Sabato nel primo pomeriggio sono andata al mare. Ero abbastanza lontana da casa per poter agire liberamente e sono andata in una spiaggia che si può raggiungere solo percorrendo un sentiero un po' scomodo. Risultato certo ... niente bambini. C'era gente comunque perché era sabato eccome al solito prevalentemente uomini. Ho passeggiato un po' e mi son scelta un posto vicino a dei ragazzi che giocavano a pallavolo. C'era una rudimentale rete, sei erano in campo e altri seduti intorno. Mi son messa in topless in perizoma, occhiali da sole e ho iniziato a guardare la partita. Qualche volta la palla è arrivata da me, mi sono alzata e l'ho rilanciata. Poi la partita è finita e gli altri che erano 4 si son messi a palleggiare. Sono andata poi in acqua perché quelli che avevano giocato stavano facendo il bagno. Avevo tolto gli occhiali. Mi sorridevano. Ho chiesto chi erano i vincitori e abbiamo iniziato a parlare.  Gli altri hanno tirato la palla in acqua, sono arrivati e mi hanno coinvolta in comici palleggi. L'acqua arrivava poco sopra l'ombelico. In un salto il perizoma è rimasto giù, hanno visto e me lo sono tolto mettendolo al collo. Ho giocato così poi ho detto "salgo, sono stanca", ho fatto caso che nelle vicinanze non c'era quasi nessuno e son salita così col perizoma in mano e mi sono stesa al mio posto. Loro sono arrivati e si son messi intorno a me coi teli due ombrelloni e gli zaini. Stavo semistesa ma ero tranquilla perché nelle vicinanze c'erano solo uomini ed ero abbastanza riparata. Avevano accenti di fuori e ho scoperto che sono tutti studenti universitari nella vicina città dove abito. Ho dato a uno di loro la crema solare e all'inizio timidamente, me l'ha messa sulla schiena. Un altro dotato di più spirito d'iniziativa, ha iniziato col seno e ... i loro slip, gli slip di tutti si gonfiavano e non contenevano più quel bendidio. Dietro a  noi c'erano le dune. Mi son messa il telo in vita come un'hawaiana, gli occhiali da sole e mi sono inoltrata ma di poco. Quattro di loro mi hanno seguita. Appena mi son sentita abbastanza riparata ho tirato giù il primo slip e ho iniziato a succhiare. È durato dieci secondi e mi ha inondato il viso. In forse venti minuti tutti e dieci erano venuti e io avevo mento e seno che colavano e dagli occhiali facevo fatica a vedere. Li ho tolti e sono andata in acqua. Mi hanno seguito e mentre mi sciacquavo mi hanno detto che erano pronti per un altro giro. Ho detto "giochiamo prima  a pallavolo tutti insieme !" Ed è stato divertente e per loro eccitante perché il mio seno, una terza abbondante, ballava, si insabbiata ecc. Poi sono corsa di nuovo dietro le dune e, uno di guardia per evitare problemi coi malpensanti, ho fatto il secondo giro che è stato solo di pochissimo più lungo del primo. Questa volta ho preteso di bere il loro seme ... ed erano al settimo cielo. Poi siamo tornati al sole e mi hanno raccontato che fino ad oltre la metà di luglio hanno un sacco di esami. Studiano sempre e raramente, come in quel momento, si concedono una pausa. Mi dicono che "domani studieremo bene perché ci hai dato un nell'aiuto. Ci seghiamo minimo due volte al giorno. Te lo ritrovi duro e non riesci più a studiare...". Dico che ho l'estate libera e adoro i pompini quindi, se a loro fa piacere posso passare ogni mattina per rilassarli, e poi anche verso sera... ci siamo accordati. Possono invitare anche altri ma non ragazzi della mia città. Arrivo alle 8, faccio "colazione" poi verso le nove di sera che inizia il fresco, per la "cena". Arriva il tramonto... siamo rimasti solo noi e mi concedo totalmente. Poi a casa. Domenica sono andata di nuovo al mare e questa mattina, lunedì, alle 8 ero da loro. Erano ventuno. Devo tornarci stasera e per ora i prenotati sono 25 ma mancano quattro ore ... possono ancora aumentare...


Per me che adoro sentire il pene in bocca, in gola, e adoro il sapore dello sperma ... è troppo divertente.... ciao...

Visualizzazioni: 5 656 Aggiunto: 1 anno fa Utente:
Categorie: Sesso di gruppo
Tag: Pompinare