Un inverno di circa 10 anni fà sono stato 3 giorni a Bologna per un corso di aggiornamento. Per 2 sere ho cenato e dormito lì. La prima sera vista la stanchezza ho cenato in una pizzeria vicino all'hotel e poi a letto presto. La seconda sera ho deciso di andare a cercare una trattoria tipica e sotto consiglio del portiere dell'albergo mi reco a questa trattoria che dista pochi km. Entro chiedo di poter mangiare e mi fanno sedere in un piccolo tavolo sul lato della sala. Tutti i restanti tavoli sono occupati da più persone tranne quello vicino al mio che è occupato da una signora sola. Sul momento non ci faccio troppo caso, ma dopo aver ordinato nell'attesa mi metto a guardarla e mi accorgo che è veramente una bella donna, non troppo appariscente curata nel vestire. A lla fine della cena mentre aspetto il dolce la signora inizia a parlarmi chiedendomi di dove sono e come mai mi trovo lì, io le spiego che sono li per lavoro, lei invece mi dice che abita lì vicino e che era in quel ristorante per non mangiare da sola, che anche se al tavolo era sola almeno aveva un po' di gente intorno. Io la invito a mangiare il dolce al mio tavolo e lei accetta. Arrivano i nostri dolci e noi continuiamo a parlare, la conversazione è piacevole, prendiamo il caffè e chiediamo il conto, se nostre strade stanno per dividersi. Azzardo e le chiedo se le và di venire a bere qualcosa con me. Lei sorride e mi dice " senti, sò già come vorresti concludere la serata e quindi parlo chiaro, io sono una prostituta e quindi se vuoi possiamo andare subito a casa mia a divertirci, ma io prendo 100 all'ora". Rimango senza parole. Ci penso per qualche secondo e poi accetto la sua proposta. Mi da un bacio sulla bocca mi prende a braccetto e ci incamminiamo verso casa sua. 2 minuti a piedi e ci siamo. Entriamo in casa. Sono un po' teso, non sono mai stato con una prostituta. Lei comincia a spogliarmi, si spoglia anche lei e nudi ci rechiamo in bagno, dove mi fà entrare con lei in un'ampio box doccia. Lei è bellissima, un bel seno ed un culo che sembra disegnato.Ci facciamo una doccia insieme, ci insaponiamo, ci stuzzichiamo e una volta tolto il sapone me lo prende in bocca e mi fà un pompino meraviglioso, tempo 2 minuti e le vengo copiosamente sulle tette. Apre di nuovo la doccia, ci laviamo e ancora bagnati usciamo dalla doccia e ci rechiamo in camera da letto. Mi fà sdraiare e lei si mette al mio fianco, mi chiede se sto bene e mi è piaciuto l'inizio della nostra serata io rispondo che non avrei potuto immaginare meglio. Le faccio i complimenti per la bellezza, mi dice che ha 43 anni, e io le dico che ne dimostra meno e che ha un fisico che molte 20enni se lo sognano. Lei mi accarezza e mi da un bacio, con la mano scende a cercare il mio cazzo che trova già duro, prende un preservativo me lo infila, si mette a pecorina sul letto e mi dice "ora scopami". Quando le sono dietro con una mano me lo prende e se lo infila nella fica. Inizio a scoparla, prima piano poi aumento il ritmo, le geme, mi incita, mi dice che sono un porco e lei la mia puttana, godo come non avevo mai goduto prima, un'anta dell'armadio é uno specchio e vedere la nostra immagine mentre scopiamo mi fà impazzire, dalle espressioni che fà tenendo spesso gli occhi chiusi mi fà pensare che le stia piacendo davvero e non sta fingendo. Dopo un buon quarto d'ora le chiedo di montarmi sopra, le risponde "volentieri", io mi sdraio lei mi sale sopra, si mette il cazzo dentro e comincia a cavalcarmi ad un ritmo non troppo veloce ma deciso, io le prendo le tette gliele bacio mordo i capezzoli facendole emettere dei gridolini che mi eccitano sempre di più. Dopo una decina di minuti di intensa cavalcata non ce la faccio più e vengo. Abbiamo entrambi il fiatone, lei si abbassa su di me mi dà un bacio e mi dice che le è piaciuto molto. Si sfila il cazzo dalla fica e si sdraia accanto a me, parliamo ancora un po', poi le dico che mi piacerebbe farlo sotto la doccia, lei mi dice "volentieri" prende un nuovo preservativo ci alziamo e andiamo in bagno, mi toglie il preservativo usato e lo butta in un cestino, entriamo in doccia, me lo lava con abbondante sapone e contemporaneamente mi fa una sega, in poco tempo mi torna duro come il ferro, mi infila il nuovo preservativo, si gira io le vado dietro e glielo infilo nella fica. La sbatto con tutta la forza che ho, il getto dell'acqua calda ci bagna, prendo il bagnoschiuma glielo butto un po' nella schiena e mentre la scopo la insapono, mi concentro più che altro sulle tette, mi fà impazzire toccarle le sue splendide tette insaponate. Sfilo il cazzo la faccio girare e inginocchiare davanti a me, sfilo e il preservativo e le sborro sulle tette. È stata una scopata fantastica. Ci laviamo per bene, poi lei mi asciuga, ma la visione di lei ancora nuda, le sue mani su di me il cazzo torna di nuovo duro (avevo 25 anni). Lei me lo guarda e mi dice "non sei ancora soddisfatto?" Io la guardo e le dico che siccome non l'ho mai provato mi piacerebbe incularla. Lei mi guarda e mi dice "sei veramente un porco", mi porta in camera da letto, mi infila il preservativo si sdraia e mi dice "scopami ancora un po' nella fica che poi ti concedo anche il culo" io mi metto su di lei la penetrò e la sbatto con ritmo deciso e costante, dopo circa 10 minuti che mi dice, "maiale ora mettimelo dietro, prende un vasetto di crema, se la spalma un po' sul buchetto e mi dice, guarda che non lo concedo quasi mai, sei un privilegiato, io appoggio il cazzo al suo buchino, lei mi dice di fare piano, io entro piano piano e quando sono tutto dentro mi fermo qualche secondo, poi comincio a pompare ma sempre piano, dopo un minuto lei mi dice "aumenta il ritmo e sfonda il culo alla tua troia". La sbatto forte e mi godo la mia prima inculata. Dopo un po' vengo, mi sdraio sul letto lei si sdraia accanto a me mi guarda e mi dice che è ora di andare a letto. Tra una scopata e l'altra si sono fatte le 2 di notte, naturalmente 100 non sono bastati ma sono stati soldi ben spesi. Ci salutiamo e lei mi lascia il suo numero, casomai mi trovassi a Bologna e volessi compagnia. Dopo un annetto una sera che non sapevo cosa fare la chiamo, mi dice che si ricorda benissimo di me, io mi faccio 200 km x andare da lei, rimango tutta la notte li. Poi cambiando il cell ho perso il suo numero e non l'ho più rivista
Visualizzazioni: 3 514 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Categorie: Etero