La storia che sto per raccontarvi è iniziata un po' di tempo fa, anzi meglio dire è capitata un po' di tempo fa, a casa mia, un sabato sera precisamente doveva essere una semplice pizza tra amici, una delle tante che abbiamo vissuto, ma quello che poi è successo quel sabato sera faticherete a crederlo.
E' successo tutto senza nessun programma, non me l'aspettavo, magari qualche volta c'avevo fatto un pensierino, però non mi sarei ma immaginato che fosse una cosa realizzabile.
C'è un momento esatto che ricordo bene, quando tutto questo ha avuto inizio, ero in bagno e stavo per farmi una sega, su di lei, perché quella sera aveva un carico sensuale da farti perdere la testa.

Prima che inizi a raccontarvi di quella sera devo però specificare un paio di cose, la prima sono sposato, mia moglie - Katia - è una bionda di quelle che si desiderano si da quando si guardano i film porno, già proprio così non sto esagerando e credetemi se vi dico che se in qualche modo avreste occasione di vederla, vi farebbe segare, allora chiudete gli occhi e immaginatela così: alta, gambe lunghissime, un seno decisamente abbondate - quarta piena - e un culo palestrato - sodo - che si inarca all'insù, ah quasi dimenticavo, ama fare sesso, una cavalcata con lei è di quelle che non si dimenticano e poi vi posso garantire che nessuno sa fare un pompino come lei, usa la punta della lingua per accarezzare la cappella e poi quando ho il cazzo dritto che sembra un bastone mi fa ritrovare in un mare di saliva, però ahimé ha un solo peccato non beve la sborra; non gli piace e non ci sono modi per fargli cambiare idea, al solo odore gli viene da vomitare: perché vi racconto questo particolare?
Semplice perché io ho degli amici - Tony e Marika - con Tony ci so cresciuto sin da quando avevo l'età delle prime "pugnette" quelle che ti fai mentre rubavamo le vhs dei nostri padri.
Marika è una ragazza anch'essa molto alta, anzi ha delle gambe lunghissime, non tanto formosa - una seconda di seno - però ha una cosa che fa impazzire noi uomini, ha i capezzoli appuntiti come due puntine belle doppie e sembrano voler bucare la camicia o le magliette aderenti che di tanto in tanto usa; questa cosa mi ha sempre fatto impazzire, perché con la lingua ho sempre desiderato leccarglieli.
Fa pure lei palestra come mia moglie e forse il culo di Marika è anche più bello di quello di mia moglie, ha i capelli corti e neri come la notte.
Sapete nelle sere in cui siamo stati tutti insieme e magari anche con un'altra coppia amica (siamo tutti e sei davvero molto amici) abbiamo sto viziaccio di buttare giù qualche calice di vino di troppo e parlare a ruota libera spesso finiamo a parlare di questione di sesso e una vigilia di Capodanno di tanto tempo fa ho saputo che a lei piace bere la sborra; questo era ciò che dovevo dirvi ora però vi racconto di quel sabato sera...

Dicevo è successo tutto in maniera inaspettata, stavamo a casa mia ero sposato da un annetto ( mese in più, mese in meno ) e avevamo invitato a casa nostra i nostri amici Tony e Marika, gli altri due erano fuori per una serata tutta romantica.
Come da sempre essendo molto ospitale quella sera preparai dei cocktail di benvenuto, se non ricordo male un qualcosa che si avvicinasse ad un martini, vodka e aperol, insomma qualcosa del genere.
Marika quella sera aveva una maglietta a collo alta nera e una gonna bella stretta era molto sexy e lo stesso mia moglie una camicetta bianca con gonna, io e il mio amico classico jeans e maglioncino.
Quella sera scivolo via senza rendercene conto, tra grosse risate, tanto cibo e soprattutto molte bottiglie di vino, io reggo molto il vino e pure quella sera mi girava la testa, ero decisamente su di giri e non ero il solo.
Non so come dalla mia mega tv su canale 9 di sky uscì fuori - COSI' FAN TUTTE - di Claudia Koll, avete più o meno idea di cosa sia quel film?
Inevitabilmente alzò l'asticella e gettò su tutti noi un carico sessuale che fece salire la temperatura ben oltre i 40 gradi.

Una serata iniziata già strana e che si stava concludendo ancora più misteriosamente.
Una serata in cui io e Marika non facemmo altro che sfiorarci, abbracciarci, e soprattutto guardarci sempre, e credo che per come sono andate le cose stessa cosa fece mia moglie con Tony.
Ah non vi ho detto una cosa.
Tony e Marika sono sposati da prima di noi.

Detto ciò ad un punto della serata era mezzanotte passata mi ricordo perfettamente l'ora perché in bagno mi ritrovai a guardare sul cellulare l'ora ero così eccitato, avevo un cazzo così duro che avevo voglia di farmi una sega, mentre di la in salone stavano ridendo e giocando.
Sarà stato l'ubriachezza, il fatto che in parte mi sentivo leggero, in poche parole non chiusi la porta del bagno.
Il bagno di casa mia è un angolo della cucina, in realtà non avrebbero potuto vedermi e pure non so come mentre davanti allo specchio mi stavo segando mi ritrovai Marika di lato.
Mi guardava, ci guardammo.
All'inizio volevo morire dalla vergogna, ma poi con il passare dei secondi, lei non distolse lo sguardo, anzi si concentrava sempre di più sul mio cazzo dritto.
Ad un punto fece un passo verso di me, si abbasso e senza dire nulla inizio ad accarezzare il mio pene prima con le unghie belle affilate e poi inizio a baciarlo, infine era nella sua calda bocca.
Uomini voi non avete idea di cos'è stato quel pompino. Provo a spiegarvelo...
Mamma mia, leccava tutto il nervo, sulla cappella ci sputava, e poi con le mani accompagnava la discesa, saliva e scendeva a volte delicatamente altre volte con più ferocia, mi piaceva come con la bocca riusciva ad alzare tutta la pelle del mio cazzo per poi abbassarla e questo sempre e solo con la bocca...sentivo la saliva diventare sempre più calda e ad un tratto le sue unghie che si conficcavano nella mia pelle e usciva e poi lentamente tutto in bocca, si dice gola profonda vero? Proprio quello che Marika stava facendo col mio cazzo; misi una mia mano dietro alla sua testa e accompagnavo ogni suo gesto, la stringevo forte e tutto in bocca, ma avevo un desiderio leccargli i capezzoli e lo feci...erano come li avevo sempre immaginato, li succhiavo e lei gemeva, ma poi mi fermò e mi disse:<< che voleva il mio cazzo lungo ...voleva sentirlo in bocca >>, si abbasso ancora una volta e giù...giù...
<>
E invece di tirarlo fuori come sempre mia moglie fa, lei con le sue mani mi prese il mio culo ed era lei a spingere con forza in bocca...
Arrivai...e ho visto la luce...

Questo è quello che è successo quella sera...anzi no...questo è solo una parte di quello che è successo quella notte...
Se desiderate sapere il continuo...scrivetemelo nei commenti....

Ciao....
Visualizzazioni: 18 631 Aggiunto: 5 anni fa Utente:
Categorie: Etero Tradimenti