in prima superiore conobbi un amico compagno di classe, era carino, lui sapeva del mio passato da ragazzino perchè lo dissi pubblicamente a tutti i compagni di classe.
una sera ci trovammo fuori insieme agli amici e andammo in paninoteca, ci divertimmo e a mezzanotte ci salutammo per andare a casa. ma qui il mio amico mi chiese se volevo andare a dormire da lui, gli risposi che non sapevo come fare a informare i miei genitori. ci pensai e visto l'occasione non rifiutai e ci incamminando veso i motorini a andammo a casa sua. zitti zitti e in silenzio andammo in camera.ci spogliammo e rimanemmo in slip e maglietta.vedevo che lui mi guardava li, ma per questo anche io non fui da meno aveva un maloppino invitante e pensavo come fosse.
a un tratto lui venne verso di me e mi disse: dal primo giorno che ti ho visto, non ho fatto altro che a pensarti poi sapendo quello che fai con gli amici , la cosa mi eccita..... io rimasi di stucco non pensavo che si fosse invaghito di me senza averlo mai toccato. mi chiese se poteva toccarmelo. logicamente io non mi tirai indietro e cominciò a toccarmi giacomino sopra gli slip.si abbassò e mi sfilò gli slip facendoli scendere , poi mi prese giacomino in mano e chiedendomi se poteva leccarlo, io zitto lo consentii, cominciò a leccarmelo facendomelo indurire, e lo prese in bocca e cominciò a succhiarmelo. aveva una bocca calda e una lingua stupenda. potevo io stare fermo in piedi a godere così?
neanche per sogno, lo feci alzare, luicredeva che non volevo più, invece lo invitai a mettersi sul letto e gli sfilai i suoi boxer e cominciai a succhiarlo. poi ci posizionammo a 69 e ci sbocchinammo insieme. non pensavo che il mio amico fosse cosi, ma mi confidò poi che lui era gay e fu la prima volta che succhiava il cazzo a un amico. poi io venni ma lui si fece schizzare in faccia mentre io che ero sotto avevo il suo gioiellino completamente in bocca e non riuscii a toglierlo cosi lo tenni in bocca facendomi schizzare in gola e ingerendola.
poi ci alzammo ci andammo a lavare e prima di dormire ci raccontammo le avventure. per lui quella era l'unica, mentre io gli raccontati tutte le avventure e la violenza dagli 11 fino ahi 14 che avevo e lui si eccito ancora facendoli indurire il suo gioiellino.

con lui poi non fu l'unica volta che facemmo sesso orale, ma volle provare a farsi inculare da me anche se la prima volta fu una tragedia. e decisi di farmelo mettere a me e un giorno riuscii a infilarlo tutto nel suo culetto con una dose massiccia di lubrificante. e da quel giorno era una inculata dopo l'altra.

a 15 anni si fece il ragazzino ma lo teneva nascosto da tutti i compagni di classe per non destare sospetti il suo fidanzatino era in un'altra scuola.poi un giorno me lo fece conoscere, mentre a scuola mi fece conoscere una sua amica spacciata x fidanzata per far sembrare con gli amici che non era gay. carina. mmmm. me la sarei fatta magari insieme a lui. e non ci volle molto per portarmela a letto. era una gran troietta ingorda di cazzo e aveva solo 15 anni. una gra troietta.
e cosi finisce anche questa avventura
Visualizzazioni: 3 081 Aggiunto: 3 anni fa Utente: