Rieccomi a raccontare un altro fatto accadutomi realmente.


Un mio vicino di casa, sposato e purtroppo sfortunato in quanto lo scorso anno la moglie di 50 anni è deceduta per un male incurabile, ora che è vedovo probabilmente ha deciso di dare sfogo alla sua bisessualità.


Pure lui 50 anni, alto 1.85 fisico molto curato, bel viso e molto cordiale ed educato.


Ora che da solo si dedica al lavoro, ai due figli ed alla sua passione di fare corsette per mantenersi in forma.


Un mese fa lo vidi una mattina tutto affaccendato con il cofano del suo BMW aperto…. l’auto non partiva…batteria morta. Decisi, dal momento che lui sempre molto gentile e cordiale, di uscire chiedendogli se aveva bisogno di una mano. Mi disse appunto che non partiva più e che purtroppo era sprovvisto di cavi per poterla far partire con l’aiuto dell’auto di suo figlio maggiore, e che non sarebbe riuscito ad andare al lavoro fino all’apertura del suo meccanico di fiducia.


A quel punto io andai sulla mia auto a prendere i cavi e provammo a farla partire , ma purtroppo senza ottenere risultati.


Mi disse che non poteva nemmeno usare l’altra auto perché serviva al figlio…..era abbastanza abbattuto.


A quel punto, dal momento che io sto lavorando in smart working gli offrii mia auto. Accettò e risolvemmo il problema così, mi lasciò le chiavi della sua auto dicendomi che più tardi avrebbe avvisato meccanico, se potevo dargliele  ed una volta sistemata se avessi avuto bisogno  di usarla.


Ci scambiammo i numeri di telefono in caso di necessità per le auto….mi ringraziò e partì per il lavoro.


Io e lui ci siamo sempre scambiati solo il ciao e poche altre parole se capitava di incontrarci fuori, nulla di più…..l’ho sempre trovato molto attraente….in effetti è un gran bell’uomo.


Tardo pomeriggio suona il campanello….era lui che tornato dal lavoro mi riportava auto.


Apro, entra e non sa più come ringraziarmi…….gli do chiavi della sua auto che nel pomeriggio era stata riparata gli dico di non preoccuparsi tanto a me non serviva quindi non era stato assolutamente un problema prestarla a lui dal momento che si trovava in difficoltà.


A quel punto lui dice che si sarebbe sentito troppo in debito e almeno una pizza me la voleva offrire.


Ok esclamo io…va bene, una sera ci mangeremo sta pizza.


Essendo purtroppo in lockdown ovviamente la si doveva mangiare a casa…….


Il sabato successivo mi chiama e mi chiede se mi può andar bene la sera per pizza….ok dico io, tanto non si può uscire e sono liberissimo. Ci accordiamo per orario gli comunico che tipo di pizza voglio, ed alle 20 come deciso vado a casa sua.


Mi apre il figlio maggiore, mi fa accomodare e si scusa da parte del padre che a causa sua e del fratello era in ritardo quindi si stava facendo doccia.


Anche il ragazzo oltre ad essere bello come il padre, molto gentile….mi offre un aperitivo e chiacchieriamo.


Arriva il padre tutto bello e profumato, si inizia a parlare del più e del meno, di sto cazzo di covid…..lockdown etc……….


Arrivano pizze e si comincia a cenare tutti e 4……..io lui e due figli.


Due ragazzi molto simpatici oltre che molto belli…d’altra parte con un padre così ed anche la madre era una bella donna, il risultato non poteva essere che questo.


Ceniamo chiacchierando tutti, fino a quando squilla il telefono del figlio maggiore che si apparta in un’altra stanza per parlare liberamente, e dal ciao amore di risposta, io dico….la fidanzata??


Il padre mi guarda, scuote la testa e sussurra….no il fidanzato!!!!


Ah esclamo io……e cerco di cambiar discorso..


Torna con noi….si finisce di mangiare ….un po' di gelato….poi caffè…e ci spostiamo sul divano a chiacchierare.


I ragazzi ad un certo punto ci salutano e se ne vanno in camera loro a giocare con playstation per cui noi ricominciamo a chiacchierare di auto dal momento che ne siamo tutti e due appassionati.


Io ho una Range Rover Sport, e lui mi dice che non ne aveva mai guidata una prima…gli è molto piaciuta e che la osservava sempre quando la mettevo nel mio viale di casa.


Poi cambia discorso e torna a parlare del figlio gay, dicendomi cosa ne pensavo e che gli ero sembrato molto tranquillo prima nel momento in cui mi aveva detto del fidanzato e non fidanzata.


Allora io comincio a parlargli del ragazzo che ha visto per anni a casa mia e spesso quando si incontravano fuori salutava, era il mio fidanzato….quindi…..problemi non potevano essercene certo da parte mia…..


