Desiderio primario: l'odore della Figa!.. ed una bella sega fatta da una cinesina di città.

In Primavera sono andato giù a Roma a trovare mia figlia che studia lì nel periodo universitario e, come sempre quando mi trovo fuori casa in trasferta, mi sono fatto un breve programma per divertirmi un po', visto che lontano da casa mi sale sempre una lippa pazzesca. Il programma prevedeva:

1) prelevare dal bagno (sperando di trovarle lì) le mutandine usate sporche della coinquilina di mia figlia che già conoscevo, da sniffarmi a letto per una lunga sega notturna, con l'odore di figa nel naso che non sentivo da 4 mesi o più..
2) Guardarmi un po' di culetti e di fighe in Camel Toe in leggings per strada in giro per la città per eccitarmi e..
3) ..una volta eccitato farmi fare una bella sega liberatoria in un centro massaggi cinesi, di cui Roma è piena.

Da dove partiamo? Dal punto 2 e 3 direi, con servizietto "happy end" nel centro massaggi cinese di zona Re di Roma, uno dei più famosi.

Arrivato all'ora di pranzo in città ho avuto tutto il pomeriggio libero per sfogare le mie voglie, aspettando che mia figlia tornasse dal lavoro nel tardo pomeriggio.
Ora di pranzo, finiscono le scuole, mi faccio una passeggiata in centro zona scuole ed atenei.
Anni fa tra le ragazze ricordo andavano di moda i jeans attillati a vita bassa, che risaltavano in maniera fantastica il culo e che rendevano belle e sode anche le chiappe più stanche di una quarantenne ed oltre.. ora invece da qualche anno vanno di moda i leggings, quei pantaloni tipo fusò o calze spesse, attillate, che risaltano ancora di più le forme, le curve del culo, le cosce e.. la forma davanti della? sì di lei, della FIGA!
La figa appunto, il desiderio primario di ogni uomo, la zona dove casca sempre l'occhio quando incrocio per strada una ragazza che li porta, in cui qualche rara volta riesco a rubare solo per un secondo appena l'immagine del Cameltoe, l'immagine cioè della forma della vulva che risalta sul tessuto attillato, con tanto di labbra vulvari che si muovono durante la camminata della tipa.. che spettacolo!
E che figure di merda se la ragazza se ne accorge che la guardo in zona genitale, ma non me ne frega un cazzo io guardo perchè sono loro ad essere libere di decidere come vestirsi, per farsi più o meno scopare con gli occhi da noi maschi no?!
Così d'estate tra culi attillati e Camel Toe in leggings ho spesso la mano in tasca per strada per toccarmelo un po' da quanto mi eccitano questi pantaloni.
Non a tutte le ragazze in leggings però si vede la forma della vulva: intanto molti leggings hanno il cavallo basso, quindi non attillano sulle mutande ma che rimangono larghi sotto; altri hanno il cavallo alto e si attaccano bene alle mutande come i fusò da ciclista di una volta, facendo vedere un po' la curvatura del pube; altri ancora di Licra magari aderiscono molto meglio e vanno portati tirati bene in sù, quindi è probabile che si cominci a vedere anche la forma della vulva, con le grandi labbra della ragazza in questione.. però tutto questo dipende se alla ragazza piace essere guardata o meno, se ci mette sopra a coprire una maglia lunga il gioco è finito!
Così si sbava un po' a guardare le cosce sode della fighetta che ci cammina davanti, ci si eccita sul vedo non vedo in zona culo e figa, la segui per strada cercando di vederci meglio qualcosa, la superi magari per vie traverse tornando indietro per guardartela da davanti.. ma se la tipa ha una maglia lunga o la giacca chiusa davanti che la copre la patatina la fatica è vana ed il piacere bello e finito.
Statisticamente solo ad una ragazza su dieci riesco a vedere qualcosa della vulva, al resto si riesce a spiare poco o niente. Oltretutto, se la patatina è rasata allora risaltano di più le grandi labbra sotto i vestiti, ma se è invece pelosa al naturale il cuscinetto di peli ovatta tutto, quindi niente anatomia vulvare da gustarsi con gli occhi per farcelo andare in tiro.
Rimangono comunque eccitantissimi questi leggings, roba che dalla curiosità chiederei ad ogni ragazza di farmi controllare se le si vede il taglio della figa stampato o no in mezzo alle gambe.. sai che risate, ma quante botte e calci sulle palle mi prenderei! :))

--------------------------
Manovella cinese

Così dopo un paio d'ore di passeggiata a gustarmi culetti giovani e fighette liceali per strada tirate in leggings vulvari, mi era salita una voglia matta di farmi una sega guardona.. sì ma dove in città? roba che se mi scoprono dietro un albero al parco a menarmelo spiando le ragazze mi denunciano!.. nò non si può fare.. per arrivare a casa di mia figlia bello rilassato senza la voglia di correre subito in bagno in cerca dei suoi slip da sniffarmi l'unica soluzione è un bel servizietto massaggio sega dalle cinesi.. quattro mesi di astinenza senza l'odore di una figa da annusare sono pesanti da sopportare è!?
Apro il cellulare, cerco sui soliti siti tipo bacheca di incontri, metto la città, la zona, e mi escono 3 centri di massaggi nei paraggi di casa di mia figlia. Ormai il sole è al tramonto, e nelle due ore prima che arrivi a casa dovrei farcela.
Chiamo un centro massaggi a caso e mi risponde una cinese che si capisce appena: massaggio sexy? mi chiede, io sì! 40 euro mezz'ora, 60 un'ora un ora, 120 amore.. ok arrivo subito! Direi che mezz'ora mi può bastare, mi basta svuotarmi le palle in pace prima di vedere B., senza servizi extra visto che ho già di meglio per le mani da farmi con 120 euro che una milf cinese messa a pecorina su un lettino da massaggi con il padrone fuori che ci ascolta.. Nò oggi basta una sega e via, una bella manovella cinese come dicono a Milano :)
Entro nel centro massaggi, mi saluta il padrone alla cassa - un ciccione sui 50 - e passo nella sala d'attesa dove chiacchierano sedute 3 cinesi, una parecchio giovane sui 20 ed altre due sui 30 direi, decidono tra di loro e una delle due trentenni, la più carina almeno, si fa avanti mi saluta e si fa seguire fino allo stanzino del massaggio. Non l'avevo mai fatto prima perchè odio farmi spalmare d'olio e farmi toccare passivamente, ma se questo è il prezzo - o la farsa direi - da pagare per farmi fare una bella sega porterò pazienza.

La cinesina mi fa sedere, abbassa la luce, mi da due asciugamani bianchi ed un paio di slip di carta e mi chiede di spogliarmi, ed esce. Ok eseguo gli ordini e l'aspetto sdraiato. Torna mezza nuda, mezza però, con ancora il reggiseno imbottito, mutandine e calze nere autoreggenti..roba stile cinese anni '80 direi che non mi attizza tanto, ma cerco di rilassarmi e faccio fare a lei.
Sulla schiena mi massaggia bene e mi rilasso, e lei si appoggia spesso col suo corpo a me facendomelo cominciare a crescere, ma non troppo ancora, finchè mi gira a pancia in sù e si mette dietro la mia testa. Per massaggiarmi il petto da lì dietro si sporge in avanti ed è costretta ad appoggiarsi con la figa (ancora imbottita nelle mutande) sulla mia testa, quasi sulla fronte.. ma mentre mi massaggia sento che la cinese che comincia a stusciarsi in maniera più convinta per farmi sentire la patata sulla mia testa, quindi è un attimo e mi parte subito in tiro.. nelle mutandine di carta! Quando accenno a girare in dietro ancora di più la testa per baciarle la patata (ancora purtroppo sotto le mutandine di pizzo) lei si mette a ridere e si sposta. Mi toglie le mutande di carta sempre sorridente e mi stringe velocemente il cazzo come per sentire quanto duro era diventato, ride e mi dice di aspettarla lì che tornava subito. Comincia la festa ragazzi? Speriamo!!
Torna ancora in calze e mutande ma senza reggiseno, abbassa ancora di più la luce e comincia il suo lavoro di mano menandomelo lentamente con l'olio in piedi di fianco al letto ad altezza cazzo, ma ancora a portata delle mie mani per toccarla.
Si muove bene, mi sorride sempre guardandomi negli occhi così mi sale improvvisa la voglia della sua bocca anche solo per un attimo, ma per 40 euro non penso la cosa sia fattibile e rinuncio anche solo a chiederglielo. A tre minuti dall'inizio le chiedo di poterle toccare le tette e mi accontenta avvicinandosi, anche se sono steso e da sdraiato sono scomodo a palparla, e mi devo accontentare dell'uso della sola mia mano sinistra che è la più vicina al suo corpo per toccarla. Ad una certa le comincio a toccare la figa sopra le mutande, poi carezza dopo carezza, accenno a metterle la mano dentro le mutande da di lato, lei fa come per spostarsi ma poi torna ed acconsente. Ormai sto quasi per venire dopo 5 minuti di manovella sempre più veloce ed energica, anche se a tratti perde il ritmo e la devo guidare io con la mia mano. Ormai bello eccitato mi tiro la cinese verso di me avvicinandola con forza ed incastro il viso sopra le sue mutandine proprio sopra il suo buchetto, buchetto cinese ancora nascosta dentro le sue spesse mutande purtoppo.. :(

Forse un po' in ritardo sulla tabella di marcia ad una certa capisco che vuole darmi in colpo di grazia e farmi venire in fretta: così si abbassa su di me per farsi succhiare le tette, invito che non sdegno affatto stimolato sempre dal suo lavoro di mani sul mio pisello e dalla taglia che stimo essere una terza, dalla tipica forma orientali a pera.. la succhiata me la godo bella energica che quasi le faccio male anche senza morderla con i denti.
Non ancora contento e convinto di venire in fretta lei alla fine si arrende: si tira giù le mutandine di poco fino alle cosce, tanto basta per scoprire quello spettacolino di vulva e slip bianchi, e mi fa appoggiare finalmente bene il naso di lato sulla sua patatina cinese: era ora cazzo!
Pelo ce n'è poco, così anche se messo scomodo istintivamente piego la testa di lato ed inizio a leccarla ed annusarla intensamente, in astinenza da 4 mesi com'ero dall'odore di vagina. In un attimo sento in bocca il gusto di figa che comincia a scenderle, ma soprattutto l'odore della sua vagina calda che mi arriva dritto al cervello: comincio a godere ad alta voce sotto la sega impietosa che mi continua a fare con la mano.. finalmente dopo 10 secondi esplodo e le sborro sulla mano oltre che sulla mia pancia di brutto!
E' il potere della figa e del suo odore ragazzi, cinese o italiana è sempre un irresistibile odore di buchetto caldo non c'è niente da fare.

Mentre si gusta la mia sborrata in diretta levando la mano per non sporcarsi troppo, la cinese si mette a ridere e mi chiede se avevo avuto tanta voglia di lei vista la mezza litrata di sperma che mi aveva appena svuotato dalle palle con la sua sega. Annuisco distrutto, erano 3 giorni che non mi svuotavo per bene.
Mi asciuga comunque gentilmente lei con gli asciugamani, si riveste e mi saluta con un bacino casto sulla bocca e se ne va. Io mi rivesto ancora un po' frastornato da quella sega, pago all'uscita e me ne vado comunque soddisfatto dei miei 40 euro spesi come meglio non potevo fare a Roma in due ore.
Comunque con le cinesi va sempre così, guidano loro il servizio e si concedono se e come vogliono loro. Come comunità hanno valanghe di soldi e non hanno certo bisogno di certe attività per tirare avanti, quindi non si può pretendere nulla da loro. Anche il rapporto completo lo decidono loro con chi lo puoi fare, e di solito è con la più vecchia e brutta navigata, non certo con la fighetta fresca magari protetta del capo, tu non decidi un cazzo e se alzi la voce in due secondi arrivano un paio di baldi giovani che ti buttano fuori senza tanti ringraziamenti..questo per sentito dire ma è così. E comunque massimo rispetto a chi lavora, cinesine comprese! ;)
Visualizzazioni: 3 246 Aggiunto: 5 anni fa Utente: