ARRIVARONO GLI OSPITI. TRE UOMINI UNOSCEICCO ARABO DI CIRCA 50 ANNI,E DUE ASSISTENTI DI 20-30 ANNI CIRCA SI SIEDONO, INIZIANO A BERE CHAMPAGNE, BRINDANO PARLANO AD UN CERTO PUNTO L’ARABO HA UN SOBBALZO.. IL CONTI GLI APPOGGIA UNA MANO SUL BRACCIO E LO TRANQUILLIZZA…”TRANQUILLO! E’ UN NOSTRO OMAGGIO DI BENVENUTO PER GLI OSPITI …” DOPO QUALCHE MINUTO LA SCENA SI RIPETE CON GLI ALTRI 2 A TAVOLA.. “E ASSURDO PENSAI .. VIVO DA 12 ANNI CON UNA PERSONA CHE NON CONOSCO.. CHE ADESSO E’ IN GINOCCHIO SOTTO UN TAVOLO E STA SPOMPINANDO 4 SCONOSCIUTI… MA .. COME L’ALTRA VOLTA.. LA RABBIA E MISTA AD ECCITAZIONE .. POI L’ECCITAZIONE PRENDE IL SOPRAVVENTO.. MI SBOTTONO.. MI STA ESPLODENDO IL CAZZO DENTRO I PANTALONI..LO TIRO FUORI ED INIZIO A SEGARMI… DOPO 40 MINUTI LA CENA E TERMINATA ..AD UN CERTO PUNTO IL CONTI BATTE DUE VOLTE LE MANI E 4 CAMERIERI IN UN ATTIMO SGOMBERANO IL TAVOLO DALLE STOVIGLIE…BATTE NUOVAMENTE LE MANI ORA UNA SOLA VOLTA E DA SOTTO IL TAVOLO ESCE MIA MOGLIE A QUATTRO ZAMPE..ARRIVA IL MAGGIORDOMO LE METTE COLLARE E GUINZAGLIO E LA PORTA SEMPPRE A 4 ZAMPE FINO IN FONDO ALLA SALA. QUI, LEI SI ALZA IN PIEDI E IL MAGGIORDOMO LE PORGE IL GUINZAGLIO. LEI SORRIDE AGLI OSPITI, E’ VESTITA SOLO DI GUEPPIERRE, PERIZOMA,
REGGICALZE CALZE E TACCO 12… SI ALLONTANA DAL TAVOLO CAMINANDO CON ELEGANZA, ARRIVA IN FONDO LA SALA TORNA INDIETRO I 4 SON SEDUTI A COPPIE SUI LATI DEL TAVOLO RETTANGOLARE .. LEI ARRIVA APPOGGIA UN PIEDE SUL TAVOLO.. SI SFILA IL PERIZOMA E MOSTRA LA FIGA DEPILATA..SI METTE DUE DITA IN BOCCA E LE INFILA NELLA FIGA POI SALE SUL TAVOLO E ARRIVA AL CENTRO DI QUESTO A QUATTRO ZAMPE… I TRE OSPITI SONO IN ESTASI.. GUARDANO CONTI CHE FA UN CENNO AMIA MOGLIE.. LEI CON VOCE SUADENTE E SGUARDO MALIZIOSO GUARDA I 3 UOMINI E DICE… “SONO LA PUTTANA CHE IL DOTTOR CONTI A COMPRATO PER VOI.. SONO A VOSTRA DISPOSIZIONE PER OBBEDIRE A QUALSIASI ORDINE.. SONO LA VOSTRA SCHIAVA.. FATE DI ME CIO’ CHE VOLETE..” L’ARABO SI ALZA TIRA FUORI IL CAZZO… UN CAZZO QUASI NERO GROSSO LUNGO PIU DI 20 CENTIMETRI .. E GLI DICE “FEMMINA PUTTANA SEI MOLTO BRAVA A FAR POMPINI NE VOGLIO UN ALTRO…” CREDETEMI.. MIA MOGLIE E UNA GRAN BELLA DONNA, LAVORO IMPORTANTE, PARLA 5 LINGUE.. QUINDI SI E TROVATA IN UN CONTESTO ECCEZIONALE.. MA FIDATEVI ANCHE LE VOSTRE , UNA VOLTA NELLA VITA SI SON FATTE CHIAVARE, INSULTARE ED INCULARE COME PUTTANE… MAGARI DAL MACELLAIO, DAL DATORE DI LAVORO O DALL’IDRAULICO, MA TUTTE L’ANNO FATTO, MAGARI PER SOLDI COME LA MIA, O MAGARI PERCHE RAPITE DAL FASCINO NERO DELLA TRASGRESSIONE SI SON TRASFORMATE IN VERE PUTTANE. E SAPETE DOVE STA IL BELLO, CHE LO HANNO FATTO SENZA FARVI DUBITARE NULLA, TORNANDO A CASA COME SE NIENTE FOSSE, O MEGLIO, NIENTE FOSSE PERCHE ALLA SERA, SE NON VI FANNO DOMANDE O NON VI CHIEDONO DI PARLARE PER VOI E GIA UN REGALO, MA SE COME INIZIAI A FARE IO, FOSTE ATTENTI AI PARTICOLARI, AI COMPLETI INTIMI NUOVI DA 4OO EURO NEL CASSETTO CHE VOI NON LE AVETE REGALATO, ED ALTRI MICRO CAMBIAMENTI DEL COMPORTAMENTO VI RENDERESTE CONTO E POTRESTE INIZIARE QUESTO PIACEVOLE GIOCO.. COMUNQUE APPENA GLIELO INFILO’ IN BOCCA IO VENNI CON UNA COPIOSA SBORRATA… MA NON ERA ANCORA FINITA… I DUE ASSISTENTI INIZIARONO A TOCCARLE IL CULO E LA FIGA ED INIZIARONO A LECCARLA… POI UNO INIZIO A PENETRARLA ANCHE QUESTO UN CAZZO LUNGHISSIMO E NODOSO… IL CAPO TIRO FUORI IL SUO DALLA BOCCA E LE DISSE:”TI PIACE PUTTANA ITALIANA?” E LEI CON VOCE ANSIMANTE CHE FACEVA CAPIRE TUTTA LA SUA ECCITAZINE:”SI MI PIACE MI PIACE DA IMPAZZIRE..” E LUI “ ALLORA BEVITI TUTTA QUESTA SBORRAAAA” E LE VENNE IN BOCCA “ BRAVA LA NOSTRA CAGNA ADESSO PULISCIMELO TUTTO”
ALLORA I DUE PIU GIOVANI LA PRESERO LA PORTARONO IN PIEDI UNO DAVANTI ED UNO DIETRO ED INIZIARONO A TOCCARLA E BACIARLA E, AD UN CERTO PUNTO INIZIARONO A BACIARSI TRA DI LORO… CONTI RIMASE PERPLESSO E L’ARABO LO TRANQUILLIZZO:” NON TI SEI MAI SCOPATO UN RAGAZZO? DOVRESTI PROVARE…PARLOTTARONO UN PO SOTTOVOCE IN MODO PER ME INPERCETTIBILE DOPODICHE IL CONTI SI RIVOLSE A MIA MOGLIE CHE AVEVA UN CAZZO IN FIGA ED UNO IN CULO E LE DISSE…”PUTTANA! COM’E’ QUEL CORNUTO DI SUO MARITO?” E LEI..”E,, UN FROCIO.. UN IMPOTENTE .. UN FALLITO CHE SI FA SFONDARE LA MOGLIE PER VEDERE UNA PARTITA DI CALCIO..” ERO SCONVOLTO.. PARLAVANO DI ME… “SI QUESTO LO IMMAGINAVO.. MA COME’ FISICAMENTE..” LEI GODEVA COSI TANTO DA PARLARE A SCATTI.. FU LI CHE IL CAPO ORDINO AI DUE DI FERMARSI PER ASCOLTARE LA RISPOSTA E QUELLA TROIA CHE HO SPOSATO INIZIO”E’ ALTO 1,75, MAGRO POCO PELOSO, MORO , ED HA UN CAZZO MOLTO PIU PICCOLO DEI VOSTRI..” IL MIO OSPITE VORREBBE CHE LEI LO CHIAMASSE E LO FACESSE VENIRE QUA, ED IO DEVO SODDISFARE LA RICHIESTA.. COSTI QUEL CHE COSTI” LEI RISPOSE “E IMPOSSIBILE.. NO.. MI VERGOGNEREI.. NON POSSO.. AL CHE IL CONTI SI ALZO INFURIATO DIVENNE PAONAZZO INIZIO AD URLARLE DI OGNI E LE DISSE “METTITI A PECORA CAGNA ! COME TI PERMETTI DI RISPONDERE COSI?? “SI SFILO LA CINTURA E LE DIEDE DUE FRUSTATE E POI AGGIUNSE “CHIEDI SCUSA PUTTANA” E LEI “ SCUSI SCUSI NON LO FARO PIU!!!” LUI TIRO FUORI IL GROSSO CAZZO ED INIZIO AD INCULARLA… CHIAMO ANCHE GLI ALTRI DUE CHE LE MISERO GLI UCCELLI SULLA FACCIA IN BOCCA A TURNO E POI INSIEME PER 15 MINUTI FINCHE TUTTI E TRE VENNERO .. IL CONTI DISSE “LURIDA VACCA HAI FATTO CADERE DELLA SBORRA” RIFERITO A QUELLA CHE LE COLAVA DAL CULO.. “LECCA! “E LEI ESEGUI L’ORDINE.. BRAVA BOCCHINARA ADESSO VATTI A LAVARE CHE FAI SCHIFO! PROFUMATI ,TRUCCATI E TORNA QUA CHE DOVRAI CHIAMARE TUO MARITO.
MI SEMBRAVA DI ESSER STATO CATAPULTATO IN UN FILM.. ECCITATISSIMO AVEVO FANTASTICATO SUL FATTO DI ESSER LI.. MA NELLA REALTA’ LA COSA ERA BEN DIVERSA.

DOPO 20 MINUTI LEI TORNO… ED IO PENSAVO .. MA CHE CAZZO.. E ADESSO CHE FACCIO?? NON RISPONDO???
ALTRI 5 MINUTI E CHIAMO .. “CIAO CARO.. SEI A MILANO VERO?” ED IO .. FIN LI COMBATTUTO RISPOSI,, “NO HO DECISO DI TORNARE TRA UN’ORA SONO A CASA..” VIDI CHE A LEI CADDE IL MONDO ADDOSSO…” MA COME???” AL CHE CONTI PRESE IL TELEFONO DALLE SUE MANI E DISSE:”SALVE, NON CI CONOSCIAMO, MA IO SON QUA CON TRE AMICI CHE MI STO SCOPANDO SUA MOGLIE… I MIEI AMICI VORREBBERO SCOPARLA DAVANTI A LEI.. E SONO PERSONE IMPORTANTI A CUI NN POSSO DIR DI NO.. QUINDI VENGA QUA, E STIA TRANQUILLO, LA METTEREMO NELLA CONDIZIONE DI ACCETTARE… “ ED IO “MA LEI CHI CAZZO E?? COME SIPERMETTE??” E LUI CON TONO DECISO ED AUTORITARIO “ LA SMETTA DI FARE LA FIGHETTA ! HO COSI TANTI SOLDI CHE MI CHIEDERA PER PIACERE DI ESSERE INCULATO!! LE MANDO L’INDIRIZZO.. SIA VELOCE…” E CHIUSE LA COMUNICAZIONE.. COSA FARE??? ERO NEL PANICO FINCHE MI DECISI, ALMENO PER SALVAR LE APPARENZE DI ANDARE.
ARRIVATO MI FECERO ENTRARE GLI INSERVIENTI ED IL MAGGIORDOMO MI CONDUSSE IN UN UFFICIO QUI UN SIGNORE DISTINO CHE SI PRESENTO COME IL RAGIONIERE MI SPIEGO LA SITUAZIONE, MI DISSE CHE MIA MOGLIE AVEVA AVUTO PER QUELLA NOTTE PIU ALTRE 11 60000 EURO, CHE LO SCEICCO SI ERA INNAMORATO DI LEI E LA VOLEVA AD OGNI COSTO A DUBAI, E SAREBBE STATO PRONTO A CORRISPONDERE 1 MILIONE DI EURO PIU OGNI TIPO DI LUSSO PER QUELLA NOTTE SFRENATA E PER POTERCI CHIAMARE A SUA VOLONTA NEGLI EMIRATI A TRASCORRERE DEI WEEK END … ERO NEI MATTI .. IL RAGIONIERE LO NOTO , TIRO FUORI UN CONTRATTO ED UNA VALIGETTA. LA APRI.. CERANO 1MILIONE DI EURO IN CONTANTI. AVEVO 15 MINUTI PER DECIDERE DOPODICHE L’OFFERTA NON SAREBBE PIU STATA VALIDA..
DISSI CHE AVREI DOVUTO CONSULTARMI CON MIA MOGLIE , E LUI RISPOSE CHE MIA MOGLIE AVEVA GIA FIRMATO E CHE QUINDI L’AVEVANO GIA COMPRATA… PAZZESCO TUTTO ALL’IMPROVVISO.. 1 MILIONE PER QUALCHE WE DA NABABBI A DUBAI… GUADAGNAVO 60000 EURO L’ANNO.. VAFFANCULO PENSAI E SENZA DAR PESO A COSA CERA SCRITTO FIRMAI…
MI CONDUSSERO NEL SALONE DOVE IL CONTI MI DISSE… “QUINDI LEI SAREBBE IL CORNUTO DI QUESTA GRAN PUTTANA…” ERA COSI AUTORITARIO CHE NON RIUSCII A RISPONDERE ..” SI SPOGLI.. ORA COMANDO IO POI CHIAMO MIA MOGLIE CHE ERA PRATICAMENTE RICOPERTA DI SBORRA E LE DISSE :” BRUTTA CAGNA FAI METTERE A PECORA STO FROCIO E SPIEGAGLI RAPIDAMENTE CHE E MIO SCHIAVO” E CONTINUO.. “BRAVA CAGNA.. ADESSO TI METTI A 69 SU DI LUI VOGLIO CHE VEDA DA VICINO IL TUO PADRONE CHE TI SFONDA IL CULO E VOGLIO CHE FINITO SI LECCHI TUTTA LA SBORRA..” OBEDIMMO E MI RITROVAI LA FIGA SPALANCATA DI MIA MOGLIE CHE COLAVA ANCORA SBORRA ED IL SUO CULO APERTO DAVANTI E LEI DISSE “ DOTTOR CONTI PER FAVORE MI SPACCHI IL CULO DAVANTI A QUESTO CORNUTO IMPOTENTE.. LUI ARRIVO PUNTO IL GROSSO CAZZO E SENZA REMORE AFFONDO IL COLPO .
MIA MOGLIE URLO DI DOLORE E LUI DISSE “TACI CAGNA BUGIARDA HAI GODUTO COME UNA TROIA FINO ADESSO… “ NEL FRATTEMPO LO SCEICCO LO AVEVA MESSO IN BOCCA A MIA MOGLIE
QUANDO IL CONTI LO TIRO FUORI ESPLOSE IN UNA SBORRATA SULLA MIA FACCIA MENTRE MIA MOGLIE FU COSTRETTA DALLO SCEICCO CHE GLI TENEVA CON FORZA LA TESTA A BERE TUTTO.. FINITO CONTI ORDINO A LEI DI LIMONARE CON ME.. DOPODICHE LO SCEICCO DISSE LA PUTTANA STANOTTE LA PRENDO IO , NON ME LO SAREI MAI ASPETTATO MA FU MOLTO ECCITANTE.
IL MATTINO DOPO FUMMO CONGEDATI, TORNAMMO A CASA , PARLAMMO A LUNGO , E MIA MOGLIE MI RACCONTO OGNI COSA CHE AVEVA FATTO E DI CUI IO ERO ALL’OSCURO. SE NE ERA SCOPATI UNA SETTANTINA IN 10 ANNI.. QUASI UNO AL MESE PRATICAMENTE NON RIUSCIVA A RESISTERE ALLA SENSAZIONE DI BENESSERE CHE REGALA IL CORTEGGIAMENTO, MA NEMMENO AI SOLDI ED AI REGALI DELLE PROPOSTE PIU O MENO DECENTI.. MA SOPRATTUTTO NON POTEVA RESISTERE AL PENSIERO … DEL CAZZO! DI LI IN POI AVREMMO CONDIVISO TUTTO.
Visualizzazioni: 7 480 Aggiunto: 5 anni fa Utente:
Categorie: Racconti Cuckold