A questo punto iniziò a confessarmi che lui pure da giovane ha sempre sentito un’attrazione nei confronti degli uomini, ma non ha mai avuto il coraggio di provarci e quindi ha vissuto da eterossessuale che poi appunto si è sposato e non ci ha pensato più fino al coming out del figlio avvenuto due anni fa!!!!


Ma sai, ormai ero sposato in più mia moglie si era ammalata e quindi…………


Io al momento non so che dire………mi dispiace molto per la moglie che conoscevo sin da giovani…….situazione un po' particolare. Esito un attimo e poi dico……..beh ora sei vedovo, libero…..potresti pensarci e provare!!!!


Lui mi fissa negli occhi e si avvicina come per volermi baciare. Mi ritraggo!!


Ma non perché non volevo quel bacio, solo per il fatto che sarebbero potuti entrare in qualsiasi momento i figli.


Infatti, dopo nemmeno 2 minuti entra il figlio minore perché aveva sete.


Uscito il figlio, mi chiede scusa, che non voleva essere inopportuno e io rispondo che non era lui il problema ma appunto i figli che potevano entrare in qualsiasi momento.


Sorride ed esclama….allora io ti piaccio…………..beh si rispondo io. Anche tu mi piaci e poi mi sento al sicuro per il fatto che sei una brava persona riservata ed educata.


Io non sono bello come lui, ma nonostante i miei 54 anni mi difendo bene a detta di tutti.


A quel punto mi dice……..magari se vuoi, una sera di queste passo a bere un caffè con la scusa di fare 4 chiacchiere dal momento che non si può uscire per il lockdown, ed essendo vicini di casa non si rischia nemmeno per il coprifuoco…..così siamo più tranquilli per i miei figli.


Accettai e infatti due sere dopo mi scrisse messaggio se poteva venire a casa mia.


Ok risposi, e alle 21 puntuale suonò campanello.


Era meraviglioso…indossava una tuta molto bella che metteva in risalto il suo bel corpo ed il bel pacco.


Feci il caffè e ci sedemmo in salotto…..ad un certo punto si avvicinò con le labbra alle mie e ci baciammo appassionatamente fino a quando mi prese la mano e me la appoggiò sul pacco che era decisamente gonfio. Timidamente cercò di appoggiare la sua sul mio…..lo incitai a farlo e iniziammo palpeggiamenti vari fino a quando infilammo mani nelle mutande.


Aveva un bel cazzone sui 19 cm non circonciso e due coglioni giganti……pure il mio non è male e pure i miei coglioni non sono molto piccoli.


Mi fece i complimenti… io li feci a lui…e a quel punto continuando a baciarci e toccarci decidemmo di spogliarci.


Notai che era un po' imbarazzato nel mostrare la sua erezione…lo tranquillizzai e allora iniziò a baciarmi ovunque scendendo piano piano sul pube. Sfiorò la cappella mezza coperta  ( pure io non son circonciso ).


La baciò e ad un certo punto aprì le labbra ed iniziò a leccarla fino ad ingoiare tutto il


mio cazzo…. Poi lo tolse dalla bocca e iniziò a leccarmi i coglioni prendendoli in bocca uno ad uno e succhiandoli….mi faceva impazzire.


Quindi mi spostai fino a formare un 69 ed iniziai pure io a succhiare quel bel cazzo durissimo e le meravigliose palle fino a quando tutti e due cominciammo un pompino da urlo fino a venire in faccia uno all’altro.


Mi abbracciò fortissimo e disse che era meraviglioso tutto ciò….non aveva mai provato un piacere così intenso.


Rimanemmo abbracciati per un’oretta guardando un po' di tv e baciandoci, fino a quando i nostri cazzi ancora durissimi chiedevano attenzioni.


Ripartì un 69 e io iniziai ad esplorare con un dito il suo culetto strepitoso….poi piano piano abbandonai il cazzo per leccare un po' il suo buchetto……impazziva dal piacere…..mi diceva di continuare che era fantastico…..provai ad infilarci un pezzetto il dito….. gemeva……diceva di non aver mai provato quelle sensazioni…..


Ci accorgemmo però che si faceva un po' tardi e pensammo ai suoi figli….quindi ripresi il pompino e di nuovo sborrammo abbondantemente uno in faccia all’altro.


Gli proposi una doccia, ovviamente insieme, quindi ci lavammo si rivestì e baciandomi mi ringraziò per la meravigliosa esperienza che aveva sempre sognato fino ad allora……


Tornò a casa e mi scrisse messaggio dicendomi che se mi andava avremmo potuto rifarlo e magari anche di più!!!!


Non siamo ancora riusciti ad organizzare una serata piacevole come quella, ma tutti i giorni ci scriviamo e se ci vediamo fuori casa facciamo due parole in attesa di un nuovo incontro ravvicinato……….


E’ stato davvero fantastico………

Visualizzazioni: 8 065 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Categorie: Gay e Bisex
Tag: Bisex 69