Dopo la lezione avuta da Roberta su cosa possono chiedere le clienti, un paio di giorni dopo mi chiama Alessandra dicendomi che ha voglia di essere scopata, mi invita a casa sua. Appena arrivato entro in casa mi dice "vai in camera spogliati e torna qui" io faccio ciò che mi ha chiesto, quando torno nel salone, lei è seduta sul divano a gambe larghe, mi avvicino mi inginocchio e comincio a leccarle la figa lei mi dice "so che Roberta ti ha convinto a fare la puttana per lei" io smetto di leccare ed alzando la faccia le dico "come fai a saperlo" lei "il nostro avvocato mi ha chiesto se ti avevo già scopato io non sapevo cosa rispondere, lei mi ha raccontato tutto" io "sono stato obbligato, ti ricordi quando un mese non risultava l'affitto, bene, dopo aver scopato per bene l'avvocato, il giorno dopo risultava" Alessandra mi indicò di ricominciare a leccare. Godette come una fontana, poi andammo a letto, mi fece sdraiare e poi si mise sopra in un 69, leccava il mio cazzo con voglia, era duro come il marmo, smise di leccare, si girò e se lo infilò in figa dicendomi "allora quanto mi costa questa scopata" io "niente con Roberta siamo d'accordo che a te è lei io sono gratis" lei "minchia sei proprio una troia, quanto ti ha pagato l'avvocato" io "niente perchè ho saldato un debito che Roberta aveva con lei" poi dissi "guarda che sto per godere" lei "voglio sentire la tua sborra dentro" quindi io venni abbondantemente dentro, lei mi continuò a scopare fino a sentirlo diventare molle. Si alzò dal letto e andando verso il gabinetto mi disse "vieni che devi servirmi anche al cesso" io andai dietro a lei, si sedette sul gabinetto e cominciò a pisciare, una volta finito si alzò e mi disse "stenditi" io mi stesi per terra, lei venne sopra e mettendomi la figa in faccia disse "asciuga e pulisci tutto". Leccai tutto per bene, lei si alzò e mettendomi la pianta del piede destro sulla bocca disse "adesso leccami i piedi" ubbidii prontamente, poi si fece leccare anche l'altro, vedendo che il mio cazzo stava riprendendo vigore disse "dai torniamo in camera" arrivati si sedette sul letto e mi fece di nuovo leccare la figa, era bagnatissima, si vedeva che le piaceva comandarmi a bacchetta, poi si mise a pecorina e mi disse "ora mi lecchi il culo" ovviamente mentre leccavo con una mano procedevo ad un massaggio al suo clitoride, ansimava e godeva, poi mi disse "bravo mi stai facendo sentire come una vacca in calore, mettimelo in culo e continua farmi godere" io misi una mano sul cazzo per guidarlo al buco, poi lo appoggiai e lo infilai delicatamente, quando vidi che per metà, le misi le mani sui fianchi e cominciai la monta, lei godeva e gridava dal piacere, disse di continuare e di godere dentro, la montai per un bel po' di tempo poi mi svuotai nel suo culo. Lo sfilai e lei si distese sul letto disfatta dissi "vado a gabinetto e torno" lei non rispose, andai pisciai e mi feci un bidet, tornato la trovai come l'avevo lasciata, preoccupato dissi "Alessandra tutto bene?" lei mi guardò e mi disse "si tutto bene era da un po' che non scopavo così grazie" io "era il mio dovere mi hai chiamato per questo, ora posso andare" lei "si vai pure tanto mi hai distrutta" mi rivestiti, lei nel frattempo si era messa a sedere sul letto appoggiandosi alla testiera, mi disse "allora posso considerarti la mia puttana" io "certo" lei "ti organizzerò un incontro con la proprietaria della casa, sai è vedova, e da quanto so ha voglia di cazzo" io "non considerarmi schizzinoso ma ti posso chiedere l'età" lei "ma figurati la nostra età, so che va nei locali è paga i ragazzini per farsi scopare" io "non posso mettermi in concorrenza con dei ragazzini" lei "perché tu hai un bel cazzo e lecchi bene, poi metti a disposizione tutto il tuo corpo senza far discussioni, ora ne parlo con lei e ti faccio sapere" io "Roberta deve sapere qualcosa" lei "saprà che incontri la proprietaria poi cosa succede sono affari tuoi" io "se lo immaginerà" lei "dopo l'incontro o lo racconterai tu o direttamente lei cosa è successo, lei ti gestirà con la sua clientela, a me basta di averti quando ho voglia" risposi "ok allora ciao alla prossima" lei "ciao puttana" me ne andai la prossima volta vi racconterò l'incontro con la signora. 

Visualizzazioni: 3 267 Aggiunto: 1 anno fa Utente:
Categorie: Confessioni
Tag: 69