La nostra prima meta fu l’isola di Kos, celebre sia per lo splendido mare e la sua caratteristica capitale, che per i ritmi sfrenati di Kardamena, villaggio di pescatori che alla sera si trasforma in una discoteca a cielo aperto.
Ancora non avevo ben metabolizzato quanto era capitato in aereo e non riuscivo a capire se quell’episodio era stato fatto per impressionarmi o se Laura ci stava proprio prendendo gusto a fare la parte della troia.
Superata la fase di ritiro bagagli ci dirigemmo verso il pulmino che ci avrebbe portato verso il nostro albergo, un tranquillo tre stelle guarda caso situato proprio a Kardamena, scelta che si rivelerà poi quanto mai azzeccata.
Erano ormai passate le 19.00 e quindi decidemmo di rimandare il battesimo della spiaggia al giorno dopo optando per una bella doccia rinfrescante in vista della cena. Metto a posto le valigie, inizio ad aprire lo zaino tirando fuori libri, lettore cd e sigarette quando mi volto e vedo Laura che non ha perso tempo ed è già nuda dopo aver lanciato sulla sedia gonnellina e t-shirt senza minimamente badare al fatto che la finestra sul terrazzino era spalancata ed eravamo al piano terra!!!
Lei mi guarda e mi fa:



– Allora??? Mica mi dirai che ci sono problemi??? Non eri tu quello che mi voleva disinibita??
– Si, si ma…ci facciamo subito riconoscere???
– E perché no, così magari sanno subito con chi hanno a che fare’.
– E sarebbe???
– Una porcellina che ha tanta voglia di fare la troietta”…e ridendo entra in bagno per farsi la doccia.



Ormai la prendo con filosofia e anzi inizia a stuzzicarmi molto questa nuova ‘dimensione’ di Laura che pare veramente trasformata tanto che, per la prima volta, sento di aver perso le redini, sento che è lei che ha il comando del gioco. 


Come se non bastasse mi urla dal bagno:
– Amoreeeeeeee, volevo dirti che ho fatto come dicevi tu, non ho portato reggiseni e ho solo 3 perizoma ma sono in realtà dei costumi da bagno quindi stasera mi porti in giro senza niente sotto…
– Ok tesoro, vedrai che ci divertiremo’
– Ne sono sicuraaaaaaa!!!
– Ma dopo la doccia andiamo a cena????
– Per me fa lo stesso tesoro, il viaggio mi ha un po’ scombussolata, magari ci mangiamo un gelato ok??? E poi ho voglia di vedere ‘sta Kardamena dicono che sia un vero delirio’..
– Va bene stella, come vuoi tu’..



Laura esce dalla doccia e ci diamo il cambio, sotto il getto fresco d’acqua penso a quanto già mi eccita l’idea di saperla senza mutandine. Ma…come si vestirà??? Quanto oserà stasera??? Finisco di godermi la doccia rinfrescante velocemente sapendo che uscendo dal bagno avrò la risposta al mio quesito. Esco e…porca troia!!!! Si è messa un vestitino nero a tubino attillatissimo con gonna non corta, stracorta!!! 


Stasera rischiamo veramente lo stupro ma in fondo il solo vederla così mi ha fatto salire un’erezione pazzesca, così che Laura mi viene incontro, mi guarda con aria da porca e mi dice:
– Mmmmmm… è in tiro il bambino eh????
E dicendo così mi apre l’accappatoio e mi afferra il cazzo iniziando a masturbarmi’.
– Ti piace eh amore mio??? Sai che ho avuto una bella idea?? Non mi basta uscire quasi nuda con solo questo mini vestito addosso ho voglia di qualcosa di speciale, voglia uscire con il sapore della tua sborra in bocca, ti spiace se mi servo????
– Figurati tesoro, spompinami bene e serviti a piacimento ma mi raccomando non far cadere neppure una goccia!!
– Si padrone, ho tanta sete’...
Si inginocchia ed inizia un pompino da urlo, alternando profondi ingoi ad abili lavori di lingua sia sul cazzo che sulle palle. Si sente che vuole essere riempita fino in gola e inizia a pompare più forte fin quando l’uccello inizia a pulsare e le inondo la bocca con un caldo getto di sperma seguito a ruota da un altro getto meno violento e quindi un terzo che contribuisce a riempirle ben bene la boccuccia. A questo punto Laura si rialza in piedi, mi guarda ed apre la bocca mostrandomela piena di sborra, sorride e quindi ingoia tutto.
– Mmmmm…grazie amore, proprio buono, adesso usciamo che mi piace stare in giro assaporando il retrogusto del tuo cazzo, dai, svelto, vestiti e andiamo!!!



Giusto il tempo di vestirmi e siamo già in strada ed inizia il via vai di occhi sul corpo di Laura, tempo 5 metri e già un gruppo di ragazzi tedeschi inizia a fischiarle dietro ma, fortunatamente, se ne vanno per la loro strada portando con se il loro altissimo tasso alcolico. La cittadina è carina e molto movimentata ed è un vero spettacolo vedere arrivare i taxi con le inglesine ventenni già mezze ubriache che scendono dall’auto ballando e cantando per poi infilarsi nel casino generale in vista di una serata di sesso e divertimento.
Facciamo una passeggiatina con Laura che pare a suo agio nel minivestito che porta, sembra nata per essere così porca ed emana erotismo da tutti i pori. Continuiamo il giro quando vediamo un gruppo di persone che fanno un gran baccano vicino ad un vialetto.
Ci avviciniamo e vediamo un gruppo di italiani che commenta:
– Dai dai che la tastano tutta!!!
– Alèèèèèè
– Mamma mia che zoccoletta questa!!!!
Allora mi avvicino pure io e chiedo ad uno di questi:
– Che succede??
– Questo è il vicolo delle tastate. I lati del vicolo sono occupati da ragazzi che mettono le mani ovunque alle ragazze che passano di li. Le ragazze lo sanno e corrono dentro il vicolo per scommessa. E’ uno spettacolo!!!
Al chè sento la voce di Laura che fa:
– Scommetti che ci passo pure io????
Io la tiro da parte e le dico:
– Ma sei matta??? Guarda che quelli sono tutti ubriachi!!! Vuoi far succedere un casino????
– Lo voglio fare, ti giuro che ci passo di corsa, tu aspettami dall’altra parte dai amore non ti ricordi la nostra promessa, amici, complici, amanti’…dai che ci divertiamo!!!
Titubante passo dal vicolo lasciando Laura dall’altra parte, già si era creato un capannello alle sue spalle che la incitava e quelli nel vicolo non aspettavano altro.
Passando ho notato che erano tutti molto giovani e che saranno stati una ventina, circa 10 per lato.
Col solito macigno nello stomaco arrivo in fondo e mi metto in prima fila per vedere come se la caverà Laura sperando solo che corra più che può, ho il cuore in gola quando la vedo partire ma’...che cazzo fa???? Cammina lentamente verso il vicolo!!!! Appena entra due mani le tastano subito il culo e in meno che non si dica tutti si accorgono che sotto è nuda!!!
Il cuore mi batte in gola quando vedo che in un attimo tutto il gruppo di ragazzi si scosta dalle pareti ed accerchia Laura al punto che non vedo più nulla, sento solo un casino infernale e la voce amplificata di tutti quei ragazzi assetati di fica.
Rimango immobilizzato per almeno 30 secondi, inchiodato e a bocca aperta incapace di muovermi anche di un passo. Improvvisamente esco dal mio stato di semi shock e mi fiondo in mezzo al gruppetto.
A fatica scosto un paio di ragazzi ubriachi ed arrivo a Laura.
La vista della mia ragazza è scioccante!!!
Il vestitino è diventato praticamente una cintura e la trovo letteralmente nuda con due tipi che le stanno mordendo i capezzoli, e una selva di mani che frugano fra fica e culo con lei che cerca invano di liberarsi.
Prendo il coraggio a due mani e le afferro un braccio liberandola dalla selva in cui era rimasta bloccata, in un secondo lei con l’altra mano si ritira su il vestitino cercando goffamente di coprirsi le tette.


Le dico solo una cosa: corri!!!’
Per fortuna, e forse neanche troppo per caso, Laura invece che la solita scarpa con il tacco alto stasera indossava un paio di comode sneakers e ci lanciamo di corsa fuori da quell’inferno di assatanati. Correndo non ci voltiamo mai indietro e mentre scappiamo la mia mente si divide tra il pensiero del rischio pazzesco che la stuprassero in gruppo e l’eccitazione altrettanto incredibile nel vederla così troia.
Riusciamo quindi ad arrivare vicino all’hotel assicurandoci di non avere inseguitori alle calcagna e ci mettiamo a sedere su di uno scalino per recuperare le energie e il fiato perso nella fuga.
– Ma che cazzo volevi dimostrare così???? Volevi farmi vedere come viene stuprata una in mezzo alla strada???
– Ma daaaaaiiii, non esagerare, erano ragazzini, anche se…
– Anche se?????
– Anche se erano piuttosto allupati!!!
– L’ho visto!!!
– Si, lo avrai anche visto, ma per un bel po’ mi hai lasciata nel branco senza fare nulla…
– Si, non sono riuscito a reagire, ma che stronzi quelli, ti hanno spogliata in un secondo!!!
– No, non lo hanno fatto’..
– Io ti ho ritrovata nuda con il vestitino in vita mica mi vorrai dire che’
– Si, mi sono spogliata io!!!!
– Che puttana!!!!
– Si, sono stata proprio una puttanella, anche se loro non si sono fatti pregare e in pochi secondi mi sono ritrovata le mani ovunque per non parlare di’..
– Di????
– Di quante dita mi hanno infilato nella fica e nel culo????
– Ma scherzi???
– Che ti credevi che mi avrebbero accarezzata????? Guarda qua!!!
..e, abbassando il vestitino, mi fa vedere un capezzolo letteralmente morso a sangue e tutta la pelle arrossata e graffiata’..
– Mamma mia che roba, ma anche il culo???? Cioè..ti sei fatta sditalare il culo mentre a me non me lo fai neanche sfiorare?????
– Amore mio, che dovevo fare???? E’ già tanto che non mi hanno inculata li in mezzo alla strada…comunque…
– Comunque????
– Comunque la sensazione di avere il culo e la fica riempiti mi ha fatto sentire tanto tanto puttana!!! Sei contento amore???
– Che ti devo dire’...un po’ si e un po’ no’.
– Dai amore che stasera ho tante belle idee in merito al mio culetto anzi…ce l’hai vero l’olio per le scottature????
– Eh si”.
– bene, voglio che tu mi riempia di olio tutto il culetto e poi voglio che tu mi inculi, stasera voglio essere una gran troia, la tua troia.
– Ti amo amore mio’..
E a passo spedito andammo verso l’albergo per una notte che sarebbe stata senza dubbio da ricordare


continua…


Graditi commenti alla casella di posta cns1975@libero.it

Visualizzazioni: 2 276 Aggiunto: 2 anni fa Utente: