il giorno dopo, mi svegliai e feci una abbondante colazione, poi alle dieci ecco Elena con il motorino, a un certo punto iniziai  palparle le tette e ci inoltrammo al capanno, ci spogliammo e iniziammo a scopare, la porcona alzava le gambe per farmi entrare il più possibile, mi sembrava di volare, era bella grassa, ma soffice e morbida, le succhiavo le tette e il cazzo entrava ed usciva con forza, la sentivo godere, poi mi baciò, era davvero bello fare l'amore con lei, alla fine non resistetti più, la girai e le sborrai in culo. Poi andammo a casa sua, la madre ci aspettava, pranzammo e dopo il caffè Elena uscì, io e Ortensia ci mettemmo a suonare il piano, i nostri corpi si sfioravano e anche le nostre dita, dopo un oretta ortensia mi disse che era stanca e ci sedemmo sul divano per bere un amaro, poi mi disse che aveva caldo e che andava a farsi una doccia, dopo poco mi avvicinai alla porta del bagno e spiai dalla serratura, ortensia si stava spogliando, due tettone come quelle della zia, una bella cinquantenne dal culo sodo, lentamente si tolse le calze, poi il reggicalze, poi le mutande, una figa rasata non troppo grande, avevi il cazzo duro, mi distrassi un attimo e lei aprì la porta completamente nuda, io mi rialzai e mi trovai faccia a faccia con lei, la baciai e le ficcai una mano nella figa umida iniziando a giocare con il suo clitoride, la sua mano corse al mio cazzo e lo trovò belo duro, dai andiamo a letto mi disse.
La seguii e mi spogliai, in un attimo ero dentro di lei, era caldissima, le sue mani mi stringevano i glutei, mi guidava a penetrala lentamente, poi iniziò a venire, ma non smetteva, poi a un certo punto accellerò il ritmo e venne ancora di più, diceva ah che cazzo come godo, vengo e continuava a venire, dopo più di mezz'ora non resistetti più e le sborrai dentro.
Dopo ci rilassammo, restando abbracciati, mi raccontò che il marito ormai non la scopava più e nel paese era difficile trovare un amante, la gente parlava troppo, il paese e' piccolo la gente mormora, poi stava per tornare Elena, ci rivestimmo e prendemmo un altro po' di amaro.

Visualizzazioni: 3 521 Aggiunto: 2 anni fa Utente:
Categorie: Etero Confessioni