Giulia entrò in quel momento


< Che storia è questa?adesso spiegatemi bene! Perché voglio capire > disse mamma, Giulia mi guardò


< Glielo hai detto?> mi disse sorpresa


< lo ha capito da sola >


< Mio Dio ! Non ditemi che voi due? > non riuscì a dire scopate .


< Mamma! A questo punto devi sapere proprio tutto, io e Giulia giochiamo fino da ragazzi ,sono stato il primo a scoparla e lei mi ha aiutato a prenderlo in culo, vi spiavamo insieme e come me, Giulia ha sempre desiderato giocare con voi ,abbiamo smesso quando lei si e innamorata di Mario.>


< E proprio tutto ,o ci saranno altre sorprese? Ma gli hai raccontato proprio tutto?di noi e papà> replicò mamma>


< Si! sa proprio tutto,e adesso non ci saranno più sorprese >


< Ragazzi fatemi riprendere! Sono un po' scioccata,dai facciamo colazione > Ma mamma non riusciva a mangiare


< Vado a fare una doccia, spero che mi rilassi > . Come l'avra presa mi chiese Giulia


< Non ho idea ,ma presto lo sapremo !> Si avvicino a me ,mi baciò sulla bocca e mi sussurrò


< Sono 14 giorni che non scopo e ho voglia del tuo cazzo >


Era praticamente già nuda ,indossava solo una maglietta e le mutande ,in un attimo fu nuda ; era bellissima ! Ricambiai il bacio


< Chiavami subito! Sono già bagnata > si stese sul divano , allagò le gambe, la visione della sua figa era meravigliosa mi fece indurire ancora di più l’uccello, mi abbassai il pigiama e la penetrai subito.


< Si così Paolo fammi sentire il tuo cazzo fino in fondo ,scopami forte più forte >


Sentirmi così desiderato mi eccitava ancora di più ,la sentivo venire sotto ai miei colpi,continuava a venire i suoi umori colavano sulle mie palle,ad un certo punto mi sentii sfilare i pantaloni del pigiama, era mamma ; cominciò a leccarmi le palle,allora mi sfilai


< Dai mamma lecca la figa della tua bambina ,falla godere > guardavo la scena ,era uno spettacolo,poi mamma si sollevo e comincio a baciarla ,limonavano come due ragazzine


< Mamma e bellissimo sentire la tua lingua nella mi figa >


Mamma si abbassò e ricominciò a leccarla ,io da dietro gli leccavo la figa e il culo < Mi manca tanto il cazzo di papà ! > io avevo il cazzo durissimo lo appoggiai sulla figa di mamma


< No!no in figa no ! Mettimelo nel culo >


Lo passai tra le labbra della figa ,raccolsi il suo umore e lo puntai dritto nella rosetta,entrò senza nessun sforzo,appena la cappella fu entrata provai una sensazione incredibile,il cazzo venne risucchiato tutto dentro ; Mamma con i muscoli del retto spingeva dentro e fuori l’uccello come voleva lei ,praticamente mi faceva un pompino con il culo , assecondavo il suo movimento, il suo sfintere si stringeva sul mio cazzo accarezzandolo


< Mamma il tuo culo è fantastico , se continui cosi mi fai sborrare subito > < Si!bambino mio riempi la tua mamma con la tua sborra >


La riempii di sperma . Mi sfilai da lei, subito le due donne ,presero a succhiarmi l’uccello umido di sborra e umori ,poi ci baciammo scambiandoci i nostri sapori .< Sai mamma adesso ho capito perché a papa piace tanto incularti > < Non lo so ,per me e naturale cosi , sei il secondo uomo che mi entra dentro , non credo sia una cosa tanto strana >


< Ma davvero! tu e papà non siete mai stati con altri >


< Si! A parte le fantasie non ci siamo mai traditi >.


Eravamo tutti nudi , ci guardavamo ,eravamo belli , Giulia bellissima ,mamma nella piena maturità era stupenda io ero un bel ragazzo e avevo un bel cazzo, e avevo realizzato i miei desideri


.Disse mamma


< Certo che non e normale! Però e bello e ci piace,e non devi sentirti in colpa >


< E tu Giulia il rapporto con Mario e normale o dovrò scopare anche con lui > disse mamma con la solita ironia


< No mamma , stai tranquilla, Mario mi scopa poco e male; mi scopa solo perché vorrebbe un figlio ,ma io prendo la pillola e se non fosse perché mi da sicurezza , adesso che mi è passata la cotta lo avrei già lasciato e per fortuna c’è il mio fratellino che mi fa giocare >


< E vero la famiglia aiuta sempre > disse ridendo,poi aggiunse


< Va bene, ti e piaciuto leccare la figa?> < Si! lo sognavo da tanto, però preferisco succhiare un bel cazzo >


