Il sabato passai al supermercato e dissi alla guardia di venire da me domenica a pranzo, così avrebbe conosciuto il cornuto.
La domenica verso mezzogiorno arrivò, era divertente vedere l'imbarazzo suo e di mio marito, dopo pranzo ci accomodammo sul divano, un whisky e poi iniziai a carezzare abdul, lo baciai e poi davanti a mio marito iniziai a spompinarlo, lo feci venire bello duro, poi li invitai a spogliarsi, insieme ad Abdul lo legammo su una sedia con la mano destra libera, mio marito aveva già il cazzo duro, lo stesso Abdul e diciamo che era più dotato di mio marito.
Mi sdraiai sul letto, baciai Abdul e poi lo invitai a penetrarmi, alzai le gambe volevo sentirlo tutto dentro, lui iniziò a sbattermi, lo sentivo bello duro e iniziai a godere, mio marito si stava masturbando furiosamente, ero appena venuta che Abdul sborrò, che sborrata sentii gli schizzi che mi riempivano, ero seccata, mi alzai e spompinai mio marito che venne copiosamente, ingoiai tutto, poi mi passai una mano tra le gambe e gli feci leccare lo sperma di Abdul, poi iniziai a succhiare quel bel cazzo nero, volevo godere ancora, intanto mostravo il culo e la figa a mio marito mentre mi masturbavo, dopo un pò il cazzo di Abdul tornò duro, anche mio marito era eccitato, mi misa pecora in modo che lui potesse vedere bene il cazzone nero che mi possedeva.
Ora stava durando, mi riempiva bene e iniziai a venire, un paio di orgasmi, poi gli dissi di cambiare posizione, mi misi a novanta gradi a succhiare il cazzo di mio marito mentre Abdul mi prendeva per i fianchi e mi sbatteva con forza, lui mi penetrava e io ingoiavo il cazzo di mio marito, insomma seguivo i suoi colpi, dopo poco mio marito venne ancora, bevvi con piacere e poi mi sfilai da Abdul, mi sedetti sul letto e iniziai a spompinarlo, dopo una decina di minuti sborrò copiosamente, bevvi tutto, ero sazia, a un certo punto rutta misi a ridere, poi salutai Abdul e andai a fare una doccia, solo dopo slegai il cornuto.
Poi mi rilassai sul letto e dopo cenammo, mio marito non disse una parola, solo dopo a letto mi disse che mi amava e mi lasciai scopare da lui.
La sera dopo tornai al super ma Abdul non c'era, c'era un suo collega alto e massiccio, ma il giorno dopo lo ritrovai, lo accompagnai in auto e gli feci un bel pompino con ingoio, pi chiesi del suo collega,on era molto felice ma come sempre gli dissi se mi vuoi rivedere fai quello che voglio io, e gli dissi di parlare con il suo collega e convincerlo a fare una cosa a tre.
Il mercoledì sera Abdul mi disse che al suo collega andava bene e per ringraziarlo mi tolsi le mutande e iniziai a cavalcarlo in auto, venni un paio di volte e poi lui mi riempì, mentre io filmavo il tutto.
La sera a casa feci vedere il video al cornuto e gli dissi di leccarmi la figa lui obbedì e leccò così bene che gli venni in bocca e lui bevve il mio succo e la sborra di Abdul, poi gli diedi il permesso di scoparmi e sborrarmi dentro, solo dopo gli dissi del mio programma per la domenica, ma lui si limitò ad annuire, ormai era il mio schiavo.

Visualizzazioni: 8 181 Aggiunto: 2 anni fa Utente:
Tag: Cornuti