Ciao vi premetto che quello che scrivo è tutto vero. 


 Una volta dovevo partire per Bologna per lavoro e gli ho detto a lei se mi accompagna e lei tutta euforica mi dice di sì


Partiamo verso le 22  prendiamo l'autostrada verso Orvieto ci fermiamo in autogrill per un caffè prendiamo il caffè e ci sediamo in un Tavolo poco più lontano in un altro tavolo c'erano tre uomini che parlano e con lo sguardo rivolto verso di noi


Premetto che mia moglie era vestita un po' leggerina portava una gonna un po' trasparente e una camicetta scollata era di luglio e faceva caldo


Ripartiamo e durante l'autostrada dovevamo andare piano per lavori in corso e appena passato Firenze ci siamo fermati lei doveva andare in bagno io sono rimasto vicino l'auto


Ad un certo punto arrivano tre camion tutti uguali con la stessa scritta e si fermano al parcheggio uno a fianco dell'altro e da uno di questi scende uno è viene verso di me


Si presenta e si chiama Giuseppe lui mi dice che si scusa e che non stavano parlando male di noi stavano facendo solo degli apprezzamenti nel frattempo è arrivata lei e lui si presenta.


Giuseppe gli fa i complimenti e gli dice che non ha mai avuto il piacere di conoscere una bella donna come lei


Lui per scusarsi ci vuole offrire qualcosa al bar e noi decliniamo offerta ma lui dice che si sente offeso


Lui ci dice che viene dalla Sicilia e sta con altri due colleghi e devono portare del materiale a Milano


Appena fatto al bar ci siamo incamminati verso il camion lei gli ha detto che non aveva mai visto e salita su un bestione del genere


Allora lui gli dice di accomodarsi e l'aiuta ha salire e da dietro la spinge toccandogli il culo


Appena sono dentro vede la cuccetta e gli dice ma si sta comodi


Lui la fa accomodare e si distende e lei gli dice è comoda ci si può stare in due e lui si mette a fianco a lei e si incominciano ha baciare lui gli mette le mano in mezzo alle gambe e sente che lei è molto bagnata e allora lui gli sfila il perizoma e me lo da  lei dice che fa molto caldo gli mancava l'aria e scendono


Appena a terra lui la prende e gli mette il cazzo in mano una bella dotazione 22 cm circa  lui la fa inginocchiare e gli mette il cazzo in bocca e gli dice suga troia nel frattempo si avvicinano due e lui dice che sono i suoi colleghi di lavoro


È uno si rivolge a me e mi dice è la tua moglie io gli rispondo di sì  lui si presenta mi chiamo Pietro e  lui è Antonio  e mi dice c'è posto per anche per noi 


Io gli dico se va bene a lei  ma Giuseppe gli dice certo che c'è posto a tre buchi la troia  allora loro si avvicinano a cazzo di fuori e gli fanno succhiare tre cazzi


Uno di loro prende alcune coperte  di cui due ci chiude tra un camion e altro e altre le mette in terra   si spogliano  e uno si sdraia e gli dice sali troia che questa sera ti riempiamo tutta


Mentre si fa lo smorzacandela il suo culo in mostra e gli si vede il buco aperto ma Antonio avendo un cazzo bello grosso mi dice che gli farà male  allora io gli dico aspetta un attimo  vado in auto e dalla borsa prendo la pomata per queste occasioni che portiamo sempre dietro


Ritorno e gli mette la pomata in culo e gli infilo tre dita dentro poi gli metto un po' di pomata sul cazzo di Antonio e gli lo appoggio al buco di lei e gli dico di spingere senza problemi


Il cazzo di Antonio lo vedo entrare tutto fino alle palle allora Antonio gli dice sei bella piena e sei una bella puttana


È si rivolge verso di me e mi dice dopo c'è la inculiamo tutti e gli sborriamo dentro il culo della troia lei non poteva rispondere avendo il cazzo di Pietro in bocca ogni tanto lo sfilava e gli faceva leccare le palle se la sono scopata per un ora


Poi Antonio gli dice è arrivata la tua ora  la fanno appoggiare al camion in piedi a gambe aperte con il culo che gli sporgeva bello alto


Arriva Pietro e gli lo mette in culo facendola solbazare per i colpi  dopo un quarto d'ora Pietro gli sborra in culo Giuseppe era pronto e prende il posto di Pietro la comincia ha incularsela dandogli colpi forti e decisi Giuseppe si scarica dentro di lei e gli dice così hai un bel ricordo di me puttana


Era rimasto Antonio gli mette il cazzo in culo e dice agli amici gli avete fatto un bel pieno alla troia ma ora ci penso io a lei e se la comincia ha inculare  a lei gli tremavano le gambe per quante volte è venuta


Dopo una decina di minuti Antonio gli sborra dentro ma non lo sfila subito resta dentro fermo  e a un certo punto sento lei che gli dice basta non ce la faccio più  sfilalo ti prego  allora si spostano dalla coperta e lo sfila piano lei divarica le gambe e gli esce dal culo una marea di sborra e piscio


Giuseppe si mette ha parlare con me e mi dice tua moglie ci piace  noi siamo qui ogni settimana verso quest'ora ti paghiamo bene e mi da il numero di telefono e mi dice telefonami


Antonio si rivolge a lei come stai con il culo lei gli risponde mi brucia un po'


È stata una bella esperienza ma purtroppo non ci siamo più sentiti e incontrati.


 


Ciao, mai stato su raccontierotici.it ?


Vieni a trovarci nel Salotto "Buono" per scrittori di AmaPorn.


giovanna-per-voi-anche-su-raccontierotici-eu

Visualizzazioni: 23 906 Aggiunto: 2 anni fa Utente: