Dopo che Giulia era andata a vivere con il suo ragazzo , rivolsi la mia attenzione verso mamma e papà . Pur avendo una vita sessualmente molto appagante ( Avevo molto successo con le ragazze, e ogni tanto giocavo con qualche mio amico) Io ero sempre attratto da mamma , ma non avevo più l’età per sbirciare dalla serratura. Un giorno mi venne un idea ; regalai a loro una bella sveglietta elettronica , di quelle che proiettano l’orario verso soffitto , ma con un segreto, aveva incorporato una camera ,filmava e registrava. La istallai nella loro camera da letto in modo che riprendesse il letto. Il giorno dopo ,non visto ricuperai la scheda ,la inserii nel computer ,si vedeva benissimo, scoparono sotto il lenzuolo fu poco più di una sveltina,finito papa disse.


 < Dopo 20 anni e un po monotono ,dovremmo ravvivare un po >


 < Giochiamo di fantasia > rispose mamma 


< E se realizzassimo le fantasie ?Proviamo in quattro !>


 < Ma sei matto , ci vogliamo bene stiamo bene assieme,cosa andiamo a combinare ? >


 < Io sogno un cazzo in culo ,tu leccare una figa perché non proviamo? > insisteva papa


 < Un conto e una fantasia un conto e farlo >


 papa tolse il lenzuolo mise una mano sulla figa


 < Guarda tu sei già bagnata ,io l’ho duro solo a pensarci pensa cosa sarebbe a farlo >


 la mamma non disse niente inizio a fargli una sega egli mise le dita nel culo. Mostrai il filmato a Giulia Li spiai per una settimana ,papa insisteva ma mamma era desiderosa di provare ma era molto timorosa sollevava molti dubbi,se, ma ci scoprono i nostri figli cosa penseranno?. .Pensai che papa era il più facile da convincere…...Un giorno andammo a giocare a tennis , lui mi aveva insegnato ed io non avevo mai vinto, quel giorno mi impegnai e vinsi , si complimento e andammo insieme a fare la doccia ,eravamo soli ,guardai papa nudo , era ancora un bell’uomo ,lo stuzzicai 


< Dai vecchietto ! Non prendertela ormai ti sto battendo su tutto > avvicinai il mio cazzo al suo 


< Guarda anche con l’uccello ti batto > 


< Non fare lo stupido >


 Mi rispose ,però si era eccitato e a me era venuto duro,anche a lui era venuto duro ed era un po in imbarazzo,si copri con l’asciugamano per nascondere l’erezione; poi parlammo solo della partita ,intanto il ghiaccio era rotto . A casa andai in camera mia e incominciai a farmi una sega, avevo lasciato la porta socchiusa apposta sperando che mamma mi vedesse...infatti passo davanti alla porta ,mi guardo io la guardai ma continuai a segarmi,si fermo un attimo poi andò via. Ero curioso di sapere se ne avessero parlato. Il giorno dopo recuperai la scheda, la mamma fu la prima a parlarne.


 < Stamattina ho visto Paolo a farsi una sega , ha notato che lo avevo visto ma non si e neanche coperto e ha continuato >


 < Sarà stato per stamattina ! Quando abbiamo fatto la doccia ha confrontato il suo cazzo con il mio e si era eccitato >


 < Come hai confrontato l’uccello con tuo figlio ? >


 < No e stato lui! Comunque ha un bel cazzo > 


< Ma che atteggiamento è ! non ha mai fatto così ,non avrà qualche problema ? >


 < Ma va ! Con le ragazze ha molto successo ! lo dicono anche i miei amici , ma dai vieni qua ho voglia da stamattina ,guardando il cazzo duro tuo figlio mi ero eccitato !> 


Mamma montò su di lui , si infilo il cazzo e disse 


< Anche io vedendolo a segarsi mi sono bagnata >


 .Lo montò per un po' , dopo aver goduto si sfilò e si misero a 69 ,papà allargo le gambe


 < Mettimi le dita nel culo > grido forte ,


mamma gli infilo mezza mano nel culo 


< Non fermarti spingi di più ,ahh… che bello ,mi piacerebbe un cazzo come quello di Paolo >


 mamma non disse nulla ,continuo a pomparlo e incularlo con la mano fin che sborro,poi la lecco tutta < Dai baciami con la sborra voglio berla anche io >


 la mamma lo bacio sulla bocca condividendo il nettare .


