In estate ero in vacanza da mia zia e le sue due figlie le mie cugine,una sera Paola uscì con il fidanzato, io mi misi a guardare con il cannocchiale, li vidi tornare verso mezzanotte, parcheggiarono l'auto in un viottolo, con il telescopio vedevo tutto, dopo essersi baciati e toccati a lungo, lei si tolse le mutandine e uscì dall'auto, il fidanzato la seguì e lei alzò la gonna mostrando le cosce e il sedere in alto, lui tirò fuori il cazzo e iniziò a scoparla con forza, io vedevo tutto, andò avanti a lungo vedevo paola muoversi e godere ma non sentivo i loro gemiti, poi lui lo tirò fuori e sborrò sull'erba, Paola si tirò giù la gonna e si girò verso la casa lanciandomi un bacio, si ea accorta che la guardavo? Eppure eravamo molto lontani, impossibile mi vedesse ad occhio nudo, comunque pensai che lo spettacolino fosse stato per me.
La mattina dopo c'era un bel sole e decidemmo di andare in spiaggia, io e le gemelle, loro si misero in topless a prendere il sole, io spalmai loro la crema, poi mi misi a leggere un libro, a un certo punto Paola disse che doveva pisciare, si tolse il costume e andò nel mare, aveva un culetto sodo, guardai elisa che era stesa la sole assopita e mi fiondai anche io nel mare, l'acqua era fredda, rabbrividii, Paola mi si avvicinò poi mi spinse sott'acqua e mi salì sulla schiena, sentii il fiotto caldo della sua piscia sulla mia schiena, il cazzo mi divenne durissimo, mi voltai e le presi una mano facendoglielo sentire e lei sorrise e iniziò a baciarmi mentre me lo menava, io le dicevo ti voglio scopare dai ma lei continuò a masturbarmi dolcemente facendomi venire nell'acqua, poi  ridendo uscì dall'acqua e andò a stendersi al sole, la seguii e mi stesi anche io.
Poi Elisa si svegliò e pranzammo con i panini che ci eravamo portati, dopo pranzo andai a fare una passeggiata con Elisa, lungo la riva, ogni tanto si chinava a raccogliere una conchiglia, era eccitante quel suo culetto sodo, a un certo punto la palpai, lei si mise a ridere, dai cugino stai buono lo so che ti piaccio, e io pronto risposi tu piaci a tutti anche a Elena, arrossì ora sapeva che la avevo vista, poi a un certo punto ci addentrammo tra le dune e lei si sdraiò sull'asciugamano che si era portata dietro, si tolse le mutandine e mi mostrò la figa depilata mentre con le dita si apriva le labbra, ti piacerebbe leccarla vero, mi stesi per terra e misi la testa tra le sue gambe, iniziando a leccarla, dopo una decina di minuti iniziò a venire e io succhiai tutto, poi mi fece sdraiare e ponendomi la fica sulla faccia mi pisciò in bocca, bevi tutto schiavetto mi disse e io bevvi tutto, il cazzo gonfio si notava sotto gli slip, quando ebbi bevuto tutto mi alzai in piedi e le feci vedere il cazzo duro, adesso scopiamo le dissi, ma lei mi fece uno sgambetto e caddi in avanti riempiendomi di sabbia il cazzo, lei mi salì sulle spalle e mi spinse la faccia sulla sabbia, non riuscivo a respirare, respirai sabbia e iniziai a tossire, lei si spostò, mi mise la figa in faccia e iniziò a masturbarmi con forza, mi faceva male il cazzo era pieno di sabbia, ma la porca se ne stava venendo nella mia bocca e fece un'altra pisciata, bevvi succo urina e sabbia, poi venni tra le sue mani, che mi ingiunse di leccarle, leccai sabbia e sperma, poi andammo nel mare a fare un bagno, si lasciò toccare e baciare le baciai il collo, il seno, era una sensazione stupenda, le dissi che la amavo ma lei rise, poi ci rivestimmo e  tornammo da Paola.

Visualizzazioni: 2 885 Aggiunto: 2 anni fa Utente:
Categorie: Incesti
Tag: Incesto