Ed ecco che mi preparo per un altro volo, faccio l'assistente di volo, sono spagnola, ho 34 anni, bruna, alta 1'60, corpo proporzionato, 30DD di reggiseno, sono sposata da 10 anni, 2 figli, vita abbastanza regolare.
Da poco tempo ho cambiato posizione a lavoro e ho cominciato a fare voli a lungo raggio che  mi tengono lontana da casa per diversi giorni. 
Sono sempre stata una moglie fedele ma uscire sola in paesi lontano da occhi indiscreti mi ha riportato un po' a quando ero più libertina e non disdicevo una one-night-stand.
Così dopo un volo di 12 ore arriviamo all'hotel, con l'equipaggio organizziamo di vederci per un drink veloce nel bar dell'albergo prima di andare a riposare.
Così mi faccio una doccia veloce, mi metto un vestito leggero, visto i 30 gradi e scendo nella hall.
Dopo 20 minuti che aspetto dell'equipaggio nessuna ombra, così decido di ordinare un bicchiere di vino bianco e poi tornare in camera.
Al bar si avvicina un signore distinto sulla 50ina che inizia ad attaccare bottone, visto che non ero molto stanca mi metto a conversare con lui del più e del meno, il tempo passa e senza accorgermene sto già al terzo bicchiere di vino, e noto che il mio livello di inibizione si sta abbassando. Il suo sguardo si sofferma spesso sulla mia scollatura il che non può che non farmi piacere, non mi capitava de tempo di stare sola con un uomo affascinante che  non era mio marito, ma la cosa doveva finire lì.
Così gli dico che era tardi e che volevo tornare in camera, al che si offre di accompagnarmi al ascensore,  una volta dentro rimaniamo in silenzio fino a che arriviamo al suo piano, all'aprirsi le porte ci fissiamo negli occhi, ho provato qualcosa di intenso, ci avviciniamo ed iniziamo a baciarci intensamente, le sue mani vanno subito sul mio culo, mi sento elettrizzata, una sensazione di trasgressione che non sentivo da anni.
Sono già tutta bagnata, le sue mani mi toccano dappertutto così ci muoviamo verso la sua stanza ed entriamo. 
Ho il battito a mille, mi mette conto il muro, si inginocchia ed infila le mani sotto il vestito, mi sfila gli slip e comincia a leccarmela, una sensazione incredibile , una tecnica di lingua e mani da impazzire, non so quanto posso resistere così,  al che gli faccio segno di alzarsi, continuiamo a baciarci, mi tira fuori i seni dal reggiseno e comincia a succhiarmi i capezzoli, sono in estesi.  A quel punto lo spingo sul letto, gli sbottono i pantaloni e glielo tiro fuori, bellissimo,  turgido, più di 20cm, erano anni che non ne vedevo uno così, inizio a leccarlo, con la lingua intorno al glande, lungo l'asta, i testicoli per poi tornare su e comincio a succhiarlo per bene, riesco a metterne più di metà in gola, lui mi tiene la testa cadenzando  il ritmo, fino a che praticamente mi scopa la bocca.
mi sentivo di nuovo piena di vita.
A quel punto mi muovo su di lui, lo bacio passionale passionalmente mentre glielo prendo in mano e lo avvicino all'entrata della mia passerina ormai in un mare di umori,  così  che lui con un colpo di bacino me lo mette tutto dentro. una sensazione paradisiaca. lo cavalco come un amazzone, una goduria immensa...mi fa venire in tempo di record, per un momento quasi perdo i sensi dell'intensità della sensazione.  Continuo a  cavalcarlo, poi si gira e comincia a prendermi fa dietro, prendendomi i capelli e sincronizzando i colpi, sto godendo come non facevo
 da tempo, lasciandomi andare completamente. 
Mi fa provare altri 2 intensi orgasmi, ma adesso tocca a me restituirgli il favore, metto il suo magnifico pene tra i miei seni e comincio a fargli una spagnola, poì glielo prendo di nuovo in bocca, ed inizio a succhiarlo e segarlo allo stesso tempo, gli  sento dai suoi gemiti che sta per venire,  così mi propino ad indirizzare il suo pene per scaricarsi sul  mio petto, ma faccio solo in tempo a toglierlo dalla bocca che comincia a venire copiosamente sulla mia faccia, sul naso, sulla bocca, sento il suo seme colare sulla guancia, sul mento e gocciolare sui mie seni.
Adesso è ora di tornare in camera, prendo un asciugamani e mi asciugo con cura, mi rimetto il vestito, e ci salutiamo con un bacio.
Torno in stanza, ho il cuore che batte ancora forte memore delle emozioni appena vissute, dopo anni per la prima volta mi sono lasciata andare completamente alla passione più cruda.
Forse ricapiterà,  forse no.

Visualizzazioni: 4 110 Aggiunto: 1 anno fa Utente:
Categorie: Confessioni Tradimenti