Il tempo passava , io ero sempre in perenne conflitto interiore tra la repressione delle mie voglie e la placida soporifera vita da moglie invisibile.
Ovviamente col tempo il rapporto con Floriana era diventato davvero da amiche e anche lei mi confesso della sua vita con suo marito che preferiva costantemente il bar a lei.
Ormai eravamo confidenti strette e c'era molta complicità.
A lavoro ormai Giorgio era diventato un'abitudine ..e iniziammo a farci furbe ...
Come quella volta del corso sulla sicurezza, del quale era proprio Giorgio l'addetto alla raccolta delle firme.
Si sarebbe tenuto il pomeriggio fino alle 20 e per noi che iniziavamo alle 7 30 di mattina ..
Floriana"Dio che palle gio..ma dobbiamo scassarci per forza fino a stasera "
Giorgio " beh ...le firme le raccolgo io ...potrei firmare io per voi "
Io "davvero lo faresti?"
Giorgio " certo che lo farei ...se uscite po le tette e mi date le mutandine che portate si...firmo io !!"
Floriana "il solito porco ....dai stefy a me non va di spaccarmi fino alle 20." Disse andando verso la porta e chiudendola..sbottonó il camice abbassò la maglia e dal reggiseno saltò fuori il suo seno ...una terza piena , aureola scura capezzoli piccoli leggermente scese ma davvero sensuali..." si cazzo finalmente...mmmm " esclamo il porco borbottando ...con foga allungò la mano e strizzò le tette libere ...
Floriana "dai che aspetti ...tocca anche a te ...dagli quelle mutande..."
Mi affiancai a Floriana e feci saltare fuori le tette dal vestito , le mie un po più piccole all'insù dai capezzoli più grandi...
In fondo lei si stava prestando ...in fondo sarebbe rimasto tutto li...in fondo il gioco era eccitante ...era estate avevo una gonna estiva di quelle larghe ...senza alcun problema mentre Giorgio continuava a sballottare le tette di Floriana , poi passò alle mie ...le afferro avidamente ...sentirmi le mani addosso di quel porco infondo mi eccitava ..."brave ...mmm che belle fighe ..." disse con la voce rotta..alzammo i vestiti e il camice e sfilammo le mutandine ...
Le mie Erano nere sgambate di pizzo ...Floriana aveva un tanga bianco...
Le prese toccandosi il pacco che vidi in palese erezione....non so da quando non vedevo un pacco in tiro e un uomo mi strizzava le tette ...
Giorgio " mmm dammi dammi ...senti che profumo di figa...." mi sentii nuda...indifesa ...ero senza mutandine...
E quel porco che si guardava le mie mutandine...contento come un bambino..per 20 minuti restammo con il seno di fuori e il porco che le strizzava le tette e annusava le mie mutandine. Ci ricomponemmo , il porco andò via ...
Finito il turno tornai a casa...mi fermai a fare la spesa....sentivo la mia patata libera...eccitata...tra gli uomini intorno a me e la mia figa cera solo il tessuto della gonna .
A casa non potei fare a meno di toccarmi ...la situazione al laboratorio...il pacco di Giorgio in tiro...mmm immaginai di tirarlo fuori e succhiarlo...anche il seno di Floriana mi aveva colpito...entrambe li a disposizione di quel porco ...con le tette di fuori ...mi aveva eccitato da morire...e poi andare in giro senza mutandine...venni per tre volte...
La voglia stava prendendo il sopravvento sulla logica....
La sera mi chiamo Floriana
"Ehi tu che vai senza mutandine..." Floriana
Io " ahah ciao bella tettona!"
Floriana "..oggi mi sei piaciuta... brava cominci a sciogliersi...!"
Io " ah...Grazie...beh oggi ci siamo spinte un po oltre e devo confessarti che mi sono eccitata "
Floriana " ah però....inizi a scioglierti...sai le pippe che si tira quel porco ...."
Io " si immagino..."
Floriana " comunque...devo dire che in tiro ha un gran bel pacco ahahah"
Io "ehm....si l'ho notato anch'io...notevole "
Floriana " almeno va in tiro mica come i nostri mariti "
Io " ahahahah hai perfettamente ragione.."
Floriana " e comunque....possiamo sfruttarlo ...possiamo ottenere molte cose !"
Io "beh...in fin dei conti...se ci può servire per ottenere qualcosa e divertirci perché no.."
Floriana " ah ecco brava ...capisci come funziona adesso hhahaha".

Arrivò il weekend ...il sabato mattina ero solita andare al mercatino che si faceva in un paese lì vicino .
Ovviamente mio marito uscito la mattina non sapevo nemmeno dove si trovasse ...
