Qualche anno fa ero fidanzato con una ragazza di nome Jessica di un paese di montagna sperduto nell entroterra siciliano , la conobbi durante la riunione dei genitori della scuola , presimo subito confidenza e ci scambiammo i numeri , qualche conversazione , poche uscite e ci misimo subito insieme .


La nostra storia non è durata a lungo circa 8 mesi a causa della lunga distanza che divideva i nostri due paesi , circa 70 km , non era possibile vederci tutti i giorni , ma quando ci vedevamo i nostri ormoni venivano liberati , era più una storia di corpo che d'amore ora che ci penso.


Lei giovane non era tanto esperta , aveva incontrato solo mezze cartucce , quei tipi di mezzi uomini che si schifano a leccare la figa e il culo ad esempio, lei non aveva mai fatto un pompino , ma di li a poco l'avrei sistemata per bene.


In auto ci imboscavamo in posti nascosti e le leccavo la figa da cima a fondo e vedevo i suoi occhi sparire all'indietro lasciando solo il bianco , tremante ed estasiata , mi dice " mi stai facendo impazzire , non credevo fosse cosi bello" , una volta finito il mio lavoretto fu il suo turno , gli avvicinai il cazzo in faccia e glielo spinsi in bocca , all'inizio non era tanto convinta , ma piano piano comincio ad agitare la lingua e succhiare come una vera pompinara.


Fin qui tutto ok , ma l'unica cosa negativa e che questa puttanella non voleva farsi penetrare , finiti tutti i giochetti preliminari , una volta che volevo infilarglielo nella bella fica pelosa che aveva , lei si tirava indietro e mi diceva che dovevamo aspettare , questa cosa mi mandava in bestia ma non potevo fare altro che aspettare il momento sarebbe arrivato.


Come detto prima ci lasciammo dopo circa 8 mesi , e non riuscii con mio grande rammarico a scoparmi questa troietta , ognuno poi continuo la sua vita e di lei non sappi più niente a meno fino a che ......


Circa due anni dopo intorno l'una di notte mi arriva una chiamata da numero sconosciuto "ciao sono io ti ricordi di me ?" , certo come potrei scordarmi , mi disse che era pentita di avermi lasciato e che voleva vedermi , capii subito che aveva voglia di cazzo era tutta li la questione.


L'unico problema e che ero fidanzato e non avevo mai tradito la mia ragazza , ero da un lato molto eccitato di rincontrarla anche perche mi era rimasto quel desiderio inesaudito di scoparla per bene , d'altro canto non mi sentivo a mio agio nel mettere le corna con la mia ragazza.


Con la mia attuale ragazza non c'era un buon rapporto , litigavamo sempre , ma a letto erano scintille , gran figa , pompinara e porca , si faceva fare qualunque cosa io volessi , la legavo a letto e la seviziavo come meglio credevo e lei godeva come una puttana e le piacere da matti ingoiare la mia sborra.


Insomma non avevo il bisogno di figa perche l'avevo gia a portata di mano , ma l'idea di provare un altra figa per di più di una puttanella che qualche anno fa non ha voluto concludere mi eccito tantissimo.


Ci sentimmo via chat per giorni , e dopo pensarci a lungo , decisi di andare , di farmi questi 140 km tra vai e vieni nella speranza che questa volta avrei concluso e le avrei finalmente sfondato la figa.


Raccontai dunque delle balle alla mia ragazza e partii , arrivato a destinazione , lei si presento tutta in tiro , jeans , maglietta stretta , subito mi abbraccio e entrati in macchina ci diriggemmo prima a mangiare un boccone .


Durante il tragitto lei faceva la simpatica , battutine , ricordava i vecchi momenti , quando facevo le curve si buttava sopra di me , cominciai a capire che sarebbe stato abbastanza facile quella notte e il mio cazzo comincio a gonfiarsi nelle mutande e a bagnarsi tutto .


Finiti di cenare ci andammo ad imboscare con la macchina in un luogo tranquillo , e tra una chiacchera e una toccata innocente , ci avvicinammo sempre più e la baciai , subito dopo gli dissi se voleva passare dietro e lei mi disse di si .


Passati dietro ripresi a baciarla e la feci distendere nel sedile dell auto , salendoci di sopra , il mio cazzo era a contatto con la sua figa ancora eravamo vestiti e lei spinse forte verso di me , allora mi dissi nella mia testa "è fatta", cosi senza neanche pensarci due volte cominciai a toglierle i vestiti , la sua carnagione chiarissima come una donna del nord europa , dal reggiseno uscirono fori due tette sode terza abbondante con i capezzoli turgidi e duri , cominciai a succhiarglieli tutti e con la lingua gli lecchai tutto il seno .


Gli strappai quasi via i pantaloni , quelle culottine strette gialle mi fecero impazzire , si comincio a sentire gia nell'aria l'odore forte della sua figa bagnata, mi abbassai sul suo ventre gli tolsi le mutante , avevo davanti la faccia la sua bellissima figa pelosa , al punto giusto , non bosco profondo , la mia ex si depilava e quindi quella bella fica pelosa , era qualcosa di nuovo per me , comincia a leccargliela e infilarci la lingua più dentro che potevo , il suo sapore e il suo odore era nuovo per me e mi eccitava da morire , feci presto giusto qualche minuto perche quello che volevo era scoparla subito , per non ripetere l'esperienze passate.


Allora mi sollevai sopra di lei mi tolsi pantaloni e mutande , e molto velocemente gliela infilai dentro la figa che era bagnatissima , "finalmente " pensai , quanti anni c'erano voluti , ma finalmente il mio cazzo scivolava dentro la sua figa su e giu forte sempre più forte , lei sapeva che ero fidanzato ma non le importava , mi voleva e mi aveva avuto , questa cosa insieme al fatto di stare facendo una cosa che non avrei dovuto fare , le corne alla mia ragazza , mi diede quell'adrenalina e quell'eccitazione mai provata in vita mia , il mio cuore pulsava a mille e il mio cazzo mi stava ringraziando.


Lei spalanco le gambe come mai visto in vita mia aldila dei poggiatesta anteriori e posteriori , le sue cosce erano totalmente aperte a me che la penetravo come un toro , dentro la macchina in quella zona semi buia nessuno ci sentiva o vedeva e lei gridava come una puttana , " siii , scopami , piu forte , piu forte , scopami ", rimasi quasi scioccato dal fatto che allora non aveva voluto fare niente quando ero il suo ragazzo invece dopo quando non ero piu niente si è fatta sfondare come una puttana.


Continuammo per almeno due ore , la girari e rigirai in tutte le posizioni , pecorina , sopra , sotto , stringevo tra le mani il suo corpo duro come il marmo , il suo fisico atletico la sua carne dura ed elastica mi facevano impazzire , nella macchina si creo un calore e odore misto di figa sudore e cazzo tutto mischiato insieme.


Mentre la sbattevo pensavo alla mia ragazza che mi aspettava a casa e la cosa mi eccitava ancora di più.


tra una posizione e un altra , le  mettevo il cazzo in bocca , e lei godeva nel succhiarlo e farselo spingere fino in gola .


Dopo averle fatto di tutto , e aver penetrato la sua fica per più di due ore le sborrai sopra la fica , e sfiniti e soddissfatti ci rilassamo nel sedile dell auto.


Finalmente avevo messo la mia tacca ed ero riuscito a spaccare di brutto questa troietta , ci vestimmo la lasciai a casa e ci salutammo , il giorno dopo mi scopai la troietta della mia ragazza come niente fosse , per tanti giorni pensai a lei mentra scopavo , ma non ci siamo mai più rivisti e non so che fine abbia fatto.


CIao. Hai mai provato a pubblicare sul nostro "salottino" esclusivo, per soli scrittori? Prova, Giovanna Esse.
raccontierotici.eu

Visualizzazioni: 4 872 Aggiunto: 2 anni fa Utente:
Categorie: Etero Tradimenti