Ci siamo conosciuti in chat tre anni fa, personalmente senza particolari intenzioni. Si approcciò a me attratto dalla mia foto profilo. Una foto fatta male, in bassa risoluzione, dove non ero venuta neanche molto bene. Lui non ne aveva una, così me la mandò..la prima cosa che pensai è che non fosse il mio tipo. Abbiamo iniziato a parlare di qualsiasi cosa, ogni giorno, appena potevamo...fino ad arrivare a parlare di sesso. Piano piano mi raccontò le sue esperienze, ahimé molte più delle mie..mi sentivo inesperta in confronto, sapevo solo che mi piaceva essere presa in modo irruento, senza tanti complimenti...forse questo gli fece scattare qualcosa..mi disse "Marina tu sei nata per dare piacere" e cominciò a confessarmi quello che adorava fare...il BDSM. Io non sapevo bene cosa fosse, ne avevo sentito parlare qua e là, ma senza mai approfondire. E ne parlava così bene da affascinarmi..."mi fotteva la testa" a tal punto dal piacermi, dal desiderarlo..eppure non era il mio uomo ideale. Mi decisi..organizzammo un incontro. Si presentò a casa mia..una camicia di lino di un rosa tenue molto delicato, colletto alla coreana..un paio di jeans aderenti. Gli dissi.."piacere, sono Marina" e allungai la mano in attesa della sua. Me la prese bruscamente e mi tirò verso di lui, con l'altra mi afferrò per i capelli, tenendomi la testa all'indietro, la mia bocca che sfiorava la sua e disse..."Marina, da adesso in poi, farai tutto quello che ti dirò io". Pensando scherzasse gli risposi sorridendo..."Dai, non mettermi in imbarazzo"..e con tono autoritario disse..."Marina, niente dai! Farai tutto! Per cominciare, inginocchiati e succhia, puttana!". Dalla mia bocca uscì a sottovoce un misero e timido "Sissignore". E così, senza fiatare, mi inginocchiai.. ed entrai in un circolo vizioso, da dove tutto ebbe inizio..e dal quale non voglio più uscirne.

Visualizzazioni: 3 695 Aggiunto: 1 anno fa Utente:
Categorie: Confessioni
Tag: Amatoriale