Misi una gonna di jeans non corta sandali con un minimo di tacco e una canotta....mmm le mutandine...perché no...memore dell'eccitazione di qualche giorno prima...le sfilai e uscì ancora senza...volevo provare ancora quella sensazione ...
Arrivai al mercato iniziai i miei giri, capitai in una bancarella di intimo ...un bel ragazzonedietro .."signora...buongiorno ...un paio di gambe come le sue ed è già una giornata migliore "
Inequivocabilmente napoletano ...lo ringrazai timidamente...presi un paio di canotte....pagai " ecco signora questo è un mio omaggio...spero per la gioia di suo marito..." mi regalò un paio di autoreggenti nere e un tanga in pizzo sempre nero...imbarazzata " ah....Grazie..." " se suo marito non gradisce ci sono sempre io eh..." ....in pochi giorni un'altra situazione con un altro uomo che mi avrebbe portata a letto ..inoltre era davvero un bel ragazzo...avrei aperto le gambe volentieri...ma non gli diedi alcun segnale e me ne andai...la gonna di jeans era un po più corta e mi faceva sentire più esposta e nuda...se si fosse accorto...mm chissà cosa avrebbe fatto ...mi piaceva quel gioco...decisi che il pomeriggio sarei andata al mare ...
Ma volevo osare qualcosa in più...queste situazioni mi piacevano...decisi che era ora di cambiare costume...
Mi fermai in un negozio notai un bel costume..non estremamente sexy ...ma la mutandina era sgambata con dei fili sui lati e dietro leggermente a tanga lasciando scoperte in parte le chiappe..sopra un bel reggiseno a triangolo...
Tornai a casa, da brava moglie preparai il pranzo e andai in spiaggia...naturalmente non feci vedere il costume a mio marito che dopo pranzo crollò nella sua pennichella...
Arrivai in spiaggia e mi misi a prendere il sole ..
Andai a farmi il bagno ...uscendo mi sentii chiamare per nome..."ciao Stefania!!!" Mi girai ...era Mario, un cugino di mio marito , sempre stato un bell'uomo, atletico capelli lunghi e un fare da don Giovanni e matrimoni alle spalle e fama da puttaniere...
" ciao Mario..." lo salutai con un sorriso
" ciao ...come stai...però ti trovo in gran forma..." disse sollevando gli occhiali,
" ah grazie..."
Mario "beh dove sta tuo marito spiaggiato?"
Io "ahahahah ma scherzi...lo sai che odia il mare non ci e mai venuto!"
Mario " ah...e lascia una moglie come te tutta sola al mare !"
Io " eh.. si che ci vuoi fare...è fatto così!"
Mario " lo sai che abito da queste parti vero ...abito in una di quelle ville li in fondo vicino allo stabilimento "
Io " ah beato te ...io adoro il mare..."
Nel frattempo ci avvicinammo allo stabilimento per prendere un caffè.
Sedetti sulla sedia eravamo a fianco e mentre parlavamo vedevo che non resisteva e l'occhio gli cadeva sulle mie cosce accavallate....o sulle tette un po strizzate sotto il costume, e io non potevo fare nulla, non avevo nulla per coprirmi ...era tutto a disposizione...
Mario " oh anch'io lo adoro il mare ...con questo panorama poi...vieni a trovarmi qualche volta...puoi prendere il sole anche nel mio giardino ...cosi il mio cuginetto sta più tranquillo che la moglie è al sicuro..."
Io " ahahahah che scemo che sei..."
Mario " guarda a dire la verità da lontano ti ho vista da dietro ....ehh diciamo che ho notato il bel costume "
Io " ah ...ti piace il costume!" ...
Mario" o si bellissimo...ma con un fisico come il tuo...fa bella figura qualsiasi costume ". Trascorremmo una mezz'ora e me ne andai.
Ero su di giri...occhi addosso, complimenti, approcci ...non ero proprio da buttare. E poi l'idea che mi avesse vista con quel costume ...mi piaceva...cosi mio marito impara a mandarmi sempre sola...in fondo cosa avrebbe potuto dirgli ...
Tornai a casa e tornai nei panni della placida e remissiva moglie...naturalmente mio marito non si degnò minimamente di chiedere dove ero stata e cosa avevo fatto...pensò solo a cenare...ignaro del fatto che il suo cuginetto il pomeriggio si era goduto la visuale di sua moglie in tanga e l'aveva invitata a casa, e che ero stata in giro senza mutandine.
Più ci pensavo più mi convincevano che mio marito si meritava le corna.
Visualizzazioni: 5 369 Aggiunto: 3 anni fa Utente: