Lorenza non sapeva a chi chiedere consigli, era vero che non aveva amiche e poi anche avendole, chi sarebbe stata così fidata da tenersi per sé che aveva l’amante.


Quindi, si mise a guardare video porno di trii con due donne e un uomo e si eccitò moltissimo più che a vedere quelli che guardava normalmente.


Però essere davvero in un trio e vedere Francesco che scopava un’altra donna forse era troppo per lei, sarebbe stata gelosa.


Francesco si fece vivo il giorno dopo e lei gli disse che davvero non sapeva che fare, gli disse dei video porno e lui rispose che era un buon segno che si fosse eccitata tanto.


Francesco allora propose di farle conoscere la donna a cui aveva pensato ossia Cinzia.


Si sarebbero visti in un bar, non aveva nulla da temere. Lorenza comunque era ancora molto restia, aveva paura.


Si videro il giorno dopo in un bar a 10 km da dove abitavano. Cinzia era una donna eterea e certo Lorenza non ce la vedeva in un trio a fare sesso. Scoprì conversando che era anche una donna colta che amava molto leggere, come d’altronde anche Lorenza.


Insomma, non si trattava di un’assatanata, ma di una donna con i suoi pregi e difetti, come tutti.


Francesco sorrideva vedendo l’intesa intellettuale creatasi tra le due donne.


Lui allora domandò se avevano letto dei libri erotici, Lorenza arrossì e rispose che ne stava leggendo proprio uno adesso. Inoltre, era una frequentatrice di siti di racconti erotici.


Cinzia rispose che anche a lei piaceva leggere di erotismo e che si eccitava di più che a vedere video porno. Lorenza disse che anche per lei era lo stesso. Si scambiarono commenti su quanto avevano letto. Francesco domandò a Lorenza che genere di racconti privilegiasse e lei sorprendendolo rispose che amava quelli di orge. Lo stesso Cinzia.


Insomma, la conversazione si stava facendo incandescente. Francesco propose di andare a casa sua per poter parlare in pace e bere.


Le donne risposero di sì anche perché volevano approfondire la loro conoscenza.


Arrivarono a casa. Francesco diede da bere e poi fece vedere loro la sua collezione di libri erotici e le donne li avevano letti tutti.


Poi, Francesco baciò Lorenza e poi Cinzia. Cinzia baciò Lorenza e lei rispose con passione e fiducia.


I baci erano bollenti, si spostarono in camera dove si spogliarono. Le donne erano in biancheria sexy e e calze con auto reggenti e a Francesco vedendole venne subito un’erezione. Le donne si guardavano, Lorenza era in imbarazzo, ma allo stesso tempo molto eccitata quindi spostò una mano sui seni davvero notevoli di Cinzia.


Sentì i suoi capezzoli turgidi e le venne voglia di succhiarli quindi le tolse il reggiseno e lo fece, li succhiò, li succhio e Cinzia gemeva. Cinzia prese una mano a Lorenza, gliela mise dentro le sue mutandine per farle sentire quanto fosse bagnata e allora Lorenza gliele strappò, la fece sdraiare e si mise a leccargliela, come se non avesse fatto altro in vita sua.


Cinzia godeva, godeva e Lorenza imperterrita leccava finché Cinzia venne con un grido acuto dicendo a Lorenza che era proprio brava a leccare. Lorenza rispose che era la prima volta che lo faceva e che adesso aveva voglia anche lei di essere leccata da lei. Cinzia constatò che la sua fica era un lago quindi leccò poco perché Lorenza venne rapidamente.


Nel frattempo, Francesco le aveva riprese e fotografate perché erano veramente troppo arrapanti e ora voleva il culo di Cinzia quindi la fece mettere a pecorina e la penetrò con il suo cazzo enorme e lei gemeva, gemeva mentre Lorenza gli succhiava i capezzoli che ormai adorava.


A Lorenza venne un’idea perché l’aveva vista in un video porno ossia mise la sua fica davanti alla bocca di Cinzia perché la leccasse e lei lo fece facendola godere ancora moltissimo.


Poi Cinzia venne mentre Francesco eiaculava nel suo intestino.


Lorenza baciò Cinzia sulle labbra mentre ancora le toccava il seno. Disse che era stupendo accarezzare il corpo di una donna e avere un cazzone a disposizione, a cui, non avrebbe mai saputo rinunciare.


Francesco disse a Lorenza che era contento che avesse capito che non per questo sarebbe diventato lesbica, diciamo bisex, anche se la definizione non piaceva troppo a Lorenza.


Poi, andarono a fare la doccia e anche li Cinzia e Lorenza si baciarono. Cinzia succhiò i capezzoli di Lorenza e nel mentre Francesco si faceva una sega guardandole finché non incontrò gli occhi di Lorenza che si staccò da Cinzia per fargli un pompino.


Quindi, si accucciò, mentre Cinzia si sdraiò in terra per leccargliela. Lorenza lo prese in bocca era davvero enorme, adorava la sua cappella, adorava il suo cazzo, si fece anche una spagnola e se lo passò anche sul viso. Gli disse che voleva la sborra sui seni, magari anche su quelli di Cinzia,


Lei continuò con il pompino fino a che tutte e due accucciate ricevettero la loro dose di sborra sui seni. Poi se li massaggiarono l’un l’altra, li leccarono come due perverse a cui piaceva moltissimo ingoiare la sborra.


Francesco le incitava, diceva loro che erano proprio due maialone come piacevano a lui.


Poi, Cinzia e Lorenza si baciarono e si aggiunse anche Francesco che nel mentre faceva passare le sue mani sul corpo delle due donne.


Lorenza aveva voglia di cazzo nella fica, ma anche Cinzia quindi Francesco propose la doppia penetrazione alla pecorina, quando gli si fosse tirato su.


Cinzia allora si dette da fare prendendoglielo in bocca, anche se, dovettero aspettare un po’ perché ritornasse grosso e duro da poterle penetrare.


Loro erano con le mani appoggiate sulla parete del bagno con il culo in avanti pronte a ricevere il suo cazzo che centrò prima il buco di Cinzia che gemette subito in maniera incredibile. Si capiva quanto amasse il cazzo oltre che la fica.


Lorenza la baciava e le toccava un capezzolo, poi fu la volta di Lorenza che ebbe un orgasmo gigantesco mentre Francesco le scaricava la sborra nell’intestino.


Cinzia andò a leccare il buchino e poi lucidò anche il cazzo di Francesco.


Adesso, erano tutti e tre stanchi quindi andarono a letto con le due donne vicino che si accarezzavano e baciavano languidamente mentre Francesco si mise a dormire come un sasso.


Nel frattempo, Cinzia disse a Lorenza che sembrava che avesse sempre fatto parte di un trio. Lei rispose che aveva scoperto una parte di se stessa che non sapeva di avere ossia che le piaceva fare sesso anche con le donne.


Certo, ci doveva essere anche un bel cazzo a disposizione. Cinzia le disse che la prossima volta le avrebbe fatto provare dei vibratori che certamente non erano come un bel cazzo, ma che comunque, facevano provare degli orgasmi incredibili.


Lorenza rispose che aveva sempre fatto con le dita e Cinzia ribattè che non sapeva cosa si era persa.


Francesco poi si svegliò e le due donne se ne andarono via insieme scambiandosi il numero di telefono e dicendo che si sarebbero visti al più presto per giocare ancora.

Visualizzazioni: 2 909 Aggiunto: 1 anno fa Utente:
Categorie: Trio
Tag: Cavalcate