 < Sono le nostre fantasie ,fino a che non le realizziamo saranno sempre più audaci >


 < Ci ho pensato molto , ma coinvolgere altre persone sono convinta che rovinerebbe il nostro rapporto ….. continuiamo cosi > < Va bene > rispose rassegnato papa. Io intanto continuavo a farmi vedere da Mamma mentre mi masturbavo,l’idea che si eccitava guardandomi mi convinceva sempre di più che gli sarebbe piaciuto giocare con me ; ne parlava con papà ,gli diceva che continuavo a farmi vedere mentre mi segavo e la cosa la eccitava e se a lui non gli avevo più mostrato il cazzo, lui rispose di no. In mio aiuto venne il covid. Durante il lockdown , papa non lavorava , i corsi all’università erano chiusi ed eravamo sempre in casa ,solo mamma usciva per fare la spesa. Dopo qualche giorno non ne potevamo più! Una mattina ,la mamma era uscita e con papa guardavamo un film in tv, l’argomento era un rapporto omosessuale tra due giovani bisex, colsi la palla al balzo 


< Papa cosa ne pensi del’omosessualità o bisex > fu piuttosto vago 


 < Se a qualcuno piace che male fa , se fatto poi senza violenza >


 < Sai tra i giovani oggi ci sono molti bisessuali > 


< Io da ragazzo mi sono fatto solo qualche sega in compagnia ,ma non ho mai toccato il cazzo di un altro >


 < Anche io mi sono fatto le seghe con un mio amico ,però io la facevo a lui e lui a me > 


.IO mi stavo eccitando e vedevo dal pigiama di papà che anche lui si eccitava , azzardai tutto; tirai fuori il cazzo che era bello duro


 < Dai papà intanto che non c’è la mamma !facciamoci una sega in compagnia >


 < Ma sei ammattito? segarmi con te ! >


 Era paonazzo in viso,e molto in imbarazzo, gli infilai la mano nel pigiama e incominciai a fargli una sega, l’unica cosa che riusci a dire fu 


< Ma se rientra mamma?>


 gli abbassai il pigiama e lo menavo forte mentre mi menavo anche io ,per un po non fece nulla ,poi mi prese in mano l’uccello e me lo meno . Sborrammo quasi insieme , lui prima di me ,si chino verso di me poi mentre venivo ebbi la sensazione che volesse prendermelo in bocca ,ma non lo fece .Ci ripulimmo senza dire un parola Sembrava che volesse rimproverarmi . Dopo qualche giorno mamma usci di nuovo, con papà c’era un po di tensione , sapevo che aveva voglia, parlavo di tutto fuori che di quello, fu lui a iniziare < Ma tu sei bisex >


 < Mi piace soprattutto la figa ma se c’è da giocare con un cazzo non mi tiro indietro > confessai 


< Ma con un uomo cosa hai fatto?>


 < Praticamente tutto, seghe , pompini , ho inculato e preso nel culo > Era rosso in viso eccitatissimo 


< Ma cosa si prova a prenderlo in culo > Papa si lasciò andare


 < Sai anche io ho delle fantasie bisex, ne ho parlato anche con mamma ma lei non ne vuole sapere >


 < Papà meglio occasione di questa per provare !>


 < Ma sei mio figlio >


 < Cosa cambia !sesso e sesso > .


Mi inginocchiai davanti a lui gli abbassa il pigiama , aveva il cazzo durissimo,lo presi in mano lo segai dolcemente ,lo scappellai completamente e me lo filai in gola ,papa mi prese la testa e mi guidava , poi si stacco da me 


< Voglio succhiarti anche io >


 ci mettemmo sul divano a 69 lui sopra di me ,ci succhiavamo come due troie,avevo il suo cazzone che mi scopava la gola,non era bravo a succhiarlo ma mi piaceva lo stesso,gli allargai le chiappe e gli infilai le dita nel culo,sentii il cazzo indurirsi ancora di più. Venimmo insieme 


< Non mandarla giù ! Baciamoci con la sborra che mi piace > 


ci baciammo scambiandoci gli umori leccando le nostre labbra. 


< E stato fantastico ,succhiare il cazzo e bellissimo non immaginavo fosse cosi eccitante !incredibile.  Dai ricomponiamoci che arriva mamma >


.Come rientro mamma noto uno strano stato euforico di papa < Cosa e successo ?>


 < Niente sono contento che tu sia tornata >


 Con papà parlavamo molto più di prima ,voleva sapere delle mie esperienze, che anche se ero suo figlio non si sentiva per niente in colpa e che non vedeva l’ora di restare di nuovo soli 


< Niente stiamo imparando a conoscerci meglio > .Quella sera mamma era stanca e andò a letto prima ; restammo solo a guardare la partita ,papà era già eccitato, io volevo tenerlo sulle spine.


< Ma perché mamma non ha mai voluto uno scambio di coppia? >


 < Ha paura della gente , che altre persone rovinano il nostro rapporto e del vostro giudizio( sapesse che porco che sei ) >


 < Pensi che mamma giocherebbe con noi due?> 


< Sei proprio un porco ! Scopare con mamma ma a questo punto non mi dispiacerebbe , sai con mamma c’è un buon rapporto , siamo ancora innamorati,però giocare con lei e un alto cazzo mi intriga molto >


 < Perché non la convinci!>


 < Sai Paolo mi piacerebbe prenderlo in culo >


 < Stasera con mamma in casa ?>


 < Si se ci scopre la mettiamo davanti al fatto compiuto > Sembrava un ragazzino che aspetta un regalo. Tirai fuori il cazzo 


< Dai chinati che ti lecco il culo,>


Si abbasso i pantaloni si inchino davanti a me ,gli allargai le chiappe gli leccai ben ben la rosellina ,si sedette sul mio cazzo e si lascio andare ,entro tutto , la mamma aveva lavorato bene con la mano,andava su e giù con maestria ,chissà quante volte aveva immaginato di prendere un bel cazzo in culo,io intanto lo segavo, ci mise poco a sborrare , raccolsi con la mano la sborra egli offrii le dita da leccare mi ripulì tutta la mano.


< Dai Paolo sborrami nel culo !!> gli riempii il culo di schizzi


 < Che bello sentirsi riempire di sborra > sentimmo mamma che stava venendo in salotto


 < Ma cosa è tutto questo casino? >


 Papa fece appena in tempo a tirarsi su il pigiama,io mi coprii con un pannetto papà ebbe la prontezza di dire <Hanno sbagliato un gol incredibile >


< Benedetto tifo! mi avete svegliata e tu pulisciti la bocca ,pare che hai la bava per questo tifo> e se ne torno in camera .Noi ridemmo 


< E stato bellissimo ,la mamma mi ha messo di tutto ma ,un cazzo in culo e fantastico>


 < Vieni che ti pulisco la bocca > Gli dissi ,gli leccai l’ultima goccia di sperma che gli era rimasta sul labbro mi disse risposi. Papa nei giorni seguenti era euforico,Mamma era sorpresa


< Ma come ? Con questa clausura, Invece di essere incazzato ! Ti vedo addirittura contento> 


< Sai, non vado al lavoro, mi godo la famiglia e ho conosciuto meglio mio figlio > 


< Come conosciuto meglio?> 


< In questi giorni abbiamo parlato tanto ed abbiamo scoperto tante cose che abbiamo in comune >


 < Ma se parlate solo di calcio !> 


< Abbiamo tante cose in comune che ci piacciono e prima non lo sapevamo >


 Appena uscita papa mi disse!


 < Ho un piano per coinvolgerla; ci facciamo sorprendere poi tu vai nella tua stanza, a lei ci penso io >


Ero in po' agitato l’idea non mi pareva buona però la voglia di stare con mamma era tanta mi lasciai convincere.


< Vedrai Paolo; andrà tutto bene >


 Lui spiava dalla finestra se mamma arrivava; dai spogliati è entrata nel portone, lui in un attimo restò nudo io mi tolsi solo i pantaloni, mi sedetti sulla poltrona ,papa si inginocchiò e comincio succhiarmelo al pensiero che mamma mi avrebbe visto con il cazzo in bocca a papa mi provoco un erezione incredibile…...Mamma ritardava un po',papa continuava a pomparmi…..Lei entrò proprio nell’attimo in qui sborravo in bocca a papa , io corsi in camera mia con l’uccello che continuava a schizzare sporcando tutto il pavimento. Mamma lascio cadere le borse 


< Brutto porco,maiale, pervertito lo sapevo che eri un maiale, se hai sedotto tuo figlio chissà con quanti uomini sei stato! sei una puttana, un troione perverso >


Si avvicinò a lui ,lo colpi con dei pugni sul petto, poi lo abbraccio e incomincio a piangere .


 < Dai non piangere! Lascia che ti spieghi > 


< Ma come puoi spiegare una cosa cosi! STAVI FACENDO UN POMPINO A TUO FIGLIO! Come puoi spiegarlo? > 


< Tesoro io non sono mai andato ne con un altro uomo ne con un altra donna, amo solo te ; tu hai sempre saputo del mio desiderio di provare con un uomo > mamma lo interruppe 


< Ma proprio con tuo…. con tuo figlio?>


 < Adesso calmati! Lascia che ti spieghi; parlando con Paolo mi ha confessato di essere bisessuale, gli piacciono molto le donne però qualche volta fin da ragazzino gioca anche con i maschi, allora anch’io gli ho confessato di avere fantasie bisex ma che tu non vuoi realizzarle.>


 < Paolo mi ha sedotto, convincendomi che se non l’avessi fatto con lui prima o poi sarei andato in un cinema a luci rossi o con un trans con tutti i rischi del caso, insomma lo abbiamo fatto per salvare la famiglia >


Mamma andò in camera e si chiuse dentro. Papa si rivesti raccolse le borse, mise tutto a posto e ripulì il pavimento dove lo avevo sporcato di sborra 


< Guarda quanto spreco > 


< Come l’ha presa ?> chiesi 


< Cosa ti sei inventato? l’ho fatto per salvare la famiglia? > 


< E la cosa che mamma tiene di più , la famiglia e il buon nome,cioè non essere chiacchierati dalla gente …….Dobbiamo insistere su questo >.


Mamma resto chiusa tutto il giorno, usci all’ora di cena, papa aveva preparato una bella cenetta noi eravamo a tavola 


< Ecco i due innamorati, vi manca solo il lume di candela,poi e perfetto > A me scappo da ridere ,mamma anche in questo momento non aveva perso la sua ironia 


< C’è poco da ridere brutti sporcaccioni >


 < Dai siediti e parliamone >


 < No! ascoltatemi voi, sono molto dispiaciuta per tutto questo, però e successo e se fossi stata meno intransigente forse non sarebbe successo, non volevo estranei nel nostro letto e ci è entrato mio figlio adesso ditemi, che intenzioni avete?>


 < Tesoro sei tu che amo io voglio solo scopare con te > 


< E Paolo che ruolo ha ?>


 < Giochiamo insieme > 


< Mamma! Io non ti voglio scopare! ma giocare insieme >


< Che genere di gioco intendi ? > 


< Sesso, carezze, baci, senza obblighi solo quello che ti senti di fare > mamma ci invito a mangiare, intanto continuava a farci delle domande


< Adesso dovete dirmi tutto ! Da quando va avanti questa storia,tu Paolo quando hai cominciato a succhiare cazzi? >


 Non mi aspettavo un linguaggio cosi schietto da mia madre. le raccontai tutto tralasciando la parte con Giulia ,


 < Ma davvero lo hai preso nel culo a 12 anni e fatto un pompino >


 < Si ma è stata l’unica volta , i pompini con i miei compagni di squadra ce li facciamo ancora>


 < Vado benissimo mi piacciono molto e me ne sono fatte tante > 


< Che strano parlare con te di queste cose,ma voglio sapere > si rivolse a papa 


< E tu? > 


< Io non ho mai fatto nulla , da quando siamo sposati non ti ho mai tradita con nessuno ne fatto sesso con altri , fino adesso >


 < Da quando va avanti questa storia > 


< Da 8/10 giorni >


 < E non me ne sono accorta di niente ! E cosa avete fatto ? >


 < Ho cominciato io a succhiarlo a papà, poi abbiamo fatto dei 69 e una sera lo ho inculato >


 vedevo mamma che diventava rossa in viso, evidentemente era eccitata.


< Papà non ti ha inculato ?> 


<no!>


 A me e a papà era venuto duro, mamma era visibilmente eccitata ,aveva ragione papà a dirmi che mamma era davvero una porca quando si trattava di fare sesso. Fu lei a invitarci a cominciare


 < Ho visto che siete eccitati ,fatemi vedere cosa fate >


 Papa in un attimo fu nudo,io fingevo un po' , esitai un pochino, papa ci invitò ad andare in camera, mamma si sedette sulla poltrona , papà cominciò a spogliarmi mi tolse la maglietta ,mi baciava sulla bocca ,era bravo e all’idea che la moglie lo guardava lo eccitava ancora di più mi abbassai i pantaloni e le mutande,papà si inginocchio e mi prese il cazzo in bocca ,lo leccava bene,mi leccava anche le palle,ci stendemmo sul letto iniziammo a leccarci l’uccello ,io ero sopra di lui ,da li vedevo la mamma che mi guardava mentre succhiavo il cazzo a suo marito, sollevo la gonna sposto la mutandina , si filo le dita nella figa e con l’altra mano torturava i capezzoli ,io girai papà si mise alla pecorina ,in quella posizione vedeva mamma che si masturbava mentre lo guardava ,gli leccai bene il culo ,poi gli infilai l’uccello tutto dentro ,papa gemette 


< Si dai riempimi bene con il tuo cazzone si ,si ,si, siiii cosi mi piace ,più FORTE ;più FORTE,gridava,>


 mamma si pose sotto di lui con le gambe larghe ,prima che papà gli affondo dentro la lingua vidi bene da vicino la figa di mamma era bella ,rosa contornata da una peluria nera ,papà gli ficco dentro la lingua ,io aumentai il ritmo ,ad ogni colpo che gli davo affondava di più la lingua nella figa ,la leccava al ritmo della mia scopata,vedevo le tette che sobbalzavano ad ogni mio colpo e la mamma che si pizzicava i capezzoli leccandosi le labbra. Papà si fermo e disse 


< So quello che piace a mamma ,seghiamoci e sborriamo sulle tette >


 Ci posammo al suo fianco incominciammo a segarci sfiorando i capezzoli con il cazzo, lei ci prese in mano i cazzi e incomincio a menarli  durammo poco ,incominciammo a schizzare sborra sulle tette di mamma,prima papà un attimo dopo io, quello che avevo sempre sognato si stava avverando, poi leccammo la sborra ,prima la nostra poi scambiandosela con dei baci mamma si uni a noi,era un vortice di lingue e sborra .Restammo per un attimo zitti per riprenderci 


< Allora cosa te ne pare, ti e piaciuto > 


< Incredibile! Non eravate mio marito e mio figlio …..ma due meravigliosi cazzi che mi davano piacere > 


< Vedi mamma ! E da quando ero ragazzo che desideravo leccarti le tette e stato un sogno > 


< Vieni amore mio ho voglia di fare l’amore con te >


 Mamma si tolse gli ultimi pezzi di vestito , rimase nuda ,vicinissima e me ,era bellissima 


< Mamma se stupenda fatti guardare bene,che meraviglia che sei, anche papà e bello, mi fate guardare mentre scopate > 


< A questo punto perché no >


 Papà la prese la adagiò sul letto cominciò a baciarla dolcemente 


< Scopami subito ,sentirai come e bagnata! >


 la scopava lentamente con dei colpi lunghi ,quasi lo tirava fuori poi affondava fino in fondo 


< Dai adesso scopami forte fammi godere,Siii,cosi ,mi piace il tuo cazzo bello grosso e sempre duro dentro la mia figa che sbroda per te >


 io intanto mi stavo facendo una sega, mamma mi guardava e diceva sempre di più frasi oscene che eccitavano sempre di più papà, poi papa disse qualcosa a mamma lei si lecco le labbra e mi disse 


< Dai PAOLO VIENI A INCULARE IL MAIALE DI TUO PADRE CHE VUOLE IL TUO CAZZO IN CULO > 


Avevo il cazzo bello duro ,gli allargai le chiappe gli sputai sulla rosetta egli infilai l’uccello tutto dentro, tenevamo lo stesso ritmo , mamma continuava a godere era come Giulia in una scopata veniva 5/6 volte ,sborrai subito riempiendo il culo di papa,


< Si, siii,ssssiiii,riepimi di sborra ; che bello sentire il tuo cazzo che pulsa e gli schizzi che mi riempiono il culo >


 < Dai Paolo facciamolo venire con la bocca che mi piace la sborra > papà si sdraio supino 


< Prima io mamma ,voglio gustare il sapore della tua figa >


 lo presi tutto in bocca poi lo leccai bene anche le palle il sapore di mamma era buono, mamma si uni a me, ci passavamo l’uccello in bocca e ci succhiavamo la lingua ,mamma mi guardava con complicità, papà era in un delirio di sensi non capiva più nulla,poi con un gemito; sborrò mentre lo avevo in bocca io ,sborro poco , mamma lo succhiò ma resto all’asciutto,io non ingoiai la sputai in bocca a mamma che se la passò sulle labbra poi ingoiò. Ci volle un po per riprenderci , mamma 


< Non immaginavo che si potesse godere così >


 < E stato incredibile ,per un attimo ho creduto di svenire,avevo le vertigini ,non mi era mai successo > disse papa 


< Allora questo gioco vi piace ? > < Si però non pensare di scoparmi ,la figa solo a tuo padre, ci sei uscito ma non ci entri più ,si gioca solo con papà ,mi è piaciuto molto ma lo ho fatto solo per l’amore che provo per tuo padre,>


 < Per me va bene , vi voglio mostrare una cosa! Adesso non potete incazzarvi >


 Tolsi la scheda dalla sveglietta ,li portai in camera mia ,eravamo tutti nudi ma non ci dava nessun imbarazzo,la inserii nel computer, mostrai la registrazione della serata erano meravigliati , ma un po preoccupati 


< Da quando ci registri ? > 


< Da anni ,so tutto di voi, e per questo che vi amo cosi tanto > 


< E i filmati ? > 


< Li cancello subito appena visti ,non vorrei che per sbaglio finissero in rete,ci tengo anch’io alla privacy , adesso cancello anche questo > 


< No fallo domani che voglio rivederlo >


 disse mamma .ma che porco che sei aggiunse mamma 


< Mamma tutto in famiglia , tali genitori tali figli ma a me come genitori piacete molto e vi voglio molto bene> 


ci ritirammo per dormire, non ci accorgevamo più di essere nudi . Al mattino telefonai a Giulia la tenevo sempre informata


 < Ieri ho giocato con mamma e papa , è stato bellissimo , mamma quando perde la testa e fantastica , mi ha detto però che con me non scoperà mai , ma credo che succederà perché e troppo calda>


 < Gli hai detto di me? Mi sarebbe piaciuto esserci ,sai con il mio ragazzo non va tanto tanto bene,adesso che mi sta passando la cotta, mi accorgo che non mi scopa bene, se gli faccio un pompino poi sta una settimana senza baciarmi,mi da sicurezza però a scopare non vale nulla ,e poi a sentire te , mi incazzo ancora di più! >


 < vedrai tra un po scoperai con noi, ti mando uno spezzone del filmato di ieri ,guardalo ma poi cancellalo subito >


 Il mattino seguente fui svegliato da una chiamata di Giulia 


< Il filmato e incredibile! Come vorrei essere li, e il coglione che ho in casa non ha voluto scoparmi , mi sono masturbata 2 volte > 


< Dai resisti, passerà anche questo momento, io intanto cercherò di organizzare qualcosa appena potremmo muoverci , ciao> 


Loro stavano facendo colazione , c’era un po di tensione 


< Mi ha telefonato Giulia > dissi 


< E stufa di stare chiusa in casa > 


< Si dedicherà al suo Mario , è cosi innamorata! > 


< Perchè non li invitiamo per una serata >


< Non si può con il lockdown >


 < Non ci sarà mica la polizia sulla porta ,no?> 


< Ci penseremo, dai facciamo colazione > 


Mamma fu la prima a toccare l’argomento 


< E adesso che si fa? Non possiamo fare finta di niente! > 


< Non e cambiato niente > rispose papà 


< Ma come fai a dire - non e cambiato niente- abbiamo fatto sesso con nostro figlio > 


< Ma non penserete di scopare tutto il giorno ? Visto che lo avete già duro di primo mattino! >


 Guardai papà ,come me lo aveva già duro 


< Penso che sia l’eccitazione del momento, poi ci calmeremo >


 < Fate come volete io vado a cambiarmi > 


Noi andammo sul divano e ci segammo. Nella settimana successiva ,le cose migliorano molto,mamma aveva accettato bene la situazione , a volte iniziava lei a giocare,papà era felice ed io fuori di testa,andavamo benissimo. Era quasi un mese che restavamo a casa , mentre eravamo a pranzo mamma ci informò che aveva invitato Giulia a cena da noi


 < Hai fatto benissimo anche a me manca tantissimo anche se la chiamo tutti giorni >


 .La sera seguente arrivarono in perfetto orario . Mario sbotto


 < Mi sembrava di essere un delinquente girare di nascosto, e non c’era in giro nessuno > ,


 Giulia era bellissima, mamma e papà erano radiosi , la abbracciarono .Mario sempre più contrariato 


< Non ci si può abbracciare !> Giulia disse


< Non fateci caso , non sta bene e avrebbe preferito restare a casa >


 poi si avvicinò a me 


< Vedervi tutti insieme e pensare a quello che fate, mi sono già bagnata > 


Poi per accontentare Mario tenemmo le distanze. Fu una bella serata, al momento di salutarci, Mario sbottò ancora 


< La prossima volta ci viene da sola >. 


<Ma che rompicoglioni > disse papa 


< Forse non sta bene > lo giustifico mamma.


 Andammo in camera da letto e ci divertimmo un bel po. Due giorni dopo papà gli venne la febbre,mamma era molto preoccupata ,senti il medico gli disse di isolarlo per qualche giorno e consiglio di prendere la tachipirina per la febbre ,la notte dormii con mamma nella camera grande ,papa era in quarantena nella mia. Essere a letto da solo con mamma, mi eccitava molto, posai una mano sulla coscia di mamma < Paolo non mi sembra il momento > allora rinunciai. Il mattino seguente papà aveva ancora la febbre ,mal di gala e di testa mamma chiamo il medico 


< Signora se domani ha ancora la febbre le mando il servizio dell’ausl per un controllo,potrebbe trattarsi di covid.> 


Poi chiamo Giulia e si informo come stavano,


 < Mario ha la febbre ,io sto bene > 


< Anche Mario e in isolamento io dormo sul divano > 


< Speriamo che non sia niente di grave Tienimi informata > 


Mamma era molto preoccupata entrava solo lei ad accudire papà ,passo la giornata ad informarsi sulla pandemia e come comportarsi con sicurezza con papa. Papà la rassicurava che a parte la febbre non si sentiva male e che si sarebbe ripreso presto. La sera guardammo il telegiornale , le notizie sulla pandemia erano terribili,lei si mise a piangere 


< Ma tutti quei morti e terribile > la baciai sulla guancia , 


< Buonanotte mamma io dormo sul divano > andò a vedere papà 


< Come stai ?> < Bene ! Ma voi non andrete mica a scopare?>


 Il mattino seguente Papa non riusciva a respirare, arrivò subito il servizio del’ausl ,gli misero la mascherina con l’ossigeno e lo ricoverarono ,a noi ci misurarono la febbre e ci fecero il tampone e di stare in quarantena in casa e chi ci avrebbero avvisati per l’esito. Mamma chiamò Giulia


 < Hanno ricoverato papà noi siamo in quarantena , sono molto preoccupata > 


< Mi dispiace mamma ,Mario per adesso lo curano a casa però siamo anche noi in quarantena e lo stronzo incolpa papà di averlo infettato , forse non dovevamo incontrarci >


 < Ma se doveva succedere e successo non facciamone una colpa ,teniamoci in contatto > 


.Mamma era molto nervosa ,il fatto di non poter andare a visitare papà , non sapeva se poteva telefonare al’ ospedale nella fretta del ricovero non aveva preparato niente di ricambio neanche il telefono per fortuna nel primo pomeriggio, chiamò l’ospedale ci informarono che papà non era in terapia intensiva ma in reparto malattie infettive e che avremmo potuto mandargli il telefono e i ricambi ma non era possibile fare visite. Questo la tranquillizzo un po ,preparò tutto in un pacchetto andai io a consegnarlo al reparto non potei entrare arrivo un infermiera e ritirò il pacchetto consigliandomi di disinfettarmi bene le mani ,l’ospedale era un inferno, tra ambulanze,il pronto soccorso intasato famigliari che volevano notizie un casino. Non dissi niente a mamma di questo per non allarmarla di più. 


< Perché papa non chiama ? >


 < Starà facendo qualche terapia , vedrai appena potrà ci chiamerà > 


Era seduta sul divano mi sedetti vicino a lei le misi il braccio sulle spalle , lei si appoggiò a la baciai sulla guancia 


< Dai rilassati vedrai si risolverà tutto > 


< Sai Paolo ho molto apprezzato che ieri sera mi hai lasciata sola >


 < Mamma io ti voglio molto bene , mi piace molto a fare sesso con te ma capisco questo momento e sicuramente voglio rispettare il tuo stato d’animo > 


< Sei molto caro >


 mi diede un bacino sulle labbra , poi io risposi al suo bacio , le infilai una mano nella maglietta ,era senza reggiseno , palpavo le sue tette che erano il sogno della mia vita ,lei non diceva niente le sussurrai di lasciarsi andare < Vedrai sarà bello >


 Le sfilai la maglietta , l visione delle sue belle tette mi stordiva , le strizzavo le leccavo le mordevo mettevo la la faccia in mezzo a loro e le strofinavo sul mi viso, mi spogliai completamente, avevo il cazzo durissimo lo misi in mezzo a loro e mi masturbavo con le tette di mamma,lei appena senti il cazzo perse la testa , mi prese in bocca la cappella e la succhiava meravigliosamente.


< Leccami la figa ! > 


mi ordinò con un tono perentorio, la spogliai completamente era bellissima ,le allargai le gambe ,che meraviglia di figa ,era bagnata fradicia gli infilai la lingua ,dapprima leccai tutto il suo umore poi la baciai sulla bocca 


< Senti il tuo sapore >


 Succhio la mia lingua assaporando il suo profumo, poi ripresi a leccarla, comincio a venire 1,2,3,4volte e si bagnava sempre di più,


< Dai adesso vienimi in bocca, voglio la tua sborra > 


Passai il cazzo sulla sua figa e glielo misi in bocca, cominciai a scoparla in gola , mi succhiava la cappella poi scendeva sulle palle e le succhiava poi ancora in bocca , non tardai molto a venire 


< Dai mamma sto sborrando Cominciai a schizzare getti violenti le riempirono le labbra e la bocca , non ne perse neanche una goccia,la risputò sul cazzo e poi lo ripulì tutto e ingoiò tutto. Restammo nudi, abbracciati per un po e la tensione era sparita , mamma era rilassata fra le mie braccia e mi teneva il cazzo in mano ,parlava per conto suo 


< Chi l’avrebbe detto con in mano il cazzo del mio bambino……. >


 Suono il telefono ,era papa; parlarono per un po poi mi passo il telefono lo salutai gli chiesi come stava


< Bene ! Mi raccomando sii bravo con mamma >


 ripassai il telefono a mamma parlarono ancora un po poi riattacco Eravamo ancora nudi e non pensammo neanche di rivestirci 


< Sei proprio bella Mamma > 


< Anche tu sei un bel ragazzo ed hai anche un bel cazzo , ma dimmi da quando ci spii > 


< Almeno da dieci anni, ti ricordi quella sera che mi disinfestasti l’uccello,era prima volta che vi spiavo dalla serratura ,ti avevo vista a bere la sborra, mi ero masturbato tanto forte che mi era sanguinato,e quando ci hai soffiato sopra mi era di nuovo eccitato guardando la tua bocca vicino all’uccello ,da li ho sempre pensato a te > 


< Mi ero accorta che ti eri eccitato ma non potevo pensare che eri già un porcello a 11 anni >


 < Mamma papà desiderava il cazzo ma tu nelle tue fantasie sognavi di leccare la figa,> 


< Sai anche questo! > 


< Ti ho sentita! Se vuoi provare ,ho un amica lesbica > 


< Per amor del cielo! Ci mancherebbe ,una ragazza in casa no ,no mi basta così >


Verso sera chiamò Giulia la informò su papà e chiese di Mario 


< Ciao sorellina come va mamma ti ha detto di papà ?>


 < Si e con mamma da soli come va > Mi spostai un po cosi mamma non sentiva 


< Siamo ancora nudi ci siamo rilassati e bellissimo > 


< Brutto maialino !! Mi piacerebbe essere li > .


 andammo nel lettone 


< Adesso però dormiamo e stata una giornata pesante e non ho più 30anni > < Va bene > 


Spensi la luce. Nella notte mi svegliai , non ci eravamo lavati ,sentivo l’odore della figa di mamma e della mia sborra, mi divento duro , non volevo svegliarla allora mi feci una sega, prima piano poi più forte ,mamma si svegliò 


< Ma ti fai una sega ?>


 Evidentemente non dormiva perché quando stavo per venire e ansimavo forte si girò mi prese in bocca il cazzo e succhio tutto ,poi mi bacio e mi passo la sborra in bocca 


< Prima ero stata egoista l’avevo bevuta tutta io e adesso tu , mi avresti sporcato tutto il letto >


 Ero rimasto senza parole. Al mattino mi svegliai mentre mamma stava facendola doccia la raggiunsi , ci insaponammo insieme,a quelle carezze non resistetti ,mi venne subito duro.


 < Mamma mi piaci troppo >Da dietro le palpavo le tette avevo messo il cazzo fra le chiappe>


 < No adesso no! >


 disse decisa , rinunciai e mi feci una sega. Mamma telefono a Giulia per informarsi su Mario, Lei era preoccupata perché avevano deciso di ricoverarlo e lei doveva stare in quarantena in casa da sola,poi chiamo l’ospedale . L’informarono che papa era molto migliorato, e che entro una decina di giorni lo avrebbero dimesso. 


< Meno male , adesso sono più tranquilla > 


Nei giorni successivi, giocammo tutti i giorni, sembravamo due ragazzini innamorati no ci vestivamo neanche più ,un pomeriggio mentre le leccavo la figa mi disse 


< Mi manca tanto il cazzo di papà > 


< Mamma se vuoi? >


 < No ! Un conto sono baci e carezze ma scopare con te , mai >.


 Più tardi mi venne l’idea 


< Perché non invitiamo Giulia a stare con noi fino a che Mario non torna a casa ,penso che sia fattibile visto che siamo tutti e tre negativi > 


< Mi piacerebbe molto, ma noi….. > 


< Ci riposeremo un po! > 


 Chiamo subito Giulia ,lei accetto con entusiasmo .Noi giocammo tutto il pomeriggio. Giulia arrivo verso sera , era radiosa ,bellissima mamma era arcicontenta di avere la sua bambina a casa .Giulia mi abbraccio e mi sussurro 


< Ho capito dove vuoi arrivare ! Brutto sporcaccione > 


Cenammo , loro parlarono dei loro mariti,e della brutta situazione 


< Siamo state fortunate!Con tutti i lutti che ci sono stati! Meglio cosi!>


Decidemmo di andare a dormire, Giulia nel letto con mamma io nella mia camera. L’idea di mia madre a letto con la figlia mi eccitò ma non mi masturbai,volevo essere in forma por il giorno dopo .Mi svegliai presto, mamma stava già lavorando in cucina


 < Hai dormito bene?> Le chiesi < Si ma Giulia ha dormito nuda e mi ha un po turbata,>


< Mamma è tua figlia è bella come te > Azzardai < Uguale a te in tutto e per tutto > Aveva capito tutto!!!!!!!Mi diede un occhiata interrogativa come a chiedermi se avesse capito bene < Si mamma è cosi.( continua)

Visualizzazioni: 27 708 Aggiunto: 1 anno fa Utente:
Categorie: Incesti Gay e Bisex