uno di quei giorni come tanti altri.. Giornata lavorativa piena e intensa... non vedevo l'ora di finire di lavora per poi come al solito andare in palestra per rilassarmi un po.. Finito il lavoro, così feci,  mi feci una doccia al volo,  indossai la mia tenuta ginnica,presi il mio borsone e via. Ma nell'aria, nella mia testa girava il pensiero che qualcosa doveva succedere, quella strana senzazione che ti senti addosso, un mix tra adrenalina e attesa..ed io senza farci troppo caso, continuai dritto per la mia strada..arrivai in palestra, tutto come al solito, solita gente un paio di saluti, e due chiacchere..e iniziai la mia sessione di allenamento. Dentro me però la sensazione di cui parlavo prima era sempre più forte, mi guardavo intorno, ma nulla di diverso dal solito. Finito di allenarmi, via sotto la doccia, mi vesto, camicia nera, pantaloni bianchi..risaluto un po di gente velocemente come se avessi fretta ed esco dalla palestra(VELOCEMENTE??? MI DOMANDAI, PERCHÈ TANTA FRETTA CHE IN REALTÀ NON AVEVO UN CAZZO DA FARE??? QUANDO IN REALTÀ MI SAREI POTUTO FERMARE LI NELLA HOME ANCORA UN PÒ A CHIACCHERARE, SOPRATTUTTO CON LA MIA EX AMICA DI GIOCHI JENNY??)... oramai ero fuori, sono salito in macchina, e siccome non volevo tornare cosi presto a casa, decisi di fermarmi in bar li vicino a prendermi qualcosa. Mi sedetti fuori ad un tavolino e ordinai una bella spremuta di arance con ghiaccio. Nel frattempo che aspettavo, mi accesi una sigaretta e cominciai a leggere articoli sullo sport su internet dal mio cellulare..AD UN TRATTO...BOOOOMMMM.. alzai lo sguardo dopo che sentii una voce che diceva"ECCO LA SUA SPREMUTA" ..il respirò mi mancò per un istante..LEI ERA QUALCOSA DI MERAVIGLIOSO,  capelli neri fino alle spalle, occhi verdi, due labbra alla alba parietti, un fisico stupendo, coperto da una camicetta bianca e pantaloni neri attillati..WOOOW. Lei si accorse del mio sguardo che andava su e giù da lei..e un pò imbarazzata posò il bicchere sul tavolino , mi sorrise, e con un modo da gatta piano piano si allontanò per rientrare nel bar.. MI AVEVA FOLGORATO.. io nella mia vita ne ho avuto di "AMICHE" ..cavolo ma lei..LA VOLEVO..non potevo fare a meno di seguirla con lo sguardo ogni volta che entrava e usciva dal bar per portare altre ordinazioni,, e lei sentiva ogni volta il mio sguardo addosso. Finita la mia spremuta e giunta l'ora di andar via, presi l'iniziativa pur non sapendo nulla di lei, .Presi un bigliettino scrissi il mio contatto telegram, la chiamai per chiederle il conto..e tra la banconota di 5€ misi il bigliettino, lei lo vide.. mi fissò ed io dissi " NON DIRE NULLA, DECIDI DOPO TU COSA FARAI  ..DIMMI SOLO IL TUO NOME" e lei"MANUELA" mi alzai.. e me ne andai salutandola con un CIAO MANUELA. Inutile dire che quella sera aspettavo che mi contattasse, che si facesse viva..MA NULLA. Passarono un paio di giorni, ma il suo pensiero non mi abbandonava..dovevo farmene una ragione, probabilmente sarà una donna impegnata..Cosi un sabato, essendo che non lavoro , decisi di andare in palestra la mattina, e quindi via..ormai quasi giunto nel parcheggio, alzo gli occhi nello specchietto retrovisore...CAZZO È LEI..rallento , mi faccio surpassare per farmi vedere..lei mi riconosce, e fa finta di nulla..io giro nel parcheggio, lei prosegue dritta in direzione del bar..evidentemente sta andando al lavoro..E GIA..MI DEVO RASSEGNARE, NEANCHE UN SALUTO, UN GESTO, EVIDENTEMENTE CON LEI NULLA DA FARE. Entro in palestra..solite chiacchere con amici, solito allenamento cercando di non pensare..doccia, e di nuovo via. Arrivo vicino la mia macchina SORPRESA, trovo un bigliettino sul tergicristallo anteriore, con su scritto NON HO TELEGRAM, CI VEDIAMO ALLE 13:30 VICINO AL BAR, NON SCENDERE DALLA MACCHINA ASPETTA UN MIO SEGNALE E SEGUIMI..MANUELA...ho riletto quel biglietto mille volte eppure non era la prima avventura che avevo, non era la prima che mi scopavo,,, ma lei ...Guardo l'orologio, era quasi mezzoggiorno, non avevo tempo di tornare a casa per pranzare ed essere li puntuale..mi fermo al ristorante di fronte mangio qualcosa al volo..e via da lei. Arrivato al bar mi parcheggio, e non scendo dall'auto come mi aveva chiesto..vedo la sua auto muoversi verso di me..mi lampeggia con i fari..la seguo..arrivati in un condominio con grandi palazzoni si parcheggia.. anche io..scende dall'auto e mi fa cenno di aspettare con la mano..e si avvia avanti a piedi verso un portone, entra, riesce e mi fa segno con la mano di andare da lei..velocemente la raggiungo, mi fa entrare in casa, disse NON FARE DOMANDE NON TI È DATO SAPERE NULLA..SIAMO QUI VIVIAMOCI IL MOMENTO E POI ADDIO..OK??  Io...OK..la presi per i fianchi la tirai a me la guardai negli occhi e la baciai..lei ricambiava..si fermò mi fece strada nella camera da letto.. continuammo a baciarci in piedi vicino al letto la presi in braccio, la stesi sul letto, io sdraiato su di lei..man mano che scoprivo il suo corpo, le mie mani e labbra sfioravano la sua pelle..e più andavo avanti , più sentivo il suo respiro crescere, ed io più mi eccitavo e la volevo.. ormai lei quasi nuda con solo il suo perizzoma addosso, iniziai a baciare, accarezzare i suoi seni, giocare con con i suoi capezzoli, mentre con una mano la accarezzavo tra le gambe..era bagnata e calda.., non potevo resistere,, lentamente scesi giu..baciandola, facendo scivolare la mia lingua , dal seno, sulla pancia , ombellico.. e piu mi avvicinavo dove sarei voluto arrivare più sentivo il suo profumo del piacere. Con i denti e aiuto delle mani le sfilo via il perizzoma, era completamente depilata, un colore e forma bellissima..mi appoggio con la mia bocca.. dapprima con piccoli baci, pian piano a giocare con la mia lingua..su giu...tra le sue grandi e piccole labbra, mentre con le mani stringevo il suo seno,, arrivo a leccarle anche dietro..il secondo canale..risalgo, gioco con il suo clitoride.. la sento tremare..ha un sapore buonissimo..entro dentro di lei con la lingua..la scopo cosi.. con la lingua. Ad un tratto di sobbalzo mi stacca, e con respiro affannato mi guarda e mi dice.. ANCORA VESTITO SEI..SPOGLIATI.. mi spoglio lei mi guarda, la bacio..lei inizia a baciarmi sul petto..mi fa distendere.. si mette in ginocchio tra le mie gambe..eeeeee..inizia quello che per me è stato il più bel pompino della mia vita, dolce delicato lento ma con affondi decisi, giochi di lingua sul mio glande, lungo tutta l'asta, tra le palle..per poi riprendere a succhiare...wowwwww..dopo un po la faccio alzare , girare al contrario su di me.. via un meraviglioso 69..intenso,, con continui cambi di posizione. Saranno passati non so quanti minuti scambiandoci piacere reciprocamente.  La faccio alzare, la guardo la bacio, un mix dei nostri sapori nelle nostre bocche..e le dico ADESSO TI FACCIO MIA.. la faccio stendere a gambe aperte, mi avvicino, gioco con il mio membro sul suo clitoride..lentamente entro dentro di lei..wow che sensazione meravigliosa..era strettina si sentiva tutto ad agni mio affondo, lento ma deciso..lei gode, stringe le lenzuola tra le mani, le sue gambe intorno a me..la sua voce..i suoi sospiri..tutto diventa musica..insieme ai miei..ogni volta che mi rendo conto che io o lei eravamo quasi al punto di venire rallentavo per non scoppiare subito,.. mi sfilo la bacio ancora, lei si riabbassa e riprende a giocare con la sua bocca mentre io le accarezzo i seni..tra le gambe, e con un dito provo ad entrare dietro..lei.. OLTRE AL DITO, LI NON ENTRI CON ALTRO..le faccio un gesto di assenso.. la ribacio.. per farle capire che mai e poi mai avrei voluto andare oltre a quelli che erano i suoi limiti..lei mi sorride.la prendo da un braccio la tiro sopra mi me..la faccio salire su..libera di muoversi, cavalcare.. più cose facevamo e più ci piaceva.. più godevamo..oramai lei non ce la faceva più..e nemmeno io..non riuscivamo a resistere al piacere..e con movimenti sempre più forti con lei che si muove su di me..ed io che la accompagno dai fianchi..veniamo insieme..io forti getti..lei con delle contrazioni ..avevamo fatto un lago con i nostri umori..lei si accascia..su di me..la coccolo un po..bacini carrzze, avrei voluto chiederle mille cose..ma sapevo che non potevo..NESSUNA DOMANDA..lei guarda che ora erano..le chiedo DEVI ANDARE??? e lei.. NO..SEI TU CHE DEVI ANDARE VIA TRA UN 40 MINUTI..QUESTA È CASA MIA..scoppiamo a ridere..e riprendiamo a baciarci..avevo ancora voglia di lei, e lei di me..mi alzo scendo dal letto..mi avvicino al bordo e in modo deciso la prendo la faccio girare messa a novanta..eee entro dentro di lei.. spingo forte dentro lei..più io spingevo e più lei strillava di piacere..volevo sentirla mia pur sapendo che non ci saremmo più visti.. spingevo fino in fondo fino a farlo entrare tutto.. e lei..ODDIO MI ARRIVI ALL'OMBELLICO ..MI FAI MORIRE COSI.. ed io impazzivo nel sapere che godeva cosi forte..LEI si stacca di sobbalzo.e mi dice NON ABBIAMO MOLTO TEMPO..VOGLIO ASSAGGIARTI FINO IN FONDO.. mi guarda.. si avvicina e inizia di nuovo il suo meraviglioso gioco di bocca..(ME NE HANNO FATTI TANTI..CAVOLO MA QUESTO NON LO SUPERA NESSUNO)..io cosa faccio.. la stacco,mi stendo e la faccio girare ancora a 69 su di me..wow poesia..lingue bocche ovunque..il piacere cresceva..i respiri pure..fino a quando..entrambi liberiamo il nostro piacere..uno nella bocca dell'altra. È stato qualcosa di forte e meraviglioso..bellissimo sentire la mia bocca e viso bagnati dal suo piacere..mi aveva lavato..aveba squirtato..e lei che con ancora la bocca piena di me ..mi guarda..e ingoia..e con le dita si pulisce e le lecca..mi guarda..e dice.. COME PENSAVO..HAI UN SAPORE BUONISSIMO..E POI..MA QUANTO NE AVEVI..ed io..TANTO QUANTO LA VPGLIA DI TE.. mi sorride..e mi dice..ORA DEVI ANDARE DOBBIAMO SALUTARCI.. ed io OK..vado in bagno a darmi una rinfrescata mentre lei tira via e cambia le lenzuola dal letto piene del nostro piacere..quando riesco .mi rivesto.. e lei che non stacca i suoi occhi da me..mi accompagna alla porta..ci salutiamo con un ultimo bacio..sara davvero addio????  


 


 


 


 

Visualizzazioni: 5 262 Aggiunto: 1 anno fa Utente: