Ciao a tutti...il mio nome è Stefania...come ho scritto sulla presentazione del mio profilo sono qui per realizzare una delle mie fantasie...raccontare e svelare il mio vissuto le mie esperienze più eccitanti e sensuali sperando ovviamente che vi piacciano e possano farvi viaggiare..ma come ho scritto sul mio profilo non voglio ridurre ogni racconto a scrivere delle solite scopate e ansimate.
Come detto mi chiamo Stefania ho 47 anni sono originaria di Perugia, sposata e con famiglia trasferita in un paesino in Abruzzo.
Sposata dalla giovane età di 26 anni ...diciamo che non fu proprio amore ...
Eh si...incontrai mio marito per via dell'università...diciamo che ai tempi era davvero un gran figo , e io beh...non passavo inosservata...
Vivendo in una città con una famiglia benestante non mi facevo molti problemi e il sesso mi piaceva...eccome se mi piaceva e non sono mai stata una santa...
Per farla breve mi ritrovai a casa dei suoceri che già ero in gravidanza...ai tempi era sinonimo di matrimonio..e così fu..
L'idea non mi dispiaceva , anzi comunque il sogno di ogni ragazza alla fine è arrivare all'altare. Arrivammo al matrimonio, dovetti lasciare Perugia e trasferirmi...un bel paesino nel bel mezzo della campagna, una gran villa ...insomma non potevo lamentarmi e anche Sessualmente stavo bene lui si dava da fare e nel giro di poco ebbi 2 figli.
Quella che vedete in foto sono io , e come detto non passavo e non passo tutt'ora inosservata...credo che la parte che piaccia di più sia la mia bocca , sono alta ,fisico asciutto, gambe lunghe una terza di seno ...insomma mi ritengo una bella donna.
Anche da ragazza avevo un bel successo e
provai diverse esperienze dal farlo con 2 ragazzi a uomini più grandi di me che mi fecero acquisire una certa "esperienza ".
Che dire , dal punto di vista sessuale adoro i porci, diretti , sfacciati, che mi fanno sentire davvero femmina, mi piace essere presa , usata, adoro dare piacere e il sesso orale, la sensazione di un grosso pisello Barzotto che ti cresce in bocca fino a riempirti....mi eccita sentirmi in imbarazzo, magari non volendo ritrovarsi in situazioni dove sei sotto gli occhi desiderosi del mio corpo....
Da sposata e con figli ovviamente consciamente e inconsciamente misi da parte questo lato soffocandolo , ma lo mise da parte anche mio marito.
La vita sessuale andò quasi a sparire ...nonostante non avessi mai perso neanche con le gravidanze forma fisica, mio marito non mi vedeva proprio più...era diventato un'altra persona.
Non ci diedi molto peso e pensavo solamente ad essere una brava mamma e moglie.
Più passava il tempo più non solo ero trasparente ma venivo trattata sempre male...sempre nervoso sempre incazzato ...giornate intere a lavoro.
Ignorai per parecchi anni questo problema.
Anche la vita del paesino non aiutava certo la cosa...le chiacchiere erano facili e per non alimentare mai nulla cercavo di essere sempre il meno appariscente possibile...nel vestire o nel truccarmi.
Non nego che con il mio fisico basta poco, essendo abbastanza alta con i capelli mossi quasi ricci neri...mi rendevo conto che a far la spesa con dei jeans un po' attillati gia attiravo qualche sguardo...
Ma non diedi mai adito a nessuno.
Spesso mi capitava in piena crisi di astinenza di toccarmi ....già lui in sala davanti alla TV e io nel letto a toccarmi...
Ripensavo alle situazioni vissute ...a quel periodo in cui mi vedevo con due ragazzi e a casa loro mi sbattevano a loro piacimento...oppure nel periodo estivo, ormai mio marito non mi accompagnava neanche più al mare , mi eccitava persino stare in costume ( più che casti) se nelle vicinanze cera magari qualche gruppo di ragazzi, e fantasticare su come sarei stata presa...
Avendo avuto i figli molto giovane mi ritrovavo con molto tempo da sola gia dai 40 42 anni ...
Le cose iniziarono a cambiare quando al lavoro mi cambiarono di settore .
Fui sposata nel laboratorio analisi ...sostanzialmente dovevo raccogliere campioni e analizzarli.
Fu li che conobbi Floriana, qualche anno in più di me , simpatica solare...e parlando scoprimmo di abitare non lontane...
Il lavoro, in se per sé, comportava molta presenza maschile...dovevo prelevare dei campioni dai camion nello spiazzale , insomma avevo a che fare con camionisti tutti i giorni.
Per lavoro indossavamo dei camici bianchi , non tardarono ad arrivare i primi apprezzamenti e complimenti, educati e meno educati ...ma devo dire, per come ero messa , piacevoli in tutti i casi ...mi sentivo squadrata dalla testa ai piedi ...e spesso mi facevano salire sui rimorchi dei camion per guardarmi il culo mentre salivo sulle scalette ...
Non vi nascondo che la cosa mi eccitava e mi toccavo spesso immaginando di essere presa in ogni modo da quegli uomini..quell'essere in imbarazzo era anche eccitante ...sentirsi divorata guardata....
Con il passare del tempo , la cosa mi piaceva , iniziai ad essere un filo più audace , un po di trucco qualche gonna , senza esagerare... sul lavoro capitavano spesso episodi interessanti , anche se poi non andavo mai oltre .
Un giorno ricevemmo del materiale in laboratorio, venne un ragazzo a fare la consegna...ricordo che fu d'estate avevo i capelli mossi Occhiali ,un vestito poco sopra il ginocchio, eravamo al microscopio sullo sgabello...sentii un buongiorno, alzati la testa e vidi questo ragazzo ...mi squadrò, soffermandosi sulle gambe, il vestito era leggermente salito offrendo la visuale fino a metà coscia , guardava con insistenza...imbarazzata tirai giù il vestito , fece la consegna...ma non mi staccava gli occhi di dosso fino a quando andò via...
Floriana "oh...beh hai fatto conquiste .."
Io "ma che dici...dai era giovanissimo...figurati "
Floriana"Ahahsh giovane si...ma ti ha stuprata con gli occhi "
Io " ma che sei impazzita...ma ti pare una come me"
Floriana " ma che stai dicendo...ti ha divorata...e non è il solo qui dentro...fidati "
Io " ma dai non dire stupidate...chi vuoi che mi veda "
Floriana " ma dici sul serio?ma non hai visto ogni volta che vai nello spiazzale ...ti divorano ..e se vuoi saperlo anche dei ragazzi al reparto spedizioni parlavano della nuova arrivata del laboratorio...e la nuova sei solamente tu cara ..."
Io "ma ...dai si saranno sbagliati "
Cambiai discorso e tornammo a lavoro...
Tornai a casa ...mi misi a stirare ma le cose dette da Floriana mi frullavano nella testa...lo sguardo di quel ragazzo sulle mie gambe...la cosa mi piaceva parecchio...era come tornare ragazza....sentirsi bella sensuale desiderata femmina...chissà cosa dicevano di me quei ragazzi..chissà cosa avrebbero voluto farmi .
Dopo qualche tempo nel laboratorio arrivò anche Giorgio, prossimo alla pensione, una delle figure storiche dell'azienda, nonché amico intimo del capoccia , una vita in magazzino e poi spostato in laboratorio per riposarsi un po'.
Era un tipo simpatico, tipico panzone sui 60 scapolone dalla battuta sempre pronta...
Diciamo che non era proprio timido, anzi...
In poco tempo prese molta confidenza ...
Giorgio "ecco perché vogliono venire tutti al laboratorio analisi...con due cavalle del genere ti credo ahahaha"
Di apprezzamenti c'è ne faceva tanti e non perdeva occasione per allungare le mani, all'inizio mi ci incazzavo anche , ma non gli fregava nulla ,forte delle sue amicizie in alto. Il problema era d'estate, per il gran caldo per forza dovevamo scoprirci e il porco ne approfittava "fosse per me vi farei venire a lavoro in costume " oppure quando capitava di indossare qualche vestito o gonne " le hai messe le mutande oggi ....o fai prendere aria alla passerona "
"Voglio vedere quando mi regalate le vostre mutande " ...insomma si prendeva libertà e potere senza farsi problemi.
"Chissà se i vostri mariti la leccano "
" io su due passere del genere ci starei una giornata " "mandatemi qualche foto in costume che mi ci tiro una sega su " dal nulla se ne usciva con queste porcate .
Non davo , ovviamente alcun segnale , ma dentro di me mi eccitava quel porco, mi eccitano i porci diretti che non si fanno problemi, che ti prendono....ma non potevo assolutamente far trasparire nulla., mi faceva sentire davvero desiderata...imbarazzata....in balia di un porco, e ancora di più mi eccitava tornare a casa e fare la brava moglie al di fuori di ogni sospetto.
A volte capitava che mentre lavoravamo con le braccia sotto la cappa per le analisi chimiche , quindi senza potersi muovere o spostarsi, il porco passava dietro e si metteva a palpare culo e tette
Trovando come resistenza un semplice "dai smettila porco", ed io in realtà mi bagnava ogni volta che sentivo la sua mano avida stringermi le natiche .
Devo dire che Floriana era molto più disinibita di me "ma dai mica ti ci puoi incazzare...è simpatico dai almeno ci rallegra le giornate!!!" "Poi di che ti lamenti ahahahah almeno qualcuno apprezza !! E poi non ti dimenticare che è agganciato bene , può tornarci utile "
Lo giustificava Floriana.
Visualizzazioni: 9 695 Aggiunto: 3 anni fa Utente: