l'ultimo pompino
Soffro di insonnia  e la notte non riesco a dormire, per cui spesso passeggio per la città, sono benestante per cui spesso se vedo una prostituta che mi piace, troviamo un luogo appartato e poi mi faccio spompinare, di solito con una mancia riesco a farmelo succhiare senza preservatio e  a farmi ingoiare.
Una sera non trovo nessuna donna                 che mi intriga, annoiato entro in un bar, ordino un whisky, questo bar rimane      aperto fino a tardi, comunque mi siedo a un tavolino e                  come detto ordino un whisky, a un altro tavolino vedo una donna di lunghi capelli neri, con un vestito lungo e uno spacco che lascia vedere delle lunghe gambe, incredibilmente bianche, anche lei sta bevendo, incrociamo lo sguardo e io alzo il bicchiere per un brindisi virtuale, lei mi sorride, denti perfetti e bianchissimi.
Colgo al volo l'occasione e mi fiondo al suo tavolo, chiedo se posso sedermi e col capo accenna a un si, mi presento, sono marco, lei sorride e mi guarda in un modo strano ma non risponde,le chiedo se capisce la mia lingua e lei per risposta finisce il suo drink e poi mi bacia, un bacio fantastico pieno di passione, finisco il mio whisky, lei mi prende per mano, lascio delle banconote sul tavolo e usciamo dal locale, mi porta in un vicolo, la sua mano sul pacco, apre la cerniera e il cazzo esce fuori pronto, lei si inginoccia e inizia un lento pompino, dolcissima,
un grande piacere sembra avvolgermi, salendo dal cazzo e inebriandomi la mente, resisto il più possibile ma dopo una decina di minuti l'orgasmo mi travolge e inizio a sborrare, lei ingoia tutto e continua a pulirmi per bene, il cazzo e' moscio e lei succhia ancora ma poi a un certo punto ah un fortissimo dolore, ingoia qualcosa, si alza ha la bocca sporca di sangue, guardo in basso non ho più il cazzo, ma un moncherino sanguinante, mentre lei si allontana velocemente.


 

Visualizzazioni: 3 313 Aggiunto: 2 anni fa Utente:
Categorie: Etero Confessioni
Tag: Milanesi