Questo racconto risale ad una fatto accadutomi realmente all’incirca 40 anni fa,per evolversi poi 2 anni fa.
Io e mio cugino abbiamo 2 anni di differenza.Io 54 e lui 52, all’epoca ne avevamo io 13 e lui 11.
Eravamo al mare con mia madre ed una zia in riviera romagnola.
Un pomeriggio, stufo di stare in spiaggia, decisi di tornare in hotel prima dicendo che avrei fatto un pisolino e poi mi sarei fatto doccia, dimodoche’ al loro ritorno sarebbe servito meno tempo a prepararsi per la cena.
Mio cugino decise di salire con me.Ci mettemmo sui rispettivi letti, ma ad un certo punto lui cominciò a fare lo stupidotto ed a scoprirsi continuamente il culetto e ridere.
Io non detti molto peso alla cosa e gli dissi di smetterla.
Dopo un po’ decisi di andare a farmi doccia, lo guardai e pareva dormisse.
Entrai nel bagno e cominciai a lavarmi. Dopo pochi minuti entrò pure lui si spogliò e mi disse che facendola insieme avremmo risparmiato tempo e saremmo potuti scendere prima per giocare un po’ a ping pong in attesa della cena.
Io gli davo le spalle...ero abbastanza stupito da questa cosa dal momento che lui era parecchio vergognoso, quindi mi voltai e gli dissi “ok va bene”.
In quel momento il suo sguardo calo’ sul mio cazzo e con gli occhi spalancati esclamò “ma come è grosso”!!!
In effetti io stavo già iniziando a svilupparmi quindi qualche peletto l’avevo ed in più il pisello si era già un po’ ingrossato rispetto al suo che era ancora quello di un bambino!
Senza nemmeno chiedermelo lo toccò e io cominciai a sentirlo crescere...lui, nonostante gli dissi di smetterla, continuò a toccarlo ed in un baleno fu completamente eretto.
Vi lascio immaginare il suo stupore nel vederlo ancora più grosso e nel frattempo vidi che pure il suo cazzetto era duro.
A quel punto gli dissi dai ora basta laviamoci e poi scendiamo a giocare!!!
Lui obbedì quindi ci preparammo e facemmo qualche partita a ping-pong.
Il pomeriggio successivo, dopo aver fatto un po’ di bagni in mare ed aver giocato con altri bambini vicini di ombrellone, lui propose di salire in hotel per giocare a ping-pong.
Accettai, salutammo madre e zia e andammo.
Raggiunta la camera, propose ancora doccia insieme per accelerare tempi.
Ok dissi io, e chiesi se gli erano passate le vergogne ormai.
Rise ed annui! Entrammo in bagno ci spogliammo e lui cominciò subito a toccarmi il cazzo.
Ovviamente io ebbi un erezione e lui visto che mi ritraevo, mi chiese di lasciarglielo toccare.
Ok dissi, ma attento che poi sborro. Mi guardò con stupore e chiese cosa significasse.
Io gli dissi di continuare e lo avrebbe capito. E così fu!!!
Dopo un po’ io mi resi conto che ero pronto ma non riuscii a dirglielo che ecco un po’ di sborra uscì.
Non tanta data l’età, ma sufficiente per farlo spaventare. Non capiva cosa potesse essere, rimase a bocca aperta e cominciò a fare domande.
Cominciai a spiegarglielo e lui mi chiese subito quando sarebbe successo pure a lui e cominciò a menarsi il cazzetto poi mi chiese di farglielo io.
Raggiunse il piacere ma ovviamente di sborra manco l’ombra.
Per i restanti 10 giorni continuò così, tutti i pomeriggi voleva fare doccia insieme e vedere il mio cazzo sputare poi voleva che lo segassi per sentire il solletico al pisello (così diceva lui).
Tornammo dalla vacanza, nonostante abitassimo nella stessa città e ci vedessimo sempre, non se ne parlò più!!!
Dopo 3 anni circa ( lui 14 io 16 ) , una domenica pomeriggio, dopo aver girovagato in giro per la città in vespa con lui ed amici comuni, mi disse che aveva bisogno del bagno e voleva tornare a casa, quindi lo dovevo accompagnare!!!
Arrivammo a casa sua, i miei zii non c’erano...sua sorella nemmeno....lui entrò in bagno ed io accesi tv.
Dopo un bel po’ di tempo uscì in mutande e maglietta si mise sulla poltrona a fianco alla mia e cominciò ad infilare la mano negli slip ed a palparsi cazzo e palle.
Io lo guardai e non dissi nulla. Lui ricominciò e iniziò a guardarmi fisso negli occhi col sorriso, ma senza fiatare.
A quel punto sentimmo un auto fermarsi davanti casa, il rumore delle portiere, quindi lui corse alla finestra ed esclamò “cazzo sono arrivati” e corse a vestirsi!!!
Infatti erano arrivati i miei zii....restammo ancora a guardare tv cenai da loro e poi tornai a casa mia. Non se ne parlò più e non successe più nulla.
Negli anni successivi ci si vedeva sempre ma non se ne parlava, poi gli impegni delle scuole superiori i vari sport e le ragazze ci portarono a staccarci un po’ e frequentare compagnie diverse. Poi il militare....prima io poi lui ed alla fine io mi trasferii fuori città per lavoro, quindi ci si vedeva poco.
Nel frattempo lui ebbe tre convivenze e l’ultima lo portò al matrimonio circa 5 anni fa.
Io invece all’età di 30 anni circa, capii che mi piacevano più gli uomini delle donne. Dopo qualche esperienza omosessuale conobbi un ragazzo e facemmo coppia per una decina di anni. Lo raccontai a mia madre....a una cugina e nessun altro.
Ovviamente vedendomi sempre con questo ragazzo lo capirono un po’ tutti, ma nessuno chiedeva e io a nessuno dicevo.
Tra i tutti ovviamente c’era pure mio cugino che aveva conosciuto il mio ragazzo e visto molte volte....anche lui non chiedeva e io non dicevo.
Poi con questo ragazzo fini’.....non lo vedevano più ed un giorno la moglie di mio cugino mi chiese....le raccontai che appunto ormai mi ritenevo Gay e il mio rapporto era comunque finito.
Tutt’ora sono single......
Circa due anni fa la svolta.....
Un tardo pomeriggio ero rientrato dal lavoro, mi stavo accingendo a far la doccia e suonò il telefono.....mio cugino......
Rispondo....mi chiede se son già a casa perché lui era in zona e voleva passare a salutarmi visto che non ci si vedeva da un po’ e io dico ok ti aspetto.
Non era una novità....ogni tanto succedeva che passasse a salutare....e nonostante ci vedessimo pure da soli,  non si parlò mai  più di quel che successo tanti anni prima.
Quindi mi affretto a lavarmi dal momento che mi aveva detto “ok 15 minuti e arrivò” mi vesto ed eccolo che suona campanello!!
Entra, gli offro qualcosa da bere....ci sediamo sul divano chiedo di sua moglie e lui mi dice che per qualche giorno sarebbe stata a casa della madre perché necessitava di assistenza per una caduta.
Ah quindi sei a casa solo, dico io.....allora te la spassi e rido....
Lui mi dice...no no ma figurati...mi rilasso un po’ ma null’altro. Poi mi racconta un po’ del suo lavoro, mi chiede del mio ed a un certo punto mi propone di cenare insieme se no ho altri programmi e ovviamente se mi va!!! 
Io accetto e lui propone una pizza....ok dimmi cosa vuoi che le ordino e le faccio portare a casa.....
Scelte e ordinate le pizze mi chiede se può fare una doccia dal momento che ha il cambio nella borsa della palestra in auto, così si sarebbe ripigliato un po’ dalla stanchezza.
Gli porgo asciugamani puliti e va in bagno....
Dopo 10 minuti esce con asciugamani in vita, si dirige al suo borsone...toglie asciugamano si gira verso di me mentre mette boxer mostrando un bel cazzo barzotto e due belle palle grosse con peli biondi.....io guardo ma non dico nulla quindi si infila pantaloni di una tuta una maglietta e si siede sul divano.
Vedendo che io non ho reazioni e non dico nulla, mentre attendiamo le pizze e fumiamo una sigaretta, guardando una fotografia che ho esposto in una cornice di noi da giovani con altri cugini, inizia a parlare un po’ di quei tempi di quante ne abbiamo combinate insieme e inizia a mettersi la mano nei pantaloni e si tocca cazzo e palle....
Mi fissa negli occhi....io sorrido ed esclamo “mbeh”.......
Lui ride e mi dice.....”riprendiamo da dove interrotto tanti anni fa”?!?!?!!?!?!?
E io rispondo....”cioè”?
Da quando mi ha interrotto l’arrivo dei miei genitori quella domenica pomeriggio, esclama lui!!!
E io gli rispondo che non so quali fossero le sue intenzioni di allora......
Lui abbassa pantaloni e boxer....mi guarda fisso negli occhi.....con voce abbastanza tremante mi dice.......volevo vedessi che anche il mio pisello era cresciuto come il tuo e “SPUTAVA” come il tuo............ho sognato per anni di poter rifare quello che facevamo in doccia al mare ma alla pari, cioè con due cazzi grossi che sborrano tutti e due.
In quel momento suona il campanello e lui grida un nooooooo incazzato.....ancora una volta ci disturbano.Io scoppio in una fragorosa risata!!!
Erano arrivate le pizze!!!!!!
Si riveste....mangiamo e finalmente parliamo di quei tempi....di me e della mia relazione e della sua voglia repressa per tutti quegli anni di farlo ancora con me e del non averlo mai più fatto con nessun altro.....
A quel punto gli dico che si il suo cazzo era diventato ancor più grosso del mio e che effettivamente quel dubbio lui volesse farlo ancora con me mi è sempre rimasto dentro.
Beh....dopo cena lo abbiamo rifatto finalmente.....si è fermato a dormire da me ed è successo di tutto....devo dire che il suo cazzo e’ veramente grosso ora e come sborra accidenti.....abbiamo assaggiato la nostra sborra con dei 69 fantastici... è stata una notte di fuoco.
Ogni tanto, quando riesce a sfuggire alla moglie con delle scuse, lo rifacciamo ed è sempre meraviglioso...............


 


 


 

Visualizzazioni: 20 852 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Tag: Bisex