Il periodo vacanziero costringeva Dani quasi all’astinenza.. Via il suo chiavatore, via Laura, Via Simona….Le restava solo il sesso matrimoniale che la lasciava però assolutamente vogliosa.


Le capitava spesso di ripensare a Simona, soprattutto al suo culo…meglio, al suo buco del culo…il buco dell’amica era sicuramente più grande del suo ma si presentava sempre come un bocciolo ben chiuso…eppure era in grado di catturare dita, dildo e cazzi.. l’amica le aveva confessato che non scopava mai senza dare il culo.. la faceva godere come o quasi di più della fica..Anche il buco del culo di Dani era sensibile…le piaceva essere leccata lì, penetrata con dita mentre le leccavano la fica…anche prendere il cazzo la faceva godere.. ma mai appieno perché le restava sempre un tarlo: che l’uso del buco del culo lo portasse a sformarsi, ad aprirsi…Lei alla sua rosellina chiusa ci teneva…un culo aperto avrebbe reso evidente quanto fosse porca e la cosa assolutamente non le andava…Col marito naturalmente neanche voleva mostrare la sua sensibilità  posteriore tanto che spesso toglieva dito…l’immagine di donna santa doveva sempre primeggiare…


Ma Simona dimostrava il contrario e la voglia di Dani di godere liberamente, senza pensieri, anche del culo cresceva…


In questa situazione di voglie così marcate, Dani cercava l’occasione giusta…E quando si ritrovò in turno con i ragazzi di colore della cooperativa con cui aveva  scopato assieme a Simona non si lasciò scappare la situazione…”Alle 3 io vado in magazzino” disse al ragazzo che beveva il  caffè in cucina…”Ok” rispose il giovane sorridendo…


La mattina trascorse  lenta.. i ragazzi delle pulizie finivano alle 13.30…l’avrebbero aspettata?solo uno o tutti (tra l’altro in turno erano in 4 quella mattina…i 3 più un giovinetto minuto e da poco in italia…)…


I dubbi c’erano ma i pensieri di dani la eccitavano.. percepiva la sua figa ben bagnata…il bagnarsi con facilità la inorgogliva….spesso sentiva colleghe più giovani parlare di gel.. lei fuggiva sempre a quei discorsi spinti tra colleghe, ma non poteva non paragonarsi a quelle donne.. Lei, Dani, si bagnava in  modo naturale, abbondante…con un succo ben profumato di fica, inebriante….


Alla prima pisciata, si ritrovò con la figa fradicia al pensiero di cazzi giovani a cui si era proposta ed osservò i fili di umore sulla arta igienica….


Alle 13 decise di farsi una peretta come consigliato da Simona..qusi si ritrovò a godere mentre si innaffiava il culo…Doccia ed alle 15,puntuale,raccattò i soli traversi e si incamminò verso il magazzino…Avrebbe trovato qualcuno???


I ragazzi l’avevano aspettata!!Li trovò tutti e 4 sorridenti…Anche l’ultimo arrivato c’era.. giovane più degli altri, si vedeva fosse timido…faceva tenerezza a Dani..


Fu il giovane con cui aveva fissato l’incontro che parlò:” Prima lui.. lui mai scopato donna.. lui big.. e deve farlo da solo con te.. poi noi.. ”disse rivolgendo lo sguardo verso il nuovo amico…


“Lui big” pensava Dani..in verità non capiva perché, al contrario, era il più minuto….


Ben comprese del nomignolo quando il ragazzo si spogliò….Aveva un  cazzo mostruoso, equino…Due coglioni enormi ,mai visti ..teneva lo sguardo basso ma quando la porca aprì le cosce davanti a lui, gli si illuminarono gli occhi… guardava  la fica con desiderio ed il cazzo gli si indurì del tutto.. Dani lo guardò..era immenso, largo,lungo,duro…faceva sembrare piccoli i cazzi degli altri che pure la porca ricordava come notevoli….una goccia di liquido fece capolino su quella cappellona.. il ragazzo  aveva voglia…


Dani si avvicinò, impugnò quella mazza di cui apprezzò ancora di più la durezza….lo menò dolcemente….lo scappellava per poi ricoprirlo… Big chiuse gli occhi…Dani soppesò i coglioni…le piaceva farlo…Lo baciò teneramente per tranquillizzarlo…e si inginocchiò.. iniziò un gran pompino…faticava a contenere  quel cazzo con la bocca…doveva allargare ben bene le mascelle…Ma riusciva a succhiarlo, leccarlo, menarlo con la mano…ne gustava il sapore, il profumo…il liquido che usciva la spinse a fermarsi anche perché il slito ragazzo l’avvisò….Big avrebbe dovuto sborrarla in figa essendo la sua prima volta.. Dani era eccitata dal sentirsi al centro di una sorta di rito di iniziazione…..si poggiò al tavolo,si piegò a 90 gradi e mostrò al ragazzo la figa aperta…era un lago…Big capì, le si avvicinò e tra i commenti degli altri, poggiò il cazzo enorme alla figa…l’uccello entrò senza problemi.. Dani capì cosa voleva intendersi per sentirsi un cazzo in gola….la sua fighetta, piccola ma accogliente, era piena di cazzo…in larghezza e profondità…sentiva la cappella sull’utero premere con forza..a lei piaceva ..ma con Big non c’era bisogno di chiedere “spingi”…


Quel cazzo arrivava in fondo con forza….Dani assecondò il movimento di Big…il cazzo entrava ed usciva con forza e vigore dalla figa della porca che si bagnava di umori….non l’orgasmo, ma gli orgasmi arrivavano in serie alla nostra infermiera…Dani volle cambiare posizione…Lo voleva alla missionaria….allargò le cosce e vide con piacere che, stesa sul tavolo verso il bordo,la figa arrivava giusto all’altezza del cazzo….Big impugnò l’uccello nero che puntava al cielo,lo puntò alla figa ed entrò….Dani, se possibile, si sentì ancora più piena.. Le piaceva vedere Big fare su e giù.. con decisione ma senza violenza….sentiva i coglioni enormi sbattere contro le chiappe aperte e l’inconfondibile rumore prodotto da una figa allagata scopata…Big durava…il suo orgasmo fu memorabile anche per Dani…Sentì la cappella ingrossarsi ed una quantità incredibile di sborra riempirla….la figa già ben  piena di cazzo non riuscì a contenerla e Dani la sentì come spruzzare fuori ai colpi del maschio.. ma restò senza parole quando big estrasse il cazzo e continuò a schizzare getti e getti di sborra calda, densa, bianca come il latte…le dimensioni del cazzo, la  posizione ela potenza dei getti fu tale che Dani si ritrovò con sborra tra i capelli, in viso e su tutta la parte superiore dl corpo…dai peli della figa al viso era totalmente coperta!


Mentre Dani  pensava su come ripulirsi, parlò di nuovo il primo ragazzo “ Stai ferma che big deve finire”


Era davvero una sorta di rituale…Big si chinò su Dani ed iniziò a ripulirla con la lingua…leccava la sborra con delicatezza, raccogliendola con la lingua ed ingoiandola con grande attenzione…collo, viso, tettine, pancino e poi giù fino alla figa…a Dani piaceva la cosa…e quando big si dedicò alla figa, ebbe un nuovo orgasmo…quella lingua sul clito e poi giù fino al buco del culo la fece di nuovo godere…


Finita la pulizia, Big si spostò lasciando Dani al centro degli altri tre…Nudi ,misero in mostra i loro cazzi che, seppur più piccoli rispetto all’amico, erano pur sempre gran cazzi…


Dani se ne ritrovò subito uno in  bocca…Non era più sul tavolo ma stesa per terra sopra alcuni traversi..Sempre col cazzo in bocca, mani forti la misero a pecorina …uno dei giovani scivolò sotto di lei e le piantò  il cazzo in figa….il terzo  si posizionò dietro evidentemente deciso ad incularla…Dani lo capì  ma stavolta non si fece problemi…voleva proprio gustarselo nel culo senza pensieri…Il nero inizio a massaggiarle il buco del culo con un dito …poi entrò…poi due.. Dani godeva sia per il cazzo in figa che per le dita dietro…Quando senti la cappella sul buco del culo, spinse come per cagare, memore dei suggerimenti di Simo..ed il  cazzo entrò…piano….prima la punta poi il resto fino a sentire i coglioni contro le chiappe…


Con un cazzo in figa, uno in bocca ed uno piantato nel culo,Dani godeva finalmente senza pensieri…Il ragazzo che la scopava si scostò lasciando la figa libera e si sostituì all’amico in bocca….il cazzo si presentò alla porca ancora sporco della sborra di Big mischiata ai suoi umori e Dani lo ripulì con gusto…Il ragazzo prima in bocca si portò dietro, bagnò la cappella nella figa e gliela  puntò al culo lasciato libero…Così bagnato,il cazzo entrò senza alcun problema: ormai il buco del culo di dani era esattamente come quello di Simona, pronto per ogni cazzo! Anche la figa venne riempita nei cambi…Mancava solo Big…Dani lo vide in disparte, il cazzo ancora duro…i ventenni erano davvero eccezionali pensò…e gli fece cenno di avvicinarsi.. sapientemente succhiò i due cazzi alternandosi  nel pompaggio…Quando una goccia di sborra in bocca segnalò l’avvicinarsi dell’orgasmo dei maschi, Dani prese l’iniziativa “ Vi voglio una alla volta dietro…”


Il ragazzo che le stava per venire in bocca fu il primo…La mise sul tavolo così come l’aveva sborrata Big….la rivoltò ancora più indietro portando in primo piano il buco del culo e così, quasi alla missionaria,poggiò la cappella al culo..spinse ed entrò…pochi colpi profondi e Dani sentì la sborra invaderle il culo..Le piaceva tanto…il ragazzo sborrò a lungo e quando uscì all’infermiera piacque il rumore che il culo produsse come di una bottiglia stappata….rivoli di sborra correvano sulle sue chiappe…Fu la volta del secondo…la inculò nella stessa posizione…me le tintillò il clito… Dani sentì l’orgasmo crescere…non un semplice orgasmo…il basso ventre era pesante..doveva liberarsi di un peso la porca…Si lasciò andare ed ancora prima che il ragazzo sborrasse nel suo culo,squirtò…La posizione consenti a Dani di vedere gli schizzi di umori e resti di sborra sprizzare dalla sua figa aperta oscenamente….e così accolse ancora meglio nel culo gli schizzi del maschio…


Il terzo la fece mettere alla pecorina…entrò con decisione e iniziò ad incularla.. A  Dani piaceva  sentire i coglioni contro la figa aperta ….Contemporaneamente al  maschio, ebbe l’orgasmo, l’ennesimo…


Era quasi sfinita Dani..tre cazzi in culo l’avevano sborrata..uno,enorme,in figa…Ma c’era un problema..tutti e 4 i ragazzi avevano l’uccello in tiro…Riprese la situazione in mando “Ora vi do baci al pisello,uno alla volta e poi,quando siete pronti, mi riempite patatina…”Quel linguaggio pudico faceva ridere ma lei era così…


Il primo durò poco…dopo poche pompate lasciò bocca per figa…La prese alla missionaria limonadola teneramente e in poco le sborrò dentro tanto sugo…Il secondo idem…A Dani piaceva da morire  il rumore della figa piena di sborra scopata. .quello sciaff sciaff come di chi cammina in ciabatte nell’acqua la eccitava…


Il terzo la chiavò alla pecorina solleticandole con un dito il buco del culo…


Poi fu il turno di Big…Dani lo volle nel culo stavolta….si stese a terra,di lato,allargò le chiappe e mostrò il culo al ragazzo…Bi aderì a lei in posizione fetale con le gambe rannicchiate…cme aveva visto fare,bagnò la cappella nella figa e la puntò al culo di Dani…”Fai piano” sussurrò la porca….il cazzo entrò a fatica togliendo il fiato a Dani…Poi ,piano,il culò si rilassò e l’inculata ebbe inizio ..Dolce ma decisa…Big faceva dentro e fuori fino a poggiare  i coglioni alle chiappe….Dani intanto aveva iniziato a masturbarsi…Lo squrting arrivò naturale  e dalla figa di Daniela eruppero schizzi di umori e sborra che i cazzi le avevano  riversato dentro dentro…Non volle la sborra  di big nel culo,era troppa…lo fermò, lo fece rialzare e gli si inginocchiò di fronte…Lo pompò con passione e voglia aumentata dalla percezione della sborra che le colava da fica e culo…Accarezza quei coglioni enormi mentre succhiava quella cappella dolcissima…Big grugnì..Dani percepiì la contrazione prima dei coglioni poi del cazzo..cercò di ingoiare quello tsunami di sborra che arrivò ma era impossibile….si gustò il seme dolciastro del giovane mentre schizzi la imbiancavano di nuovo capelli,viso e tette….


“Grazie ragazzi..mi avete distrutta…”


Andò in doccia, prese uno specchio e si controllò figa e culo..mentre la figa appariva leggermente aperta e arrossata, il culo era un bocciolo perfetto..Simo aveva avuto ragione…

Visualizzazioni: 6 466 Aggiunto: 1 anno fa Utente:
Categorie: Sesso di gruppo