Trascorsero i giorni,  la laurea si avvicinava e mio figlio dovette tornare a Perugia. 
Prima di partire però organizzarono una serata per festeggiare e salutarlo. 
Se ne andarono la sera per la loro serata , io nella mia solita routine. 
All'improvviso sobbalzai dal letto sentivo degli schiamazzi risate,  la sveglia segnava le 4 del mattino...ovviamente lui dormiva , mi affaccia d vidi 2 amici di mio figlio che lo portavano a spalla ridendo ...
Preoccupata scesi senza badare molto a com'ero vestita ( d'estate dormo con dei pantaloncini molto striminziti praticamente una coulotte e una canottiera lasciando il seno libero) .
Andai loro incontro aprii il portone , puzzavano di alcol , erano brilli e mio figlio finito .
" no ragazzi non lo salite sopra se lo vede il padre si incazza " "certo signora per lei qualsiasi cosa!" Mi rispose sarcastico ...gli aprii il piano di sotto li feci entrare " dai mettetelo sul letto dillá" li feci entrare nella camera degli ospiti e lo mettemmo sul letto...mentre loro lo allungavano io andai in un'altra stanza per prendere dei cuscini  "che culo " sentii nitidamente ...mi resi conto che praticamente ero in mutande davanti a loro ... andai in camera degli ospiti per prendere dei cuscini aprii larmadio , ero piegata in avanti, all'improvviso sentii una mano afferrarmi una chiappa ...sobbalzai ,non dissi nulla...mi avevano seguita , qualche secondo e ne sentii un'altra ..ravanavano avidamente prima fuori strapazzando i pantaloncini poi li sentii passare sotto ...in che situazione mi ero cacciata...ma era eccitante da morire ...poi una mano da dietro iniziò a stringermi le tette , sentivo il fiato che sapeva di alcol,  la situazione era davvero troppo eccitante...
Ovviamente videro la mia reazione di non oppormi e si scatenarono...era tutto buio sentivo solo mani addosso...sentii tirar giù i pantaloncini ...ero a 90 poggiata all'armadio...una mano a coppa da dietro comincio a massaggiarmi la figa...cercai di stare in silenzio,  l'altra mano più rozza e infoiata si accaniva sul culo...non stavo capendo più nulla ..divaricai le gambe per dare più spazio sentivo ansimare i due ...ero fradicia...sentii un dito entrarmi nel culo , il piacere dell'eccitazione superava il fastidio ...poi sentii la cappella poggiarsi e penetrarmi...mi misi la mano davanti alla bocca...non era grosso,  ma davvero duro...comincio a pompare ,si sentiva il rumore della mia figa allagata, laltro continuava a martoriarmi il culo...mi sentivo usata,  troia,  sottomessa da due ragazzi , ecco che sentii uscire il cazzo di uno ed entrare laltro ..più sottile un po più lungo , niente di che ...durò neanche 10 minuti e sentii un getto caldo colarmi sulle chiappe ....pochi secondi e ne arrivo un'altra nella penombra sentii che si stavano rivestendo ridacchiando 
Mi rialzai e andai  in bagno a lavarmi...cominciai a lavarmi la figa , ma ero ancora vogliosa ..si avevo voglia di essere presa e scopata...pensai che adesso quei ragazzi sarebbero tornati per farlo ancora ...l'avrebbero detto ai loro amici ...mentre mi toccavo mi ripetevo di essere una gran troia che mi avrebbero scopata ancora e ancora....mi immaginavo di essere presa da 3 4 di loro....fino a venire ....
Qualche giorno dopo mio figlio partì per tornare a Perugia una settimana prima della laurea , con l'accordo che saremmo saliti qualche giorno prima per fargli compagnia. 
Quei giorni non feci altro che pensare a quella notte , eccitazione , preoccupazione si alternavano nella mia testa. 
Partito mio figlio i suoi amici non si fecero più vedere .
Una sera mi chiamò mio figlio per informarmi che 3 dei suoi amici volevano raggiungerlo per assistere e chiesero se potevano venire con me qualche giorno prima, visto che mio marito per lavoro non sarebbe potuto salire prima e ci avrebbe raggiunti il giorno stesso. 
Subito realizzai che i 3 volevano fare il viaggio con me e stare con me i giorni prima per divertirsi...
L'idea mi eccitava da morire,  curiosa ed eccitata per quello che mi attendeva ...


 

Visualizzazioni: 7 233 Aggiunto: 3 anni fa Utente: