sono un diciottene della provincia di Prato, e vorrei raccontarvi per grandi linea le mie esperienze omosessuali
non sò come ho scoperto di preferire i ragazzi, ma sò solo che da quando ho pulsioni sessuali
il mio pensiero è solo per il cazzo,. uso il computer da quando avevo 11 anni e di nascosto guardavo
video e foto di ragazzi nudi, e questo mi ha sempre eccitato, tra amici ovviamente questo mio orientamente è sempre
stato nascosto, mi fingevo e fingo ancora interessato alle ragazze, ne ho avuta anche una come copertura, verso i miei genitori
e mi sono anche sforzato di farci l'amore, ma è stato un sacrificio enorme.
Sono un ragazzo esiluccio, sbarbato, con lineamenti delicati, e questo, mi aiuta quando mi trucco, mi fa sembrare una vera
ragazza. Passo ore e ore su youtube , a imparare dai tutorial come truccarmi, e sembrare una figa.
mi piace andare in giro sullo scooter vestito da ragazza, con il casco e occhiali da sole
indossando minigonne e top,e credetemi nessuno si accorge che sono un ragazzo, mi piace provocare uomini, ragazzi, con pose
sexy,mi eccita quando mi accosto ai semafori a fianco di macchine, vedere uomini sbavare, che mi guardano le cosce, oppure
quando mi vedono da dietro che spunta il perizoma da sotto la gonna.La mia prima esperienza gay l'ho avuta a 15 anni
ero in gita scolastica di seconda,a Roma e nel nostro albergo c'era anche una scolaresca di Bergamo, erano ragazzi di quarta.
Questo ragazzo, non era bello, magro e con gli occhiali, e mi guardava sempre fisso, mi sorrideva, a me non piaceva molto
ma si capiva che io gli piacevo. Non era il ragazzo che avevo fantasticato, ma avevo voglia di provare realmente un cazzo,
dopo anni di oggetti. Feci il primo passo, ci presentammo e parlammo, in poche parole andai in camera sua, che era libera,
perchè lui non era voluto andare ai Fori con i suoi compagni. Si tolse gli occhiali e mi baciò, io per un secondo rimasi
paralizzato, ma poi mi sciolsi, ci baciammo lingua a lingua, per minuti, ci toccavamo ,palpavamo.
Lui mi toccava il cazzo che era durissimo e io toccavo il suo che lo era altrettanto, ci spogliammo e siamo andati sul letto
ci siamo baciato tanto, poi io ho cominciato a baciarli il collo e sempre piu giu
fino a a baciare il cazzo.Finalmente avevo davanti a me un vero cazzo, l'ho leccato e succhiato gustando ogni centimetro e ogni secondo
anche se è durato poco, perchè lui mi ha sborrato subito in faccia.. li ho assagiato anche la sborra, e mi è piaciuta,.
poi mentre leccavo la sborra, lui ha voluto leccarmi il mio cazzo, me lo ha spompinato bene, anche se a me non piaceva molto
e li ho capito di essere passivo, di essere io la donna...comunque dopo avergli schizzato in bocca ci siamo lavati,
un po erò deluso perchè avrei voluto essere inculato, ma lui evidentemente non aveva voglia.e da quel giorno solo quache sms e basta.
il mio primo rapporta completo invece l'ho avuto nell estate 2016.. erano giorni che nella corte interna al mio condominio
c'erano i lavori della facciata, e io con la scusa di fumare, vedevo i muratori sui ponteggi a torso nudo.
erano in 5 , non erano dei fusti,ma erano maschi. poi col sole e il sudore mi sembravano cosi eccitati.
io dal mio balcone me li scrutavo tutti, e loro ovviamente neanche mi cagavano di striscio, tranne uno, sui 30 anni,viso normale
, ma a me eccitava, che ogni tanto mi guardava. Appena aprivo la finestra e mi affacciavo per fumare lui mi guardava, ma poi ritornava
a fare il suo lavoro,però notavo che ogni tanto si girava a guardarmi.Un pomeriggio, come la solito mi misi a fumare, ero in boxer e
cannottiera, avevo quei boxer elasticizzati, non so come mi venne, ma me li tirai su per il culo, e mi girai.
da quel momento lui non ha fatto che guardarmi, io di nascosto dietro le tapparelle, vedevo che lui guardava la mia finestra.
questa cosa è durata 3 giorni, io mi affacciavo, ci guardavamo, poi rientravo in casa e mi mettevo in perizoma e autoreggenti,
o indossando cose di mia madre. Il terzo giorno lui mi fece cenno del telefono,
e io su un foglio di stampante gli scrissi il mio numero.Dopo 1 minuto mi telefonò, era straniero, Albanese, ma parlava benissimo italiano
mi disse che lo facevo eccitare, che voleva scoparmi ecc. ci siamo dati appuntamento il giorno dopo, nel tardo pomeriggio
i miei non c'erano e lui a fine lavoro sarebbe passato da me...io non ero piu nella pelle, gli chiesi se voleva che mi vestissi da donna
e lui disse di Si. mi sono truccato con cura, ma niente parrucca, indossato calze autoreggenti e la vestaglia trasparente di mia mamma.
ero davvero bella, e quando lui entrò in casa mi mangiava con gli occhi.ci siamo subito baciati e lui mi toccava tutto, mi allargava le natiche e mi metteva
il dito nel culo, io mi avvinghiavo a lui e sentivo il cazzo sulla mia pancia ed era molto duro.. lui si abbassò i pantaloni e io cominciai
a spompinarlo bene, leccavo odoravo succhiavo strusciavo sulle guance, ciucciavo le palle, un vero super pomino,
poi lui mi fece girare e mi abbasso il perizoma,mi leccò il culo, mi appoggio il cazzo tra le natiche, io mi fermai gli misi un
preservativo, (scopare ok, ma sempre in sicurezza) e lui prima piano me lo infilò in culo
mi ha sbattuto per qualche minuto, poi si è totlo il preservativo e mi ha sborrato in bocca. io mi segavo mentre leccavo il suo cazzo che si ammosciava, e venni
anche io sulle mie cosce... lui si è rivestito ed è andato via. ci siamo rivisti 2 sole volte ancora, lo andavo a
trovare io, e poi nella sua macchina mi scopava... poi un giorno si è rotto i coglioni e mi ha mandato affanculo.
vabbè pazienza... la mia vita continua cosi, di avventura in avventura, internet mi aiuta molto, ho conosciuto tanti uomini ragazzi
tutto qua
Visualizzazioni: 49 095 Aggiunto: 5 anni fa Utente:
Categorie: Gay e Bisex