Io e mia moglie Mariella siamo sposati da 15 anni ed abbiamo una figlia adolescente. Entrambi abbiamo 40 anni e facciamo lavori diversi: io in uno studio di commercialisti, lei segretaria d'azienda in una città limitrofa. La mia Mariella è alta circa 1,60 ha un bel viso piacevole e sexy, labbra carnose, seno piccolo con capezzoli scuri e grossi, un bel culetto e la carnagione olivastra. Ci incontrammo per la prima volta in una serata sul mare fra amici e subito notai il suo bel culetto in costume. Lei, di origini venezuelane, non parlava molto poichè non conosceva ancora bene l' italiano, ma noi tutti la mangiavamo con gli occhi e lei mostrava un compiaciuto imbarazzo. Dopo essere uscita per qualche mese insieme ad un amico, cominciò ad avvicinarsi sempre più a me che in un primo momento non ero emotivamente coinvolto, anche perchè scopavo un'altra donna così come anche Mariella, sapevo farsi chiavare saltuariamente da un altro amico. Dopo un po' di tempo diventammo una coppia a tutti gli effetti e mi resi subito conto che dietro un'apparenza così estremamente pudica, timida e discreta si nascondeva una gran troia affamata di cazzo: Mariella è una professoressa del pompino, ha una fica fantastica, gode come una gatta ed è davvero caliente. Nonostante abbia sempre giocato il ruolo della moralista agli occhi di tutta la famiglia e soprattutto con me, negli anni, con il subentrare della monotonia le ho chiesto più volte di ravvivare la nostra sessualità introducendo un terzo ma ha sempre rifiutato con disprezzo e irritazione. Io invece ho cominciato a sognarla posseduta da altri uomini fantasticando su di lei circondata da cazzoni. Un annetto fa ho notato con interesse che nelle serate fra amici, si lasciava molto andare con il mio amico Alex, gran puttaniere sposato pure lui. Eccitato da questa novità ho cominciato a indagare con discrezione scoprendo, con grande sorpresa, suoi acquisti sexy su internet come lingerie e gel lubrificante intimo. Da un po' di tempo a letto mi rifiutava e puntualmente, mentre dopo fingevo di dormire, la sentivo masturbarsi in silenzio accanto a me nel lettone. Dopo pochi giorni scoprìì le sue chat con Alex sul cellulare ed ebbi la certezza che il mio vecchio amico chiavava quella gran troia di mia moglie Mariella. Non ho mai detto nulla, perchè sapevo che avrei rovinato tutto, ma godevo da morire ad immaginarla inginocchiata col cazzone di Alex in bocca. Morivo dalla voglia di vedere la mia signora montata dal mio amico così un giorno, prima di andare a lavoro, nascosi sulla mensola della stanza da letto una microcamera. La mia aspettativa non fu disattesa: riuscii finalmente ad immortalare la vera natura di mia moglie Mariella, una vera troia alle prese col cazzone di Alex. Non appena arrivato, infatti, lei non ha perso tempo, e saltati sul letto gli ha subito preso il grosso uccello in bocca con avidità. Dopo si è fatta montare come una vacca lasciando che lui glielo mettesse anche nel culo, cosa che a me aveva sempre negato. Alla fine si è lasciata schizzare in viso, sulle sue labbra carnose e arrapanti. Ancora oggi non sa che l' ho scoperta e non glielo dirò, perchè godo del suo tradimento.

Visualizzazioni: 9 191 Aggiunto: 3 anni fa Utente: