Avevo letto sul web che in tutta Italia ci sono dei posti dove si incontrano sconosciuti per far sesso in auto, ce ne sono molti in tutta la bell'Italia ma ero dubbioso sulla loro veridicita, decisi comunque di provare un parcheggio famoso nel "ambiente" a Santa Palomba vicino Roma, era poco distante da me e comunque un posto dove le donne a pochi euro per soddisfare qualche bollore estivo comunque non mancano! Ho fatto qualche appostamento, ho provato le quattro frecce, i fari, il cappello sullo specchietto tutti metodi per mandare segnali a chi "frequenta" ma senza risultati, anzi in realtà più di qualcuno che vuole succhiarti il cazzo lo trovi ma non è il mio genere, nulla in contrario i gusti sono gusti ma a me piace la fica. Ma non mi arresi. Una sera di rientro da una birreria dato il tasso alcolemico della serata decisi di fare il consueto "puttantour" da quelle parti per sfogarmi un po prima di rientrare, la zona offre molto... devi solo scegliere..
Avevo adocchiato una bella moretta..seni abbondanti chiara di carnagione con un vestitino fuxia molto aderente che la faceva sembrare un cazzo di evidenziatore con le tette enormi! Faccio il giro per caricarla ma arrivo tardi... "dannata smart!!!" Ormai volevo lei quindi decisi di passare al parcheggio famoso per ingannare l'attesa fumando una sigaretta. Arrivato li c'erano un paio di macchine..in una si vedeva una a smorza che faceva il suo dovere egregiamente e in un altra c'erano due che non riuscivo a vedere ma dalla mole di fumo che usciva dal finestrino immaginavo cosa facessero.
Mi parcheggio sulla sinistra all'angolo accanto ad un albero dalla folta chioma e mi giro una sigaretta.
Poco dopo mi si ferma un auto accanto..
Era un ragazzo sui 26 anni che mi fa un esplicito gesto con la mano.. No no hai sbagliato persona gli dissi e se ne andò senza dire nulla. Poco dopo vidi i fari di un altra auto.. era un ypsilon blu elefantino vecchio modello, si fermò poco distante da me e mi fece i fari..non vedevo l'interno quindi non sapevo chi fosse..ma vuoi per il fatto che avevo bevuto o per le risate che mi facevo quando venivano sti tizzi strani rifeci i fari a mia volta. L'auto si accosto accanto alla mia e con mio più che gradito stupore vidi una donna..
Era una donna sui 45 con un cappotto a modi dicktracy per chi se lo ricorda e grossi occhiali neri dove spiccava il logo Gucci.. sembrava una donna in incognito ma dal poco che vedevo non potevo lamentarmi. Abbassa il finestrino e mi fa': ciao caro sono Luisa cerco una serata di divertimento e nessuna complicazione ti va? Le risposi: in macchina mia o in macchina tua? Lei: non qui troppa gente andiamo in un posto più tranquillo... seguirmi.
Siamo finiti in una via che portava in una campagna aperta tra il nulla e il niente, vedo gli stop che si accendono e mi fermo dietro la sua auto..lei scende dall'auto e mi dice di indietreggiare un po e di alzare i fari....
Il lungo cappotto copriva un grande spettacolo.. illuminata dai fari lo apri come fanno nei film i maniaci nei parchi...
Sotto aveva un completo che in gergo definisco da gara, un completino viola contornato da pizzo nero che si allacciava finemente a calze a rete bianche che sembravano accendersi con i fari dell'auto..improvvisò un balletto sul posto e ricordo bene che il mio stereo accompagnava meravigliosamente quei passi con le note di passengers di iggy pop... fantastico... Ero proprio un passeggero e volevo salire a bordo!
Si avvicina alla mia auto e mi richiude lo sportello.. il finestrino era aperto e lei appoggia i seni sul bordo dello stesso..mi guarda e mi dice: fammi vedere cosa hai per me! Ero bello in tiro e sapevo che non avrei deluso le sue aspettative... me lo tiro fuori dai pantaloni e mentre sto per girarmi verso lei.. si butta dentro dal finestrino e me lo prende in bocca..tutto in bocca.. ora io non sono un certo super dotato ma cazzo ad una certa pensavo si infilasse anche le palle in bocca....
Dopo aver bagnato tutto con la sua bava mi chiese di scendere..scesi subito tenedomi con una mano i pantaloni ma con l'arnese bene in vista fra il tintinnio della mia cinta..mi porta tirandomi per la maglia davanti alla mia auto e mi spinge sul cofano..la vedo che scende e ricomincia a succhiarmelo... non che mi dispiacesse ma volevo scoparla..appena provai ad alzarla lei mi tolse le mani..alzo lo sguardo e se lo picchietto sulla lingua...non era una strafiga ma neanche male una donna che si incontra abitualmente in giro mentre fai la spesa... mi dice: a mio marito non piace farselo succhiare..secondo te è perché non sono brava? E si diede altri due colpetti sulla lingua... io: se a tuo marito non piace come li fai probabilmente gli piace il cazzo! Lei sorrise e continuo nel suo egregio quanto bagnato lavoro.... sentivo che stavo per esplodere..Era un bel pò che me lo succhiava e nella mia mente ringraziai il fatto che avessi bevuto abbastanza quella sera perché se no da un pezzo che avrei fatto i fuochi d'artificio! La tirai su quasi con forza cosa che la spiazzò ma non le diede fastidio anzi..la misi sul cofano della macchina a gambe aperte..lei era completamente fradicia..le spostai il perizoma e affondai tutta la faccia in quella fica rossa come fuoco..la sentivo gemere e sentivo le sue mani che mi spingevano la testa contro il suo sesso..mi dedicai molto a leccarla..un pò perché aveva un buon sapore un misto di detergente intimo e succo di lei e un po perché volevo far riprendere il cazzo da quel ciuccio che tra un po mi succhiava l'anima per evitare anche brutte figure dopo.. le sue gambe mi si strinsero sulla testa e spingevano sempre più forte fino a che non arrivo l'orgasmo.. la sentivo godere..i spasmi delle cosce e il suo incessante "si" mi diedero il via libera a salire a bordo..le staccai le clip delle autoreggenti e le tolsi il perizoma e senza spostarla dal cofano glie lo buttai dentro con foga.. sapevo che era il momento migliore per spingere forte..era appena venuta quindi i colpi andavano tutti a segno... ogni colpo le faceva fare un bello strilletto..Era sdraiata e si faceva fare tutto...le tirai su verso il collo il reggiseno dal ferretto sensa toglierlo ma alzandolo quel tanto che bastava per far ballare le tette liberamente ad ogni colpo... sballonzolavano su e giù.. non erano sode e dure come una ventenne ma morbide e con grossi capezzoli... tette di una mamma... lei mi fa: vienimi sulla schiena..
Scese dal cofano e ci fece appoggiare nuovamente me.. si giro e si mise a pecora davanti a me si avvicino e entrai facilmente..ormai tutto era ben lubrificato... inizio a spingermi il culo forte e si vedeva che voleva farmi venire..ad un certo punto iniziò a fare quella cosa che va molto di moda ora nel web credo si chiami twerky o qualcosa del genere, praticamente muoveva sinuosamente le chiappe e il bacino lasciando mezzo cazzo fuori..danzandoci quasi sopra per intenderci...cosa a cui non puoi resistere...mi sono alzato e lei ha appoggiato le mani atterra e ho dato gli ultimi colpi con tutta la forza che avevo..e poi come da richiesta gli sono venuto sulla schiena...lei subito si girò e si mise giù in ginocchio e me lo riprese in bocca come a voler assaporare le ultime goccie..come la scarpetta dopo la pasta... lei si é pulita il piatto... siamo saliti in macchina e ci siamo fumati una sigaretta insieme... nessuno dei due ha chiesto il numero dell' altro (cosa di cui mi pento ancora) ma entrambi sapevamo che era solo quello... quella sera... solo...Sesso...
Visualizzazioni: 33 384 Aggiunto: 5 anni fa Utente:
Categorie: Racconti Cuckold