< Anch’io preferisco l’uccello >


.Si avvicinarono a me e cominciarono a tirarmi un bel pompino a due bocche, si passavano la cappella di bocca in bocca, si baciavano guadandosi negli occhi con complicità, mamma mi allargo le gambe e mi mise due dita ne culo < Ehi !mamma mi fai male,e da tempo che non c’entra niente >


< Devo prepararti per il cazzo di tuo padre >


E risero tutt’e due. Papà telefono che poteva essere dimesso,, poteva scegliere , era molto debole e doveva eseguire una terapia riabilitativa, poteva scegliere se farla all’ospedale o a casa, siccome a farla all’ospedale doveva restare ricoverato ancora per 10 giorni decise di venire a casa ,si accordò con il terapista che lo avrebbe seguito nella terapia per 4 ore a settimana,e sarebbe stato dimesso il giorno dopo. Mamma era felicissima ,


< Papà torna domani ! Però e molto debilitato ,non diciamogli niente di Giulia; vediamo prima come è ,intanto oggi divertiamoci >


Restammo nudi per tutto il giorno,toccandoci , baciandoci e leccandoci, con Giulia scopai due volte,poi dopo cena chiesi a mamma se mi faceva ancora provare a incularla


< Ma non ne ha mai abbastanza ! Dai andiamo a letto >


mi fece stendere ,io lo avevo già duro,si infilò il cazzo nel culo in un attimo lo risucchiò dentro e cominciò a massaggiarlo,si sdraio su di me e allargò le gambe mostrando la figa alla figlia,Giulia guardava ammirata come mamma prendeva il mio cazzo in culo e porgeva la figa alle sue labbra; lei non esitò un attimo,affondo la lingua fra le labbra di mamma leccando tutto , era brava , usava la lingua come un cazzetto ,come se la stesse chiavando,io intanto torturavo i capezzoli di mamma.


< Si cosi tesori miei ,cosi ,cosi dai più forte ,mi fate impazzire, Paolo quando vieni non sborrarmi nel culo, vieni sulla figa ,così Giulia lecca tutto e poi ci baciamo > Poco dopo sentii che stavo per venire ma era troppo bello stare dentro a quel culo e non riuscivo a toglierlo,mamma si sollevò e si sfilò , Giulia prese il cazzo e lo appoggiò sulla figa di mamma, schizzavo sborra come una fontana riempiendo la figa e la pancia ,lei lecco tutto il nettare di mamma e la mia sborra ,poi cominciammo a baciarci e leccarci fino a che ingoiammo tutto


< Mamma mia che roba ,ma siamo proprio porci,non l’avrei mai creduto > disse mamma


< Ma adesso dormiamo >


Nella camera arieggiava l’odore di sesso ,umori e sborra < Apro la finestra > dissero insieme. Il giorno dopo ritorno a casa papà, il covid lo aveva distrutto, era molto dimagrito , non riusciva a camminare da solo , Mamma era molto preoccupata . Il terapista la rassicurò


< Signora non si preoccupi , questa malattia è devastante, ma suo marito è guarito bene ; vedrà in 10/15 giorni sarà come prima . Adesso fatelo riposare ,domani inizieremo la terapia >


Papà era contento di essere a casa


< Sono molto contento di essere a casa con voi,non ne potevo più dell’ospedale > Ci raccontò che aveva vissuto dei momenti terribili e che era stato curato benissimo e le infermiere erano angeli . Mamma lo porto a letto , si addormento subito. Era molto preoccupata


< Ragazzi , lasciamo che si riprenda , per adesso non diciamogli di Giulia >


Io andai a comprare un deambulatore . Quando rincasai papà era seduto in salotto , con le donne , era molto rilassato e si vedeva che era molto contento < Papà prova questo ,vediamo se riesci a camminare >


con un po sforzo riusciva a muoversi Mamma e Giulia andarono in camera


< Sai Paolo ! La cosa che mi è mancata più di tutto è il tuo cazzo e il culo di mamma >


< Ma papà sembri un moribondo e pensi a queste cose >


< Ti dirò pensavo a te e a mamma e una volta mi sono fatto una sega >


< Ma e incredibile >


< Si ma adesso sono troppo debole non mi viene più duro , spero di riprendermi presto >


Rientrò Giulia e interrompemmo la conversazione


< Di cosa stavate parlando che vi siete zittiti >


< Di questa malattia ,è terribile e voi non vi attenete a nessuna protezione , dovreste portare la mascherina ,e non abbracciarvi ne toccarvi visto che uscite > 


< E vero dovremmo essere più prudenti >


Mi scappava da ridere pensando a quel fiume di sborra che ci eravamo scambiati il giorno prima


< Ma abbiamo fatto i tamponi >


continuo Giulia ,Intervenne la mamma


< Dovremmo essere più prudenti , domani viene il terapista , tra qualche giorno potremmo uscire per la fine del lockdaun , ci faremo di nuovo i tamponi e staremo più attenti >


Dopo mangiato mamma si ritirò con papà , noi restammo in salotto per guardare un film ; dopo un pò arrivò mamma


< Papà ha voluto provare , ho provato a succhiarglielo ma non si e rizzato c’è rimasto molto male,sono molto preoccupata >


< Ma vedrai che si riprenderà presto >


< Voi se scopate non fate rumori >.


La mattina seguente il terapista insegnò a mamma gli esercizi che papà doveva eseguire , poi ci raccomandò di seguire le norme igieniche con scrupolo . Con papà in casa non potevamo fare niente, ci eravamo abituati a girare nudi e giocare quando ci veniva voglia , cosi era una noia. Chiesi a mamma perché non dovevamo dire a papà di Giulia e che lui sarebbe stato contento ,ma mamma disse di no e che lei per un po' non avrebbe giocato ,chissà cosa aveva in mente! Pensai. Io e Giulia scopavamo tutte le sere , perché a giorni Mario sarebbe uscito dal ospedale. Papà si stava riprendendo bene ,Mamma con Giulia andarono a mettere a posto l’appartamento per il ritorno di Mario , con papà stavo guardando un film


< Allora papà come ti senti? >


< Direi bene, piano piano sto riacquistando le forze >


< Perché non ci facciamo una bella sega come la prima volta? >


gli dissi mentre tiravo fuori il cazzo


< Non vorrei fare brutta figura > mi rispose  < Faccio tutto io >


mi avvicinai gli sfilai i calzoncini e iniziai a menarglielo , era basotto e non si rizzava ,allungò la mano e cominciò a menami l’uccello ,ero molto eccitato ,si stanco subito


< non ce la faccio > mi disse sconsolato < Fatti la sega ,poi mi vieni in bocca >


mi alzai mi segavo davanti alla sua faccia ,stavo per e venire gli infilai il cazzo e lo scopai in bocca ,succhio tutto e ingoio ,sembrava molto soddisfatto


< E stato bello >


e mi sorrise .Poco dopo rientrò mamma sola, mi sembrava nervosa


< Cosa avete combinato voi due ? > papà ridendo


< Mi ha dato un po di medicina > mamma si incazzò


< Cosa avevamo detto? Niente sesso! E tu ti fai succhiare l’uccello da tuo padre che non riesce neanche a stare in piedi >


Non riuscivo a giustificarmi .Cenammo , papà andò subito a letto restammo io e mamma


< Paolo ! Questa storia deve finire >


< Perché mamma pensavo che ti piacesse ?>   < E papà?> < A lui ci penso io, ne ho parlato con Giulia e anche lei e d’accordo, dobbiamo darci una calmata >


< Ma a Giulia piace molto scopare con me e Mario non la soddisfa >


< Mi ha detto che scoperà ancora fino a che non troverà una soluzione >


Poi andò da papà. Chiamai Giulia < Che storia e questa? Andavamo così bene! > 


< Mamma è molto preoccupata perché si sente troppo coinvolta e non riesce più a gestirsi , vuole approfittare di questo momento per riordinare le cose >


< E noi che c’entriamo?>


< Mi ha convinta che appena si è ristabilito devo devo lasciare Mario .Trovarmi un lavoro e cercarmi un altro uomo >


.Dormii pochissimo l’idea di rinunciare a questo mi infastidiva . Al mattino presto sentii mamma che trafficava in cucina , la raggiunsi


< Mamma ho sentito Giulia , che storia è >


< E ora che diamo una regolata alla nostra vita, non è possibile che due fratelli scopano assieme e convincano i genitori a scopare con loro; non nascondo che mi sia piaciuto molto, ed e emersa la troia che sono e la cosa mi piace però non con i miei figli >


< Sai Paolo ho pensato a quella belle ragazza che ti piace tanto ,mi pare che avevi in progetto di convivere >


< Perché mamma mi vuoi cacciare ? > < Ma va stupido ! So che abita da sola ha un buon stipendio , e fino alla laurea ti aiutiamo noi >


< Se glielo propongo accetterà di sicuro, domani la vedo gliene parlo però mi dispiace >


< Questo ci aiuterà molto >


Girai per casa tutta la mattina ,cercavo di convincermi che era giusto così ; chiamai la mia ragazza , le dissi che in questi mesi mi era mancata molto e le proposi di metterci assieme, che i miei mi avrebbero aiutato,era entusiasta all’idea e non aspettava altro , l’invitai a casa per la sera dopo, e ne avremmo perlato con i miei. L’idea mi convinceva; lo dissi a mamma ,era contentissima. Papà < Cosa è questa contentezza , se si gioca io mi sento benissimo >


< Non fare lo stupido ! Stai in piedi a malapena >


< Io posso solo guardare .e poi a prenderlo in culo non ci vuole un grande sforzo,vero Paolo?>


io me la ridevo ,volevo proprio vedere come mamma lo avrebbe gestito .Nel pomeriggio arrivò il terapista , parlo con mamma


< Oggi faccio solo un po di massaggi perché ormai va benissimo , tra due giorni finisco il ciclo terapeutico poi ci vorrà solo un po di tempo e tornerà come prima >


< In tutti i sensi >


chiese lei < Come in tutti i sensi > < Si insomma !sessualmente e un po debole >


< Se e per questo non si preoccupi > Restammo soli in salotto


< Paolo , sono contenta che hai capito che la situazione era insostenibile , vedrai che sarà meglio cosi >


< Mi dispiace solo una cosa ,di non averti chiavata >


< Stupido >


.Appena uscito il terapista , papà la chiamò vieni a vedere! Era steso a letto ,aveva il cazzo duro e stato il terapista mi ha massaggiato le gambe, poi l’interno delle cosce e l’inguine senza toccare l’uccello < Dai fatemi un pompino che ho voglia > lei mi guardò < Io devo proprio uscire > dissi ,lei si avvicino ,io uscii . Rientrai tardi alla sera ,Papà era incazzato


< Cosa è questa storia che non si gioca più! E tu se d’accordo ? >


< Si papà , è meglio cosi >


< Va bene! però io al cazzo non rinuncio, l’ho detto alla mamma >


Accesi il computer cercai un sito per annunci porno


< Dai date un occhiata ,guardate quante occasioni >


Restarono stupita dalla quantità e qualità delle proposte, soltanto nella nostra città erano più di 200


< Non avrei mai immaginato che esistesse un mondo cosi !>


< Dai se volete iscrivervi poi potete interagire con chi vi interessa , senza alcun obbligo >


Accettarono subito, compilai il modulo di iscrizione come coppia bisex


< Chiedono almeno tre foto di presentazione >


< Non abbiamo foto di noi nudi >


< le scatto io >


Mamma si spoglio , si era già eccitata , posava come una troia , scattai una 50ina di foto poi alcune insieme a papà anche lui nudo, io mi ero eccitato


< Papà ci vuole una foto con un bel cazzo! >


< Come faccio?>


< Fotografiamo il tuo >


disse mamma . Mi spogliai ,avevo il cazzo durissimo, mamma mi scatto un po di foto, eravamo tutti eccitati


< Paolo sarà l’ultima volta ma ma devi inculare >


mi disse papà, mettendosi ella pecorina sul divano , guardai mamma ,lei annui mi avvicinai gli leccai il buco poi gli piantai il cazzo nel culo


< Si si… così come lo sento bene dai spingi forte, riempimi bene >


incominciai a segarlo ,intanto mamma scattava foto, sentivo che si eccitava


< Mamma gli sta venendo duro fatti chiavare>


Le si stese di fianco a noi io mi sfilai da lui che montò su mamma


< Che bello chiavare la tua figa , dai Paolo continua ad incularmi >


ripresi la cavalcata, guardavo mamma e pensavo di scopare lei ; subito dopo papà gli venne mollo


< Dai Paolo scopala tu al posto mio, falla godere > la guardai ,non disse di no e restò a gambe aperte offrendomi la sua bellissima figa, la infilai con il mio cazzone incredibilmente duro ,papà la accarezzava e la baciava dolcemente,io godevo delle sue tette e della figa, lei continuava a venire ,godeva pazzamente


< Mamma ti vengo dentro?>


< No sulle tette e in bocca >


poi mi sfila,mi posi su di lei , cominciai a segarmi, papà si precipito sulla sua figa e lecco tutto, cominciai a sborrargli, prima sulle tette poi sulla bocca, papà di unì a noi e leccò tutto.


< Adesso hai avuto tutto ! Però è l’ultima volta >


Finimmo di pubblicare l’annuncio e andammo a letto. Mi alzai tardi, papa era al computer


< Guarda Paolo! l’annuncio è stato pubblicato e che belle foto ; ci sono già delle proposte >


< Bene avrete da divertirvi >


anche mamma era interessata .Più tardi arrivò il terapista, andò in camera con papà;mamma doveva aiutarmi a trasferirmi, scendemmo con le valige . In garage mi accorsi di avere dimenticato le chiavi della macchina, risalii a prenderle , la porta della camera di papà era socchiusa ,dallo specchio vidi papà che stava facendo un pompino al terapista che aveva un cazzo notevole ,uscii senza farmi sentire, raggiunsi mamma < Faccio da solo! Papa mi ha chiesto se sali a dargli una mano > dopo un po mi chiamo mamma


 

Visualizzazioni: 8 424 Aggiunto: 1 anno fa Utente:
Categorie: Gay e Bisex Incesti
Tag: Amatoriale