dopo essere stato alcuni giorni dal cugino di mia mamma (Gino),dove sono stato oggetto sessuale per lui e i suoi amici per una settimana e mia madre nel frattempo è tornata, torno  a casa , natuealmente mi chiede se mi sono trovato bene e se ho fatto il bravo, ho risposto di si,:non potevo certo dirle quello che Gino e i suoi amici mi avevano fatto. passa del tempo e Gino viene a trovarci , da notare che prima ce andassi da lui non lo vedavamo quasi mai, poi ci si vedeva più spesso. si ferma a pranzo e tra una chiacchiera e l'altra, ci invita a passare un paio di settimane nella sua casa situata a metà tra collina e mare, mia madre accetta dicendo che non può fermarsi piu di quattro cinque giorni , che poi deve tornare per andare  a fare le pulizie altrimenti non la pagano, ma se non è disturbo lascio con te  dante , nessun disturbo anzi staremo bene insieme. detto questo , ho capito cosa intendeva dire  e che non aspettava altro e mi ha fatto l'occhiolino, dato che stavo diventando rosso , mi sono alzato e sono andato in bagno un attimo per non farmi vedere. Andiamo alla casa di Gino: non molto grande ma bella : cucina grande due camere da  letto  bagno e cantina ( che poi  l'ho vista quando mia madre se ne andata , attrezzata come quella di casa sua , dove ci porta quelli come me per poi usarli per la sua sossisfazione) e un giardino recintato con siepi dove dall'esterno non vedi. Il quinto giorno mia mamma se ne va come già detto , l'accompagniamo in stazione saliamo in auto e mentre andiamo mi dice.: appena siamo a casa , come hai certo capito , possiamo tornare a divertirtirci (a dire il vero è lui quello che ci tiene di piu  , perchè è vero che mi  poi mi piace quando mi fanno godere , ma è fero anche che non sono mai riuscito a oppormi, mi bloccavo e di conseguenza subivo quello che mi veniva fatto ) e per far capire meglio mi dice di togliere le mutande  (in auto) e mi tocca il pisello.


(A proposito , prima che lei andasse via , in quei giorni  mi sono mastrurbato piu volte pensando al dopo)


arrivati  casa  parcheggia l'auto (fiat 1100) nel cortile , scendo con fuori il pisello e entriamo in casa.


mi fa togliere anche il resto e mi dice: fino a quando stai qui con me devi sempre restare nudo . Accende la radio , mentre sbriga alcune cose , mi siedo e mi guardo in giro perchè non so cosa fare, poco dopo torna con un album di foto :tieni e guardale , cosi intanto che sono di là puoi eccitarti  a guardarle.


Sono seduto nudo con il pisello all'aria e mi viene spontaneo quello di toccarmi e poi guardando le foto masturbarmi.


arriva lui, vede , si spoglia si siede apre le gambe mi fa inginocchiare davanti e mi dice di fargli un pompino che solo l'inizio (del resto  sono appena passate le10.00)ora della fine chissà cosa mi farà. Miprende la testa e la spinge avanti e indietro che quasi mi arriva in gola , infatti sputo molta saliva, poi mi metto in piedi , vuole vedere mentre mi sego e dopo me lo prende lui in bocca. Il problema , è che gli ho sborrato  in bocca quasi subito  , cosi  per punizione te lo metto nel culo senza lubrificartelo.  mi prende per mano si siede sulla sedia ,mi metto sulle sue gambe bagna il cazzo con la saliva e appena la cappella è a contatto con il buco mani sulle spalle mi spinge fino a quando è entrato tutto , ho fatto una smorfia di dolore ma lui ha tenuto fermo e mi ha incula per un po in quella posizione , dopo mi ha messo supini a gambe aperte con le ginocchia alle spalle  me lo ha rimesso nel culo  e ha continuato a incularmi fino poi a sborrarmi dentro.


Fine primo episodio

Visualizzazioni: 4 177 Aggiunto: 1 anno fa Utente: