Mentre la baciavo e le strizzavo il culo in sottofondo c'era il respiro affannoso di Max che mi ricordava la sua presenza, io ormai ero completamente fuori controllo, mi sono staccato dalle labbra di Miria ed ho iniziato a sfilarle il vestito, lei una volta liberato il collo e le braccia dall'abito lo ha tirato in faccia a Max che ci stava guardando sempre più con gli occhi persi.


I seni quasi inesistenti avevano dei capezzoli durissimi che ho stretto subito con decisione per vedere che effetto faceva su Miria questo stimolo, ma lei si è girata dandomi le spalle, così l'ho abbracciata da dietro iniziando a baciarla sul collo mentre le mani scivolando sulla pelle liscia raggiungevano le mutande. 


Era un classico perizoma bianco in fibra ma senza cuciture così dandomi lei le spalle l'ho fatta adagiare con i gomiti sul tavolo ed era praticamente a novanta gradi, il culo era perfetto così ho iniziato a sfilarle le mutande ed una volta a terra ho allargato le natiche ed ho iniziato a leccarle il buco con foga mentre con la mano destra le toccavo le labbra della fica ormai bagnata la sinistra percorreva con il palmo aperto tutta la pelle della schiena.


Max era ad un metro da me ed io all'altezza dei suoi occhi stavo leccando il culo di sua moglie.


Intanto Miria mi riportava alla realta:


"il culo me lo puoi solo leccare ma non lo puoi avere, adesso scopiamo"


Si è alzata in piedi, si è girata e poi ha iniziato a slacciarmi cintura e jeans, sotto le mutande io ero già pronto e sapevo che non potevo durare neanche un minuto. Lei una volta scese le mutande me lo prende in mano, si tira su ed inizia sedersi sul tavolo dove prima era appoggiata. La fica era perfettamente rasata e lubrificata mi ha guidato fino al contatto e sono scivolato dentro al lago caldo con una sensazione di piacere pieno. 


Ho iniziato a pomparla lentamente con la speranza di reggere qualche minuto e lei capita la situazione ha appoggiato i suoi polpastrelli sul clito iniziando a masturbarsi con foga e mentre io cercavo al sua bocca lei si allontanava e piantava gli occhi rabbiosi in faccia a suo marito che ormai era rosso in viso e respirava sempre piu a fatica.


Dopo un po che pompavo e lei ci dava dentro ha accellerato il ritmo delle dita ed ha iniziato a godere a quel punto ho dato un paio di pompate finali ho sfilato il cazzo e le sono venuto sul ventre coprendola fino ad oltre l'ombelico, lei con un brusco gesto mi ha allontanato ed è scappata in bagno ed io in silenzio mi sono vestito e me ne sono andato.


Miria non ha mai più voluto vedermi, Max sta meglio ed ha ripreso perfettamente le sue attività sessuali dice solo che Miria gli ordina sempre di farsi la barba e leccargli il culo come ho fatto io quella volta.

Visualizzazioni: 1 516 Aggiunto: 1 anno fa Utente: