Avevo 26 anni ed era diverso tempo che non facevo incontri, forse un anno o anche più. 


La voglia non mancava, ma ero stanco dei soliti incontri mordi e fuggi, in auto, nei luoghi soliti, a tirare pompini. Erano incontri che non mi davano più soddisfazione.


Così cazzeggiando su internet ho trovato l'annuncio giusto. Una sauna per soli maschi.


Così contattai la struttura chiedendo informazioni su orari di apertura e regolamento e mi tenni libero un venerdì pomeriggio. Arrivato sul posto, feci il tesseramento obbligatorio, mi diedero accappatoio e ciabatte e mi indicarono gli spogliatoi. Appena entrato notai subito la presenza di diversi uomini. Alcuni coetanei, altri maturi, anche molto. Mi spogliai, riposi tutto nell'armadietto e con le sole ciabatte e accappatoio attraversai la stanza verso la porta che dava accesso alla sauna. In realtà potrei definirla una vera e propria Spa. Infatti appena entrato nell'ambiente mi ritrovai in una saletta con un bar, due divanetti e due stanze che indicavano la possibilità di massaggi. Poi c'era una scala che conduceva al piano inferiore e una rampa per il piano superiore. Decisi di perlustrare la struttura. Scesi quindi al piano inferiore e difronte a me c'era la porta della sauna. Entrai e subito notai alcune coppie che si erano formate, che si scambiavano carezze. 


Uscì incrociando altri uomini e il corridoio apriva in una ampia sala in cui c'era una vasca idromassaggio con acqua calda con alcune persone all'interno, sulla sinistra bagni e docce, in fondo un'altra sala che poi mi resi conto adibito a bagno turco. Entrai avvolto dal vapore e mi resi conto che l'ambiente era molto ampio e c'erano sicuramente nell'ombra alcune decine di persone.


Prima di soffermarmi andai a controllare il piano superiore, risalendo la struttura e incrociando molti ospiti, che mi osservavano, probabilmente avevano intuito che era la prima volta che mi trovavo lì. 


Al piano superiore c'erano diversi stanzini chiusi, attraverso i quali si sentivano chiaramente gemiti, alcuni aperti mi confermarono la presenza di tv con film porno e un lettino per ogni stanza.


Poi c'era una sala molto più grande con un grosso letto centrale, una saletta fumatori e un distributore di profilattici.


Decisi di ritornare giù scansando i vari avventori decidendo di fare una doccia. Dopodiché mi andai a rilassare nella idro, cercando di osservare i movimenti intorno a me. C'era un viavai continuo, un vero e proprio cruising. Poi entrò un ragazzo in vasca, magro, molto carino xon un bel culetto, che si mise proprio difronte a me provando un immediato approccio. Gli feci capire di non essere interessato e dopodiché mi alzai e andai nella sala del bagno turco. Cercai di farmi strada per trovare un posto dove sedermi, intorno a me sentivo la presenza di diverse persone. Riuscii a sedermi ma non avevo possibilità di vedere nessuno dei volti accanto a me. Subito una mano si poggiò sulla mia gamba risalendo rapida verso il mio cazzo. Le carezze si intensificarano, diventando una sega. Lasciai fare per un pò mentre un'altra mano si avventura nella stessa direzione. Subito il primo si abbassò prendendolo in bocca. Proprio in quel momento la persona al mio fianco si alzò mettendosi difronte a me. Allungai la mano mentre l'altro mi succhiava ed iniziai a tastargli il cazzo che era effettivamente molto grosso. Lo segai un pò, poi fu lui appoggiandomi la mano sulla testa a guidarmi. Iniziai a succhiarlo voracemente. Dopo qualche minuto mi ritrovai un altro cazzo in mano e cercavo di gestire la cosa. L'eccitazione era enorme. L'uomo al mio fianco stava insinuando una mano verso il mio buchetto mentre succhiavo e segato.


L'altro non mollava il mio cazzo e continuava a spompinarmi. Il tizio che mi aveva messo il cazzo in bocca aumentò il ritmo scopandomi la bocca fino ad arrivare. Cercai di deglutire, ma molto colò a terra. Subito l'altro si alzò e prese il suo posto con un altro cazzo ragguardevole. Anche lui non durò molto al mio lavoretto e mi regalò una seconda sborrata che ricevetti in faccia.


A quel punto mi ripuli alla meglio mi alzai facendo mollare la presa al mio spompinatore e andai sotto la doccia.


Subito dopo andai a fumare una sigaretta per riprendermi un pò. Dopo la sigaretta mi soffermai a guardare il via vai di gente dalle salette, quando mi si avvicinò un uomo sui 60 anni, alto, pelato con l'accappatoio leggermente aperto attraverso il quale si notava una pancia abbastanza prominente. Mi chiese se ero nuovo e gli risposi affermativamente. Poi prese la mia mano e se la portò sul cazzo. Ebbi un sussulto sentendo la consistenza del suo membro. Era davvero enorme, larghissimo soprattutto. Mi chiese se avessi voglia di assaggiarlo e gli feci cenno di si con la testa. Ci dirigemmo verso una stanzetta in fondo al salone e mi accorsi che ci seguivano altri 2 uomini sempre intorno ai 60 anni. Entrammo e li sentii chiedere se potevano solo guardare. Il pelato mi guardò come per chiedermi se per me andava bene e feci spallucce facendo intendere che per me fosse indifferente. 


Così ci ritrovato nello stanzino con i due che si accomodorano in fondo alla stanza a circa un metro dal letto, mentre il pelato si tolse l'accappatoio.  Mi sedetti, ma lui mi fece alzare, facendomi cadere l'accappatoio e mi prese a baciare con forza, accarezzandomi il culo. Mi bloccai un attimo con quella presa inattesa, poi mi lasciai andare ricambiando il bacio iniziando ad accarezzare il suo cazzo. Poi mi prese, mi fece girare appoggiando il suo cazzone sul mio culo, continuando a baciarmi il collo stringendomi il seno. I due vecchietti intanto erano assorti nella scena e si segavano lentamente.


Poi il pelato mi fece chinare in avanti con le mani poggiate al letto e iniziò a leccarmi il buchetto. Andò avanti diversi minuti tra i miei mugolii di piacere,  poi iniziò a penetrarmi con un dito, aiutandosi sempre con la saliva. Poi due dita, bagnandomi di continuo.


Mi fece girare, era deciso e sicuro di se e iniziò a sbattermi il suo cazzo in faccia. Io a bocca aperta prendevo i suoi colpi fin quando me lo infilò fino in gola. Alternava spinte profonde a pause per permettermi di respirare, durante le quali gli leccavo la cappella grossa e le palle. Dopo una decina di minuti così mi fece sdraiare a pancia all'aria e riprese a leccarmi il buchetto. Poi alzò le mia gambe sulle sue spalle e iniziò a pentrarmi. Faceva fatica ad entrare, era molto grosso, provava a farsi spazio e io cercavo di aiutarlo perché volevo essere scopato, ma dopo diversi tentativi pur cambiando posizione non ci riuscivamo. Fu in quel momento che decisi di provare in maniera diversa. Gli feci cenno di attendere e mi avvicinai agli altri 2, inginocchiandomi e succhiandogli il cazzo alternativamente. Così verificai anche le loro consistenze. Loro felici iniziarono a wcoparmi la bocca, ma il mio intento era un altro. Li portai con me sul letto e mi misi a pecora. Dissi a uno di loro di penetrarmi e lui colse la palla al balzo, entrando in poche spinte, mentre io succhiavo l'altro. 


Quando dopo qualche minuto mi resi conto che il mio buchetto si era adeguato, li feci continuare per qualche attimo poi mi spostai andando dal pelato. Gli diedi qualche succhiata, e mi sdraiai nuovamente a pancia all'aria.  Lui mi riprese le gambe sulle spalle e mi penetrò. Stavolta dopo qualche secondo di spinte era dentro. Vidi il suo sorriso mentre iniziava a far scorrere il suo cazxo dentro di me. Stavo godendo come non mai, così feci cenno agli altri due di venire verso la mia bocca così mentre il pelato mi scopava feci dei bei lavoretti di bocca agli altri 2 che dopo qualche minuto mi vennero in bocca e in faccia. Il pelato a quel punto iniziò a stantuffarmi con forza mentre ululavo di piacere, si chinò di più su di me spingendo ritmicamente fin quando si lasciò andare con un urlo svuotandosi dentro di me. Solo mentre lui veniva mi resi conto che stavo venendo anche io senza essermi neanche toccato.


Si spostò, si fece ripulire il cazzo e poi ci salutammo. Andai a fare un'altra doccia, prima di andare a cambiarmi .


Da 10 anni, vado in quella mini spa, tutti i venerdì pomeriggio, ho conosciuto diversi amici e fatto tanto sesso in maniera sublime. 


Ps col pelato scopo ancora. Anche a casa sua, ma questa è un'altra storia


CIao. Hai mai provato a pubblicare sul nostro "salottino" esclusivo, per soli scrittori? Prova, Giovanna Esse.
raccontierotici.eu

Visualizzazioni: 4 213 Aggiunto: 2 anni fa Utente:
Categorie: Gay e Bisex
Tag: Gay