Mi sentì parlare nell'orecchio, "'che ne dici di spostarci?" Accettai subito. Salimmo le scale ed entrammo in una stanza, mai avrei pensato di mettermi in una stanza di uno sconosciuto ad una festa. Ma quella ragazza mi intrigava troppo. Mora, con un viso con dei lineamenti dolcissimi, gambe sexy, lato b sodo, e una terza. Ci sdraiammo sul letto baciandoci, baciava davvero bene, mentre le nostre lingue si intrecciavano feci scivolare la mia mano sulla sua coscia, arrivando fino all'inguine. Lì senti lì una gobba sulle mutande, alzai la gonna e vidi che c'era un pisello, non me l'aspettavo, lei mi guardò per vedere la mia reazione. La stupì, lo feci uscire e cominciai ad accarezzarlo, era strano non mi era mai successo ma non volevo fermarmi. Ma era bello sentirlo in mano, lei per ricambiare mi abbassò le braghe e cominciò a farmi un pompino, era davvero brava, mentre faceva su e giù mi accarezzava le palle. Andammo avanti così per un po', fino a quando non la spogliai, aveva un intimo di pizzo rosso. Mi sdraiai, lei si sedette e poi si infilò il mio cazzo nel culo. Mi fece godere un mondo, mentre lei faceva il suo le afferrai il pisello, ormai duro e le feci una sega, mi eccitava tantissimo farlo. Poi successe una cosa inaspettata, mi chiese un pompino e non esitai ad accettare, avere un pisello in bocca era bellissimo, sentivo che la mia bocca non voleva altro. Dentro e fuori con la bocca, ogni tanto facevo scendere la bocca fino al buco del culo per leccarlo. Una volta venuti usciti non ci siamo più rivisti, ma è stato la migliore botta e via della mia vita.
Visualizzazioni: 3 704 Aggiunto: 3 anni fa Utente:
Categorie: Trans e Travestiti