo e posso andare ,raccomandando che è una cosa tra noi due (chissà con quanti lo avrà fatto)per me era normale , visto che lo avevo già fatto ma senza le ostie.

Visualizzazioni: 5 299 Aggiunto: 1 anno fa Utente: