Ciao a tutti...come avrete letto dal mio profilo , sono una lei di coppia,  e avrete letto anche che non siamo qui per incontri...siamo qui , perché ci piace ed eccita raccontare il nostro percorso, le nostre avventure,  sempre spontanee , non programmate...girovagando ci siamo imbattuti nel sito e , perché no....perché non divertirci a raccontare le tappe della nostra storia. 
Io mi chiamo Valeria ho 35 anni,  sono abbastanza alta , mora scura occhi verdi , capelli più o meno corti ,  una seconda piena di seno ,alta 1.74 longilinea,  sedere un po largo...insomma,  come dicono gli uomini " una cavallona" , diciamo che non passo inosservata ...lui si chiama peppe, stessa età,  era un bel ragazzo,  poi perso nei kg di troppo...15 anni di relazione...iniziata ai tempi dell'università. 
Tra i due il più innamorato è sempre stato lui   , il pacioccone , insomma il classico su cui fermarsi per avere un compagno ed una relazione stabile. 
Io...beh io sono cresciuta in una famiglia per bene in una piccola cittadina,  educata per essere la donna da sposare...casa ,chiesa ,studio famiglia. 
Ho un carattere molto forte abbastanza dominante che spesso sovrasta il mio compagno , poi ho sempre tenuto a dare l'immagine della classica brava ragazza , un po rompi scatole,  casa studio chiesa lavoro e famiglia , mai una gonna più corta , una scollatura, insomma ineccepibile. 
Lui è un ragazzo adorabile , molto principesco come piacciono a me , e come il mio ex ..due storie in vita mia. 
Poi ,però, c'è l'altra parte di me ...
L'altra Valeria,  quella più birichina ...
Gia , i principini mi piacciono e ne ho scelto uno per la vita .. ma poi....in fondo dall'altra hai sempre bisogno di qualcuno che ti tratti senza rispetto , che ti faccia sentire femmina desiderata,  un po troia....io perdo la testa per quelli che mi "prendono " e basta,  i porci che ti mettono le mani addosso,  gli sfacciati....ecco , con questi divento una gatta in calore ....forse per via del mio carattere , credo anche per la mia bellezza i miei fidanzati / compagni si sono sempre rapportati a me come una principessa anche nella sfera sessuale , non trovando mai il coraggio di fare certe cose ...
All'inizio,  intorno ai 18 anni cercavo quel tipo di ragazzi...e diciamo di aver fatto qualche esperienza...poi "devi " trovare quel qualcuno che ti garantisca tranquillità,  magari a costo della " satisfaction", vivere nel contesto di un paesotto di certo non ti lascia molta libertà. 
Cominciai a capire ed assaporare la libertà,  studiando in una città più grande...
Ma , diciamo ,che la libertà vera e propria la assaporai in una vacanza fatta quell'anno in Spagna....
Lí scoprii tutto il mio lato oscuro nascosto...
Partimmo con altre 3 amiche , 2 erano davvero bacchettone , timide e apatiche ...
L'altra era Stefania,  un'altra bellissima ragazza alta con più tette di me , piu scura più alta. 
Beh iniziammo a notare di avere un discreto richiamo sui ragazzi .
La sera uscivamo per ballare e venivamo circondate in poco tempo....era fantastico sentirsi desiderate,  vestitini corti,  scegliere e limonare con chi volevi ...ricordo benissimo palpate, pacchi duri poggiati sul culo , ma cominciai a scoprire il piacere di essere compiaciuta da quelle attenzioni...di li arrivo il primo pompino ad un ragazzo in discoteca  , beh da lì ci presi gusto ...una sera uscii anche senza mutandine ...insomma libere in tutto e per tutto....
Anche in spiaggia le occasioni non mancavano,  gli approcci non mancavano...provammo anche il 
2 ragazzi tedeschi ci abbordarono e invitarono nella loro villa ...
Beh ci ritrovammo a fare sesso , Stefania sul divano e io sulla sdraio fuori....restammo in loro compagnia per due giorni,  ci sapevano  davvero fare ,per essere chiare...il cazzo ci piaceva e non poco ...per la prima volta provai il piacere di avere 2 ragazzi su di me...fu meraviglioso,  una delle cose più eccitanti che abbia mai fatto ...
entrambe stavamo scoprendo lati sconosciuti...due represse a ruota libera...
Con la libertà di chi sa di sapere di essere sconosciuto...insomma  di certo non posso definirmi una santa ....
Tornate in italia , ci riadatammo alla vita normale,  sopprimendo il nostro lato oscuro. 
Mi concentrai sullo studio , immersa totalmente nella carriera universitaria. 
Incontrai Giuseppe , un bel ragazzo, romantico  , serio,  innamorato,  romantico,  insomma il classico bravo ragazzo da presentare a casa , anche se sessualmente non era certo uno stallone....
Ci mettemmo insieme,  concentrati sulla studio ....
Sessualmente mi sono sempre un po accontentata...appena osavo con qualche completino lui veniva in 2 minuti...ma cercavo di non pensarci , presentato a casa , insomma cose serie , tanté che andammo anche a convivere ...
Gli approcci non mancavano,  dai ragazzi più grandi,  ma anche qualche suo amico ....
La cosa bella è che lui non si accorgeva mai di nulla ...mai potevano stuprarmi con lui presente ma nulla ...questa cosa cominciava a infastidirmi...mai una reazione di gelosia , anzi dopo qualche anno iniziò anche a trascurarmi. 
Uno di  questi era il suo amico Gianfranco , un ragazzo siciliano ,classico puttaniere...non perdeva occasione per farmi complimenti,  per guardare ...ma ovviamente Giuseppe nulla ...
Ricordo una sera,  erano usciti insieme,  mi pare ci fossero i mondiali,  uscirono per vedere la partita in centro  , tornarono che il mio ragazzo era ubriaco finito,  alle 2 di notte .
Li sentii rientrare , mi alzai,  senza pensare che , per dormire , indossavo una coulotte e un reggiseno sportivo .
Mentre cercavo di svegliare Giuseppe,  Gianfranco mi stava stuprando con gli occhi. Pensai che mi sarebbe saltato addosso,  Giuseppe sul letto russava...
Tornammo in sala 
" ti faccio un caffè ..."  mi diressi in cucina,  d'un tratto me lo sentii dietro,  sentivo la puzza di superalcolici,  ma sentii anche la sua mano palparmi una natica , sobbalzai 
Cominciò a farfugliare in siciliano,  lui non mi piaceva , anzi mi stava letteralmente antipatico, ma la situazione e quel modo mi facevano eccitare...non sapevo cosa fare , non volevo guai o chiacchiere ...non potevo fidarmi ...rischiavo troppo , perché sicuramente lo avrebbe raccontato in giro.
" dai Gianfranco fai il bravo..."
Cominciò a toccarmi le cosce , i fianchi  , mi strinse da dietro , sentii la sua erezione tra le mie chiappe ....Conoscendomi se avesse continuato avrei aperto le gambe..." fermo dai " lo spinsi lontano  " non farmi urlare " , si mise a ridere e andò via...non prese neanche quel caffè che gli feci...
L'episodio mi aveva eccitato   ...ricordo che nei giorni scorsi mi toccavo ripensando a come sarebbe stato se ci fossi stata....mi faceva impazzire....immaginavo di essere presa anche a forza sul divano mentre il mio ragazzo era in camera...mmm mi eccitavo da morire.
Poi iniziò uno dei ragazzi più grandi,  un certo Alessandro,  di quei puttanieri sfacciati , stronzi ,senza vergogna....insomma di quelli che sanno come trattare quelle come me...si metteva a raccontare le sue scopate e intorno a lui il capannello di ragazzi a ridere ...
Si fermava a parlare con la nostra comitiva 
Mi guardava fisso negli occhi anche quando c'era il mio ragazzo non si faceva molti problemi...mi faceva complimenti anche volgari,  io facevo la scandalizzata , l'offesa,  dicevo a tutti che mi stava sulle palle ....in realtà era davvero un manzo ...alto, grosso, pelato , faceva battute dicendo che il suo soprannome era big bambù...in realtà mi attizzava,  più lo ascoltavo e guardavo più capivo che sarebbe stato uno che mi avrebbe " scopata " nel vero senso del termine....
Ma Ovviamente da brava ragazza non facevo trapelare assolutamente nulla ....


 


 

Visualizzazioni: 3 180 Aggiunto: 3 anni fa Utente: